Notizie sportive nelle Marche

“E’ stato un fine settimana, intenso, ricco di emozioni, in cui ho portato a casa finalmente dopo due anni il titolo di Campione Italiano di Categoria Junior, ottenendo anche il nono posto nel ranking assoluto del Campionato Italiano Downhill 2016 disputatosi all’Abetone come evento clou dell’intera stagione agonistica nazionale”.

Sono le prime piacevoli esternazioni, dopo il successo conquistato, del giovane campioncino tolentinate Federico Monzoni (in forza allo Scout Nuke Proof di Lainate) che ha vestito la maglia tricolore di categoria, fermando il cronometro con il miglior tempo davanti ad Andrea Biancotto (AB Davinci Italy) ed Emilio Alonso Alvarez (Four T Project).

Per l’atleta marchigiano, si tratta del secondo tricolore portato a casa in soli tre anni ed in due differenti categorie, dopo il primo successo del luglio del 2014 – categoria allievi – in Valle d’Aosta come porta colori dello Smile Bike di Potenza Picena.

“Ringrazio la mia nuova squadra, che mi ha accolto davvero benissimo e che è riuscita a garantirmi una buona presenza a livello nazionale ed internazionale, fornendomi i mezzi giusti per continuare questa piacevole ed affascinante esperienza. Il successo ottenuto nel Campionato Italiano lo dedico ovviamente ai miei genitori, che mi sono costantemente vicini, all’intero mondo del downhill e a tutti coloro che hanno sempre creduto nelle mie capacità”.

Non si culla sugli allori il neo Campione Italiano, ora qualche giorno di meritato riposo, per poi iniziare a pianificare e a preparare al meglio il prossimo impegno con Nazionale Italiana per il Campionato Mondiale che, proprio in questa stagione nel primo fine settimana di settembre, è fissato sul prestigioso circuito della Val di Sole in Trentino.

Pubblicato in Sport

Un grande Battista Vennera si è laureato Campione Italiano Master sui 1500 metri, categoria Over 35, bissando lo stesso titolo già ottenuto lo scorso anno. Con il tempo di 4’04’’41, Vennera ha ottenuto il primo posto nella gara disputata ad Arezzo lo scorso 9 luglio, con un secondo e mezzo di vantaggio da Pietro Pelusi della Sef Stamura Ancona, confermando di essere un inossidabile grande atleta di livello nazionale.

Pubblicato in Sport

“Ero partito con l’intenzione di finire la gara estrema, ma non pensavo che sarei tornato a casa con il primato italiano ed un ottimo 9° posto assoluto su 32 concorrenti di una decina di nazioni. Merito della mia tenuta fisico-mentale ma anche dei consigli dei miei tre compagni di ventura dell’Olimpia Triathlon Camerino, i dorici Cristian Menghini (12°), Gaetano di Flumeri (14°) e Fabio Flauti (21°) e dei nostri accompagnatori, in primis il mio concittadino Gianfrancesco Pilato”. È stanco ma neanche tanto in rapporto alla fatica sostenuta, che risulterebbe micidiale per ogni comune mortale, ma non per lui. Alberto Cambio, 48 anni, pattinatore in gioventù, poi atleta del giro di pista, calciatore per ben venti stagioni vissute nei tornei di 2^ e 3^ Categoria da difensore, stavolta ha superato se stesso, andando a fermare i cronometri nel triplo Iron Man del centro termale austriaco di Bad Blumau, non lontano da Graz, ai confini con l’Ungheria, sulle 43 ore e 5’ per coprire 11 km. di nuoto (tempo parziale di 3 ore e 59’), 540 km. in bici (20 ore e 40’) e 127 km. di corsa a piedi in 18 ore e 10’, a cui si devono aggiungere i tempi necessari per il passaggio tra le discipline. Il suo crono migliora il precedente record tricolore di ben 52’! Il geometra di San Severino che divide la sua giornata lavorativa tra l’azienda Soverchia e l’impegno in proprio, ha deciso di prendere parte alla gara estrema in Austria poche settimane dopo l’impegnativo triathlon di Venezia, valido banco di prova per l’impresa austriaca. “Sono stati molti i momenti in cui ho temuto di non farcela – ammette Cambio -. Ho avvertito dolori alla spalla durante l’estenuante prova di nuoto, per la quale mi alleno alla piscina Blugallery, anche durante le pause pranzo…, alle cosce ed ai polpacci durante i 147 giri (3,7 km. ciascuno) del circuito in bici ed i 40 (3,2 km. a passaggio) a piedi, ma ho resistito. Ci siamo sostenuti a vicenda con i miei compagni quando ci incrociavamo durante il tracciato e gli assistenti, che ci preparavano i veloci pasti duranti i quali ci massaggiavano, sono stati fantastici. Così come la mia famiglia. Mia moglie Milena avalla la mia passione e mi segue spesso in gara, così anche mio figlio Giacomo di 11 anni. A loro ed agli sponsor Castellino di San Severino e Multipower dedico la mia impresa”. Con la ferma volontà di proseguire nella scia vincente. Magari all’Iron Man dell’isola d’Elba di fine settembre che viene conteggiato in combinata con la gara di Venezia. Quando Alberto Cambio avrà recuperato e tornerà a prepararsi minuziosamente. Autentico Uomo di Ferro!

Luca Muscolini

 

La premiazione

Premiazione

 

Cambio ( a destra) in acqua

Cambio in acqua a dx

 

Cambio (a destra) in bicicletta

 

Cambio in bici a dx

Pubblicato in Sport

Cinque comuni e un’Unione Montana per una due giorni dedicata allo sport e alla valorizzazione del territorio. Questa mattina, nella sala consiliare del comune di Camporotondo di Fiastrone, è stato presentato il “Borghi&Castelli Sport Fest”, iniziativa che si terrà sabato 9 e domenica 10 luglio. Si tratta di una manifestazione pensata per promuovere non solo l’attività sportiva ma anche i territori coinvolti. Oltre al comune di Camporotondo sono coinvolti anche Caldarola, Serrapetrona, Cessapalombo e Belforte del Chienti. A completare il sodalizio, l’Unione Montana dei Monti Azzurri.

Cinque comuni uniti per lo sport e per il turismo nel territorio – ha esordito il sindaco di Camporotondo, Emanuele Fondi –. Quella che presentiamo è una manifestazione molto importante che ci piacerebbe diventasse un appuntamento annuale che gli amanti dello sport possono segnare in agenda. I nostri territori sono belli e vasti e per quest’anno non tutti i cinque comuni ospiteranno una gara. Siamo solo alla prima edizione ma per i prossimi anni l’evento crescerà sicuramente”.

Dopo il saluto del padrone di casa ha poi preso la parola il presidente dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, Giampiero Feliciotti: “Ringrazio innanzitutto chi ha avuto per primo l’intuito di creare un evento simile, cioè il sindaco di Belforte, Roberto Paoloni, e Alessandro Trucchia, referente marchigiano di Total Training, start up del settore sportivo con sede a Cesenatico. Quella che Trucchia rappresenta – ha aggiunto – è un’impresa molto qualificata e faremo in modo che possa diventare un punto di riferimento per le nostre attività di valorizzazione del territorio”.

Proprio Trucchia, referente della start-up romagnola, ha succeduto a Feliciotti: “Quello che abbiamo proposto è un progetto triennale e siamo convinti che avrà successo tra gli amanti dello sport. La manifestazione – ha sottolineato – raggruppa diverse discipline, il nuoto, la pallanuoto, il trail running, il nordic walking e il duathlon. Lo sport – ha concluso – può creare indotto e può senz’altro portare in questi splendidi borghi una clientela diversa”.

 

borghi1jpg

 

Di seguito il programma dettagliato del “Borghi&Castelli Sport Fest”

Sabato 9 luglio: dalle 17:30 alle 19, gara di nuoto di fondo (2,5 km) sul lago di Caccamo; dalle 17:30 alle 19:30, torneo di pallanuoto (sia maschile che femminile) sul lago di Caccamo; dalle 18 alle 21, gara di urban trail (15 km di corsa, 600 m di dislivello positivo) a Belforte del Chienti; dalle 18:15 alle 20, sempre a Belforte, giochi e attività sportive per i bambini e, per finire, a partire dalle 21, stessa location, il party di “Borghi&Castelli Sport Fest”.

Domenica 10 luglio: dalle 8:30 alle 10:30, nordic walking a Cessapalombo; dalle 9 alle 11:30, gara di duathlon sprint (5 km di corsa – 20 km in bici – 2,5 km di corsa) a Caldarola; dalle 10:30 alle 12:30, sul lago di Caccamo, staffetta di nuoto (5x500m); stessa location per le finali del torneo di pallanuoto maschile e femminile, che si svolgeranno sempre dalle 10:30 alle 12:30. Il momento conclusivo sarà a Caldarola a partire dalle 12:30 con le premiazioni e, a seguire, il Pasta Party.

 

borghi

Pubblicato in Sport

L’Associazione Sportiva Tennis Tolentino ha recentemente celebrato con una grande festa cinquant’anni di attività di promozione allo sport e di agonismo. Nel corso dell’incontro il Consigliere delegato allo Sport Francesco Pio Colosi ha portato il saluto del Sindaco e dell’Amministrazione comunale e ha donato una targa ricordo che celebra proprio di 50 anni di storia del tennis a Tolentino. Inoltre, la convenzione stipulata con l'associazione Tennis Team Tolentino per la gestione dei campi da tennis di via Santini era stata prorogata lo scorso anno fino a giugno 2016 così da avere il tempo tecnico necessario per addivenire ad una decisione riguardo alla sistemazione della struttura sportiva in ragione del fatto che essa necessita di rilevanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, di difficile realizzazione data l'attuale congiuntura, al punto che potrebbe essere trovata una soluzione alternativa e definitiva per la sua collocazione.

A tutt'oggi non si sono verificate le condizioni per una decisione definitiva, ciò che rende necessario, al fine di garantire comunque la prosecuzione delle attività e la fruizione da parte degli utenti, dar corso ad una proroga di carattere tecnico dell'attuale gestione per la durata di due anni fino al 30 giugno 2018, alle stesse condizioni, modalità e termini di cui alla richiamata convenzione.

Pubblicato in Sport

 

Grande festa nel seminario di Camerino, sabato 2 luglio, per il taglio del nastro del "Family Sport", associazione sportiva fondata da due volontari, Nando Ferretti e Tullio Zamponi, che hanno recuperato gli spazi sportivi nella struttura situata alle porte del centro storico di Camerino da alcuni anni in stato di abbandono. Obiettivo primario della nuova associazione è quello di permettere alle famiglie di poter stare insieme, magari anche in compagnia dei loro amici a quattro zampe. I lavori, iniziati nel mese di ottobre, hanno visto coinvolti, oltre a Nando e Tullio, anche alcuni ragzazzi, smaniosi di avere uno spazio tutto per loro, una struttura sportiva con un campo da calciotto, basket e pallavolo. Soddisfazione è stata espressa dall'arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro, che unitamente al responsabile del seminario, don Cherubino Ferretti, ha dato il consenso al recupero degli spazi nella struttura del seminario diocesano. Un'associazione che ha una doppia finalità – le parole del vescovo - Creare un luogo sportivo, di svago per giovani e adulti e contemporaneamente una grande struttura per gli animali, in particolare i cani domestici. Ritengo sia un'occasione ulteriore di socializzazione per gli abitanti di Camerino. Ora bisogna fare in modo che ci siano anche gli educatori, cioè persone che sappiano rendere educativi questi spazi. Un ringraziamento particolare a Tullio e Nando per la loro generosità e soprattutto per aver concretizzato un'idea che è anche carica di futuro. sono stati molto generosi hanno avuto una bella e buona idea e questa idea è anche carica di futuro. Nostro compito primario è sempre quello di aiutare le persone, ma nulla vieta, come ci ricorda il papa nel documento "Laudato sii", che anche gli animali che ci fanno compagnia debbano essere trattati con rispetto". "Una scommessa vinta – così il presidente dell'associazione Nando ferretti - E' una grossa soddisfazione mettere a disposizione questo spazio per l'intera città. Siamo un'associazione che vive solo di buona volontà. Il nome "Family sport" sintetizza il nostro progetto, quello di portare le famiglie in questa zona così vicina al centro cittadino. Per questo abbiamo realizzato un campo di calcetto, uno sgambatoio per far correre i cani, un campo di pallacanestro, stiamo riattivando il campo da bocce e vogliamo costruire anche una piccola pista per il gioco delle biglie. In definitiva vogliamo permettere a tutti di praticare lo sport, quello vero". Presente all'inaugurazione anche il sindaco Gianluca Pasqui. "Ricordo questa struttura con grande affetto e piacere – ha dichiarato il primo cittadino – Da ragazzo venivo qui a giocare e non potevo immaginare di ritrovarla oggi con questo splendore. Faccio i complimenti al presisente Ferretti e a Tullio Zamponi per aver lavorato assiduamente, realizzando questa struttura per il bene delle famiglie di Camerino. Questo è un esempio concreto di come anche laddove non arriva il pubblico il privato può fare cose eccellenti. Desidero complimentarmi anche con l'arcivescovo Brugnaro per aver concesso questi spazi comprendendo con lungimiranza le esigenze della nostra città".

 

2

 

3

 

4

 

5

 

6

 

7

 

8

 

9

 

10

 

11

 

12

 

13

 

14

Pubblicato in Sport

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo