Notizie di economia nelle Marche

Senza casette nei paesi svuotati il crollo del 90% del mercato fa morire l’economia locale con gli agricoltori e gli allevatori rimasti che per sopravvivere sono costretti a cercare canali alternativi dove vendere i prodotti salvati dalle macerie. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti che a sei mesi dal sisma ospita all’insegna della solidarietà i produttori provenienti dalle Marche e dalle altre regioni terremotate nel nuovo mercato contadino di Campagna Amica a Roma, all’Aranciera di San Sisto in Via Valle delle Camene 11 nei pressi delle Terme di Caracalla, per tutto il week end di Carnevale. In aiuto delle campagne è infatti c’è stata soprattutto la solidarietà della gente comune con una vera corsa all’acquisto dei prodotti terremotati che ha coinvolto quasi 1 italiano su 4 (24%) fino al Santo Padre che ha incaricato espressamente l'Elemosineria Apostolica di acquistare prodotti alimentari tipici delle aree colpite da distribuiti a diverse mense caritative della città di Roma per la preparazione dei pasti donati quotidianamente alle persone bisognose e senza fissa dimora. Il crollo delle vendite, sottolinea la Coldiretti, ha colpito maggiormente i formaggi, dal pecorino alle caciotte, anche in ragione del fatto che nelle zone colpite dal sisma è radicata l’attività di allevamento. L’abbandono forzato delle popolazioni, trasferite sulla costa, e la fuga dei turisti hanno fatto venir meno la clientela, mettendo in grave difficoltà le aziende che, oltre a non vendere, devono comunque mungere tutti i giorni con la necessità di trasformare il latte o cederlo a qualche caseificio, peraltro in una situazione in cui molte strutture di questo tipo sono inagibili. In difficoltà anche il settore dei salumi, a partire da quelli pregiati a Denominazione di origine, dove al blocco delle vendite si è accompagnato quello della produzione a causa dell’inagibilità dei laboratori che si trovano nelle zone del cratere. Ma l’assenza di acquirenti sta interessando un po’ tutte le produzioni.

Pubblicato in Economia

Valorizzare i giovani e l'innovazione anche per risollevare l'agricoltura marchigiana colpita dal terremoto. E' l'obiettivo dell'edizione 2017 dell’Oscar Green, il premio promosso da Coldiretti Giovani Impresa  per dare spazio agli under 40 che creano lavoro e sviluppo nelle cinque province marchigiane. Le iscrizioni andranno presentate entro il 31 marzo prossimo, attraverso il sito internet www.oscargreen.it, o presso gli uffici della Coldiretti sul territorio. Le categorie dell’edizione 2017 sono sei: Impresa2.Terra (nuovi percorsi tecnologici e di comunicazione), Campagna Amica (valorizzazione del Made in Italy), Agri you (agricoltura sociale), We Green (impegno per l'ambiente), Fare Rete (partnership con altri settori), Crea (creatività e innovazione). “L’Oscar Green mette in vetrina quell’agricoltura moderna e multifunzionale che consente oggi ai giovani di avviare un’attività imprenditoriale nella quale esprimere le proprie idee e il proprio vissuto di esperienza e cultura – sottolinea Paolo Guglielmi, delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa -. Una risorsa importante da sfruttare nel processo di ricostruzione dell'agricoltura duramente colpita dal terremoto”.

Pubblicato in Economia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo