Notizie di politica nelle Marche

Sempre più studenti stranieri concludono con successo gli studi all’Università di Camerino. Corona d’alloro e brindisi in piazza giovedì 30 giugno per un giovane proveniente dal Camerun, che ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Chimica. “ Un ateneo sempre più internazionale”- ha affermato il Rettore Flavio Corradini sceso in piazza a festeggiare l’evento - “Siamo orgogliosi di aver consegnato a questo ragazzo il riconoscimento meritato per il suo impegno, certi che avrà una carriera brillante; in ogni paese dove andiamo, troviamo del resto ricercatori e professori universitari che hanno svolto parte della loro carriera all’Università di Camerino e questo ci rende molto felici. Mi piace essere sempre molto vicino agli studenti - ha aggiunto – perché, senza retorica, rappresentano il nostro futuro. E, in questo caso, festeggiamo dei giovani internazionali che immediatamente diventano ambasciatori dei nostri prodotti e della bellezza di questa terra, in giro per il mondo. Torneranno sicuramente i loro figli a studiare da noi. Tutti insieme dobbiamo vivere un mondo globale di maggiore conoscenza,. E’ per questo che siamo sempre molto vicini agli studenti italiani e stranieri - ha concluso- senza dimenticare mai di avvicinarli alle nostre imprese”.

rettorecorradinistudente

“Quando sono arrivato qui, sapevo già che Camerino era una bella città e ho potuto rendermene conto di persona” – ha dichiarato il neolaureato dottore in ricerca, attorniato da amici e familiari- “Ho trovato veramente molte persone simpatiche e la mia esperienza di studio è stata molto significativa e gratificante. Non posso che incoraggiare tutti a venire in questo ateneo a studiare. Ritengo che Camerino sia il posto ideale per farlo”-.

Non è mancata una sorpresa da parte del Rettore Corradini

“ Sì- ha confermato- il rettore ci ha visto mentre stavamo semplicemente passeggiando in piazza e ci ha detto “Se venite facciamo una fotografia insieme”. E’ una persona così aperta e disponibile… Davvero positiva come lo sono l’Università e la città”.

un momento festa piazza

Pubblicato in Politica

 

 

In tema di sanità Romano Carancini, nella sua doppia veste di sindaco di Macerata e di presidente della Conferenza dei sindaci dell’Area Vasta, intende tutelare l’intero territorio e rappresentarlo rispondendo alle richieste e alle sollecitazioni che in tal senso gli vengono avanzate.

Questo ha tenuto a sottolineare il primo cittadino maceratese stamattina prima di dare avvio alla conferenza stampa convocata per fare il punto sulla revisione delle reti cliniche e dell’ospedale unico, materie su cui domani si terrà la Conferenza dei Sindaci dell’Area vasta 3, convocata per le 9.30 nella sala consiliare del Comune di Tolentino.

“Le mie espressioni non sono contro qualcuno - ha premesso Carancini prima di fare il punto sui punti all’ordine del giorno della riunione di domani -, ma sento il ruolo di responsabilità che ho e per questo mi impegno, per portare acqua e sole al nostro territorio e lavoro per l’interesse di tutti e al loro fianco. Premesso che ognuno ha il suo stile politico e caratterizza il proprio rapporto con i cittadini, dico che non dobbiamo avere paura di aprire confronti e parlare con i territori dell’Area Vasta 3 e mi trovo in disaccordo con chi, invece, afferma che certe questioni devono essere esaminate in ambiti politici”.

   Parla di errore il sindaco Carancini riferendosi a chi pensa che la sanità maceratese sia alla frutta ma crede, al contrario, che oggi “ci sia ancora la condizione di rafforzarla e così la sua offerta”.

“Siamo a un bivio - ha affermato - e agli operatori della sanità, tutti, nessuno escluso, voglio dire che la politica non è distratta e che non devono rassegnarsi. I sindaci dell’Area Vasta 3 sono attenti e, in questo momento decisivo e delicato, vogliono contribuire a migliorare l’attuale situazione perché ci sono cose che possono darci speranza e vi assicuro che in tema di sanità non saranno condizionati dalle appartenenze politiche”.

Carancini ribadisce la decisione che l’Area Vasta 3 deve andare verso l’ospedale unico: ”Abbiamo in mano un’analisi di fattibilità che ne prevede la realizzazione per un totale di 550 posti letto su un territorio di 7 ettari, con un’estensione maggiorata per le infrastrutture, e da qui occorre muovere il secondo passo, importante, verso la selezione del luogo dove potrebbe nascere. Decisione che deve essere presa esaminando la disponibilità che i territori proporranno. Il terzo passaggio riguarda la scelta che deve avvenire su analisi e responsabilità della Regione Marche”. Per il sindaco Carancini si tratta di una sfida che gli amministratori “non debbono lasciarsi scappare e di fronte alla quale debbono farsi trovare pronti”.

Altro argomento riguarda le reti cliniche e il sindaco di Macerata dice di essere vicino alle sollecitazioni del primo cittadino di Civitanova Marche, Tommaso Corvatta ma dissente sul fatto di “mollare”: “Siamo sindaci responsabili e in questo momento occorre un impegno forte e di coesione.

L’Asur deve essere attenta a una rete clinica che dia sicurezza”.

Altro nodo dolente quello di Radiologia interventistica: “Chiederò che la politica regionale cambi su Radiologia interventistica a Macerata. Domani, chi verrà dalla Regione, venga a dirci che sarà autorizzata nei prossimi giorni dando seguito a quanto stabilito nella delibera 1.219 del 2014 e confermato nel novembre scorso. E, senza polemiche, voglio dire che nel decreto ministeriale n. 70, preso a giustificazione del fatto che Macerata non sia più all’altezza di ospitarla, non c’è una sola parola che possa inibirne la realizzazione, neanche di carattere formale. E quando si parla di numeri il DM n.70 fa riferimento a un bacino di 800.000 e ,Macerata con Fermo e Ascoli Piceno, arriva a 708.000 e quindi è dentro il contesto”.

Domani Carancini ha intenzione anche di sollecitare altre questioni quali le cancellazioni dei reparti otorino e malattie infettive e parlare della direzione sanitaria che “a Macerata è a intermittenza”.

   “Il quadro – ha concluso il sindaco dopo aver ricordato che le questioni affrontate oggi in conferenza stampa sono state condivise ieri con la direzione del Pd durante nel corso di un confronto che ha definito costruttivo - non è drammatico, ma meritevole di attenzione e di eventuali battaglie nel caso in cui non ci fossero risposte chiare”

Pubblicato in Politica

Promesse mantenute per la nuova casa di riposo di Camerino che avrà il suo ascensore. Dopo le assicurazioni fornite nel corso della sua improvvisa, quanto inaspettata, visita alla struttura l'assessore Angelo Scipaichetti ha incontrato in Regione il sindaco Gianluca Pasqui insieme al vice Roberto Lucarelli, all'assessore Roberto Mancinelli e al presidente di Casa Amica Luigi Vannucci, entrando nei dettagli dell'operazione che consentirà il finanziamento dell'opera per complessivi 900 mila euro. “Non avevo mai dubitato dell'impegno della Regione Marche soprattutto dopo l'incontro avuto a Camerino nel mese di gennaio con il governatore Ceriscioli – le parole del primo cittadino – Oggi, comunque, abbiamo avuto la certezza che saranno stanziati 900mila euro che serviranno per realizzare l'ascensore nel palazzo dell'ex ospedale. Per quanto riguarda, invece, il finanziamento della variante l'assessore ha garantito il riconoscimento di gran parte della somma necessaria per il completamento. Per cui questa grande opera verrà riconsegnata alla città, anche se non possiamo ancora dare date certe. L'importante, comunque, è ricostruire un edificio in tutto il suo splendore e con le sue funzionalità”. Dunque, tutto è bene quel che finisce bene. Grazie al fattivo impegno dell'amministrazione comunale camerte e dell'assessore Sciapichetti l'ascensore si farà e la struttura ospiterà, oltre alla casa di riposo e agli uffici dell'Asur, anche l'istituto Santo Stefano che, così, resterà nella città ducale.

Pubblicato in Politica

“Oggi è possibile affermare che la soluzione per migliorare la funzionalità dell’ex ospedale S. Maria della Pietà, ripristinato con i fondi della ricostruzione del terremoto del 1997, è stata trovata e il Comune può realizzare il collegamento verticale tra il parcheggio e il complesso dell’ex ospedale completamente restaurato. I dettagli procedurali saranno definiti nel corso della riunione del prossimo 24 giugno”. Così l’assessore Angelo Sciapichetti ha mantenuto la promessa fatta dopo il blitz a sorpresa compiuto qualche giorno fa nella città ducale. L'assessore regionale si era impegnato con il sindaco Pasqui e con il presidente di casa Amica Vannucci, alla presenza del segretario del Pd camerte Caprodossi e del consigliere Fanelli, a verificare entro giugno tutte le possibili alternative per rispondere alle esigenze rappresentate. La collaborazione istituzionale premia quando i rappresentanti delle comunità locali uniscono i loro sforzi su obiettivi ritenuti essenziali per i cittadini, a guadagnarci sono i cittadini stessi.

 

Il piazzale dove sarà costruito il nuovo ascensore

 

sitoascensore

Pubblicato in Politica

Nessun dubbio sulla potabilità dell'acqua a Camerino. E' lo stesso primo cittadino Gianluca Pasqui a fornire rassicurazioni al riguardo dopo aver incontrato i vertici dell'Asur e dell'ASSM, l'azienda che gestisce il servizio idrico nella città ducale. "Il servizio prevenzione dell'Asur ha rilasciato un documento ufficiale dal quale si evince che non ci sono assolutamente problemi di potabilità dell'acqua – le parole del sindaco – Soltanto nella frazione Sfercia, in data 17 febbraio, è risultato un parametro riguardante i coliformi superiore a quello previsto dalla legge. Questo il motivo della clorazione dell'acqua effettuata dalla ASSM, al fine di mettere la popolazione in una condizione di tranquillità. Ora da parte dello stesso gestore è in atto uno studio per far sì che ci sia il giusto valore di cloro e che questo non vada a modificare le caratteristiche organolettiche della nostra acqua. La nostra acqua ha valori di potabilità vicini alla perfezione e ogni allarmismo al riguardo appare assolutamente fuori luogo".

Pubblicato in Politica

Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha ufficialmente firmato il decreto di nomina della nuova Giunta comunale settempedana ripartendo incarichi e attribuzioni fra i cinque assessori che faranno parte dell’organo di governo dell’ente locale. Sono stati inoltre nominati ufficialmente anche alcuni consiglieri incaricati.

Il primo cittadino ha tenuto per sé le deleghe alla Sanità, al Personale e alla Protezione Civile e ha affidato l’incarico di vice sindaco a Giovanni Meschini insieme all’assessorato alle Attività produttive, al Turismo, allo Sviluppo imprenditoriale giovanile, all’Artigianato, all’Industria e allo Sviluppo dei prodotti locali. A Tarcisio Antognozzi è stato assegnato l’incarico di assessore al Bilancio, alla Programmazione economica e finanziaria, alle Società partecipate e ai rapporti con l’Assem Spa e l’Assem Patrimonio Srl, al Trasporto pubblico locale, all’Attuazione del programma e al Patrimonio. Sara Bianchi è stato invece designato assessore all’Urbanistica, all’Ambiente e ai Lavori Pubblici. Fra le nuove nomine figurano poi quelle di Vanna Bianconi, assessore allo Sviluppo culturale, ai Servizi sociali, ai Servizi alla persona e alla famiglia, all’Istruzione, ai Rapporti con le scuole e di Paolo Paoloni, nominato assessore allo Sport, alle Manutenzioni e alle Associazioni.

Il sindaco Piermattei ha inoltre affidato incarichi ai consiglieri Silvia Chirielli, che si occuperà così di Politiche per i giovani e di Prevenzione del disagio giovanile, Sandro Granata che si occuperà di rapporti con le frazioni, Jacopo Orlandani, che si occuperà di Polizia municipale, Polizia amministrativa, Sicurezza, Nettezza urbana, Segnaletica e viabilità, Michela Pezzanesi, che si occuperà di Pari opportunità, e Piero Pierandrei, cui sono stati affidati la Ricerca fondi ma anche i Rapporti con i quartieri e la valorizzazione del centro storico e l’Edilizia privata.

Si terrà sabato 25 giugno alle ore 11, la prima seduta del Consiglio comunale. Fra i punti all’ordine del giorno dell’Assise, convocata dal sindaco Rosa Piermattei, figurano l’esame delle condizioni di eleggibilità e di compatibilità dei consiglieri. Subito dopo si procederà alla convalida degli eletti. Seguiranno il giuramento del sindaco e l’elezione del presidente del Consiglio comunale. Verrà poi data comunicazione dei componenti la Giunta. Si procederà infine alla nomina della Commissione elettorale comunale e della Commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari. Infine saranno resi noti gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni.

Pubblicato in Politica

Si è svolto al Teatro Comunale di Castelraimondo il primo consiglio comunale dopo le elezioni dello scorso 5 giugno di fronte ad una nutrita platea. Dopo l'esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità degli eletti, il sindaco Renzo Marinelli ha pronunciato il suo giuramento. “Colgo l'occasione per ringraziare nuovamente la cittadinanza – ha affermato il primo cittadino – per averci accordato ancora la sua fiducia ed il suo sostegno per i prossimi cinque anni. Siamo già al lavoro, abbiamo subito nominato la giunta e affronteremo immediatamente le questioni più urgenti. Faccio un augurio a tutti i consiglieri di poter lavorare fattivamente per il bene di Castelraimondo. Questo è il mio impegno e quello di tutta la squadra. Farò di tutto affinché noi tutti, sia in maggioranza che in opposizione, possiamo lavorare per questo obiettivo, per il benessere di Castelraimondo, la sua crescita ed il suo futuro. Chiedo quindi la collaborazione di tutti, consiglieri, dipendenti comunali e cittadini”. Dopo l'intervento del sindaco Marinelli si è proceduto con la comunicazione della nomina della giunta e del vicesindaco. Come già annunciato ricoprirà anche il ruolo di vicesindaco Esperia Gregori, assessore con deleghe a Servizi Sociali, Sanità, Problematiche della Terza Età, Politiche Giovanili, Istruzione e Volontariato. Oltre a lei si affiancheranno al sindaco Marinelli Patrizio Leonelli, assessore con deleghe Lavori Pubblici, Edilizia Privata, Ambiente, Gestione del Territorio, Urbanistica, Roberto Pupilli, assessore con deleghe a Protezione Civile, Polizia Urbana e Municipale, Servizi Cimiteriali, Sicurezza, Traffico, Viabilità ed Elisabetta Torregiani, assessore con deleghe a Cultura, Sport, Turismo, Tempo libero e Servizi Ecologici. A chiusura dell'ordine del giorno, le elezioni del presidente del consiglio e della commissione elettorale comunale. È stata eletta Presidente del Consiglio Comunale il vicesindaco Esperia Gregori, mentre sono membri effettivi della commissione elettorale comunale i consiglieri Stelvio Calafiore, Fabrizio Calmanti e Renato De Leone (membri supplenti i consiglieri Edoardo Bisbocci, Paolo Cesanelli, Dario Farabollini).

Pubblicato in Politica

Un grande esempio di bell’Italia viene da Ussita, fiore all’occhiello del Parco dei Sibillini, il cui sindaco Marco Rinaldi e i suoi assessori di giunta hanno deciso di rinunciare al 100% delle proprie indennità di carica e dei rimborsi spese sostenute per il comune fin dall’inizio dell’insediamento a favore del rilancio turistico della località marchigiana nel 2016.

Una somma totale di circa 45.000 euro, che deriva dal costo che il comune avrebbe dovuto sostenere tra indennità, imposte e rimborsi spese telefonici, chilometrici per viaggi di lavoro di sindaco e assessori, che è stata destinata al finanziamento di iniziative a favore del sviluppo turistico della cittadina.

“Fin dall’inizio della legislatura - ha dichiarato il sindaco Rinaldi - trovandoci di fronte ad un bilancio così problematico per possibilità di investimenti e spese, a causa di scelte pregresse, e della situazione generale di tagli imposta dal governo nazionale, tra cui va sottolineato il “fondo di solidarietà” particolarmente penalizzante per Ussita che si vede trattenere circa seicentomila Euro (pari al 60% della somma riscossa con l’IMU), la nostra giunta ha deciso anche di non prendere i gettoni di indennità di carica e nessun tipo di rimborso spese anche per dimostrare concretamente ai cittadini-contribuenti a cui, purtroppo, stiamo chiedendo grandi sforzi, la condivisione dei sacrifici.

Parimenti è stato deliberato di destinare l’ammontare totale della somma nell’investimento, per rilancio della stagione turistica 2016. Ci è sembrata una scelta imprescindibile, per una località che vive di turismo”.

Pubblicato in Politica

La Provincia di Macerata sta eseguendo diversi lavori di asfaltatura su alcune strade di propria competenza. Si tratta di appalti bloccati nel 2011 dai limiti imposti dal patto di stabilità ed ora fattibili a seguito di nuove regole contenute nella finanziaria 2016 che ha superato tali vincoli. Uno di questi appalti riguarda i lavori di rifacimento di tappetini sulla provinciale 361 e più precisamente nel tratto che va da Fiuminata al Passo del Cornello. I lavori per un importo di 280 mila euro sono stati affidati alla ditta Ciarmatori. Le economie derivanti dal ribasso verranno utilizzate per la sistemazione di alcuni brevi tratti sulla stessa arteria in prossimità dell'abitato di Pioraco.

fiuminata cornello 2 rid

Pubblicato in Politica

Un importante convegno si svolgerà a Castelraimondo sabato 18 giugno alle ore 16 al Teatro Comunale in Piazza della Repubblica. Si intitola “Piccoli comuni, 6000 campanili: soppressione o libera fusione?” ed è promosso da Unpli Macerata e dalla Pro Loco di Macerata in collaborazione con la Pro Loco Castelraimondo, il patrocinio del Comune di Castelraimondo, del Consiglio Regionale, Assemblea legislativa delle Marche e la Regione Marche ed il supporto del Relais Borgo Lanciano di Castelraimondo.

Dopo il saluto istituzionale, interverranno sul tema gli illustri relatori, instaurando un confronto costruttivo e divulgativo sul tema del convegno; la dottoressa Roberta Bisello, segretario generale dei comuni di Acquacanina, Fiastra e Castelraimondo, l'avvocato Moreno Misiti, sindaco del comune di Sirolo, componente della direzione nazionale dell'Associazione Nazionale piccoli comuni d'Italia, Giampiero Feliciotti, presidente dell'Unione Montana dei Monti Azzurri, dott. Fiorello Primi, presidente dell'associazione “I borghi più belli d'Italia”, Gianfranco Fisanotti, presidente dell'Unionturismo, l'onorevole Piergiorgio Carrescia, il senatore Remigio Ceroni e l'onorevole Emanuele Lodolini, primo firmatario della proposta di legge sui Piccoli Comuni.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo