Notizie di economia nelle Marche


Preoccupazione dei lavoratori e dei sindacati per l' incertezza in cui è piombato di nuovo il Gruppo Ghergo.

L'amministratore delegato e i suoi collaboratori, entrati in carica a Luglio 2015 e responsabili di tutto il piano di riorganizzazione e rilancio del gruppo- spiegano i sindacati- sono stati “congedati” a fine Settembre senza plausibili spiegazioni.

Tutti i ruoli dirigenziali sono nuovamente ricoperti dai componenti della famiglia Ghergo, proprietaria del gruppo, che oggi stanno lavorando ad un nuovo fantomatico Piano Industriale da presentare a banche e organizzazioni sindacali, con tempi indefiniti.

Dal 2009 ad oggi a Porto Recanati la stessa famiglia ha incaricato (e poi dimissionato) ben tre professionisti esterni, con l' unico risultato ad oggi di avere peggiorato la situazione sia finanziaria che produttiva, nonostante l'uso continuo di ammortizzatori sociali e i sacrifici dei lavoratori.

A Matelica e Sassoferrato il piano di riorganizzazione e rilancio degli stabilimenti, sottoscritto in Regione Marche e al Ministero del Lavoro non più tardi della scorsa primavera, a causa di una serie preoccupante di ritardi sulle tempistiche concordate, sia sullo smontaggio della vecchia linea che sull'acquisizione e montaggio della nuova, rischia di essere messo in discussione compromettendo le prospettive future per entrambi gli stabilimenti.

Il 13 ottobre le OOSS e le rsu di tutti gli stabilimenti delle province di Macerata e Ancona hanno coinvolto la Regione Marche con il suo Assessore al Lavoro, Loretta Bravi.

Il 14 si sono tenute le assemblee dei lavoratori di tutti gli stabilimenti del gruppo, dando avvio allo stato di agitazione e alla mobilitazione di tutti i lavoratori, a partire da un'ora di sciopero lunedì 17 ottobre, ultima ora del turno in TUTTI gli stabilimenti del gruppo.

La preoccupazione dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali - conclude il comunicato-  merita risposte serie in occasione del prossimo incontro in Regione Marche programmato per il 4 Novembre.

Pubblicato in Economia

Sarà inaugurata giovedì 13 ottobre alle ore 17, l’edizione 2015 di TolentinoExpo la manifestazione fieristica allestita nel centro storico della Città di Tolentino dove si incontrano tutti gli operatori e non solo, mostrando le loro produzioni e le opportunità di partnership presenti nel territorio.

In esposizione oltre settanta aziende di diversi settori che allestiranno i loro stand presentando le loro produzioni. Gli spazi espositivi sono ubicati in piazza della Libertà e in piazza Mauruzi e novità per questo 2016, uno spazio eventi completamente coperto allestito in piazza Martiri di Montalto.

Tra gli appuntamenti più importanti segnaliamo la cerimonia di inaugurazione che si terrà giovedì 14 ottobre alle ore 17 all’auditorium Fusconi nel complesso monumentale della Basilica di San Nicola ed a seguire, in piazza della Libertà, il taglio del nastro alle ore 18.30.

Da non perdere venerdì 14 ottobre, in piazza Martiri di Montalto, alle ore 21.15, l’edizione 2016 del Premio Ravera, una canzone è per sempre organizzato da Michele Pecora con la partecipazione di Bobby Solo, Fiordaliso, Filippo Graziani, Dario Salvatori, Paolo Mengoli, Tiziana Rivale, i giovani talenti e tante altre sorprese. Presenta Fabrizio Frizzi.

Sabato 15 ottobre si replica con l’animazione, la musica , le degustazioni e una sfilata di moda promosse dai Commercianti del Centro Storico.

Pubblicato in Economia
Mercoledì, 05 Ottobre 2016 18:40

Delsa insegna l'arte del ricamo.

Apprendere l'arte del ricamo in uno dei templi della moda marchigiana.

"Ricamatrice artistica di alta moda" è, infatti, la qualifica per la quale Cescot, l';ente di

formazione accreditato della Confesercenti organizza, insieme all'azienda di abiti da

sposa Delsa e alla ditta Prezioso, un corso di formazione a pagamento.

E'stato presentato oggi (mercoledì 5 ottobre), nella sede dell'azienda di abiti da sposa di

Belforte del Chienti.

A spiegare come sarà strutturato il corso, Lucia Biagioli, direttrice della Cescot Macerata,

Giulia Sancricca dell'ufficio stampa della Delsa e Laura Salvucci, titolare del marchio

Prezioso.

 

Arte ricamo Dersa JPG

 

Si tratta di un corso di specializzazione di 300 ore, in parte dedicate alla teoria, in parte

alla pratica e altrettante ad uno stage in una delle aziende che aderiscono al progetto.

In un periodo dove le figure professionali legate all'artigianato artistico vengono sempre

di più a mancare, il corso dà l'opportunità di acquisire la giusta esperienza per poter

lavorare in aziende del settore o dar vita ad una propria attività.

Il corso formativo spazierà dalla storia del ricamo e del tessuto, all'arte del cucito e del

ricamo, senza tralasciare i tempi, i metodi e gli aspetti tecnici da conoscere per la

sicurezza sui luoghi di lavoro.

Tanti gli aspetti del ricamo che sarà possibile apprendere all'interno dell'azienda di abiti

da sposa di Belforte del Chienti.

Tra i docenti, Teresa Lucaroni, fashion designer di Delsa couture, ed il suo team creativo,

cresciuti professionalmente con Maria Cristina Craglia, fondatrice di Delsa e profonda

conoscitrice del ricamo a telaio.

Il profumo di questa antica arte ancora si respira all'interno del laboratorio belfortese. I

partecipanti al corso avranno l'occasione di toccare con mano le produzioni dell'azienda

che ha fatto la storia degli abiti da sposa.

Le ore di laboratorio prevedono anche visite a biblioteche, musei di arte e storia e

proiezioni di film per acquisire il giusto metodo di ricerca e sviluppo inerente la

creazione del prodotto di alta moda.

L'obiettivo è, infatti, quello di formare ricamatrici professioniste in grado, non solo di

ideare e realizzare un ricamo, ma anche di utilizzarlo per confezionare un prodotto finito.

<<Nella molteplicità dei servizi offerti – ha detto Lucia Biagioli - la Confesercenti di

Macerata, apre uno spazio di interesse verso la promozione di una formazione

specializzata, in linea con le attività ed iniziative volte al sostegno dei giovani e

dell’autoimprenditorialità, già attive grazie a gestione di bandi specifici della Regione

Marche che evidenziano una reale esigenza dei giovani di orientarsi alla vita

imprenditoriale.

Ciò che ci preme – ha proseguito - è rispondere alle esigenze dei giovani che vogliono

inserirsi nel settore artistico e/o tradizionale dandogli spazio e scommettendo su chi vuole

fare di un mestiere un’opportunità professionale, partendo in primis dalla propria

formazione. Siamo convinti che i corsi formativi professionalizzanti e con contenuti

pratici risultano essere l’alternativa giusta nell’avvio dell’attività imprenditoriale,

permettano di cogliere le diverse sfumature del ramo autonomo e, in generale, per meglio

capire il mondo del lavoro".

Quale luogo migliore, per apprendere le tecniche del ricamo, se non il tempio

marchigiano degli abiti da sposa come lo è Delsa. Il laboratorio dove la fondatrice, Maria

Cristina Craglia, decise di fondere il ricamo appreso da ragazzina dalle suore, con la

tecnica del telaio conosciuta grazie ai suoi viaggi in Tunisia. E' da questa unione che il

marchio Delsa ha acquisito ancor più prestigio nei ricami e nelle lavorazioni ed è grazie

al desiderio di tramandare questa arte che nasce il corso della Cescot.

"Vogliamo insegnare a ideare cose belle – ha detto, per Delsa, Giulia Sancricca - . Lo

vogliamo insegnare a chiunque decida di iscriversi: dalle persone che hanno già

esperienza, ai più giovani che invece sono alle prime armi. Lo vogliamo insegnare a tutti,

perchè l'esperienza della nostra fondatrice ci insegna che solo con l'umiltà e la sete di

conoscenza si può volare alto.

Quello che Delsa, con questo corso, vuole dare, sono gli strumenti per ideare e creare

ricami di alta moda, con i quali ognuno può intraprendere la strada che vuole. Una volta

appresa questa arte meravigliosa c'è chi potrà decidere di proporla in una azienda che si

occupa di alta moda o chi, invece, dar vità lui stesso ad una propria attività.

Voremmo far capire che nessuno, soprattutto in questo periodo di crisi economica, può

sentirsi arrivato. E questo ce lo insegna Maria Cristina – ha concluso - che ha sempre

avuto un continuo bisogno di apprendere arti nuove e di condividerle con donne che,

come lei, avevano la grande passione per la moda e per le cose belle.

Ultimo ma non meno interessante è stato l'intervento di Laura Salvucci che all'interno

della Delsa ci è cresciuta e con gli occhi di una adolescente ha potuto vedere tutta la

passione che la mamma, Maria Cristina Craglia, metteva nei suoi modelli e nei suoi

ricami. La stessa passione che lei, oggi, mette nella creazione dei cuscini per occhi

Prezioso e che l'ha spinta a collaborare alla creazione di questo corso.

"A proposito dell'autoimprenditorialità, che il corso e Confesercenti vogliono

promuovere – ha detto Laura Salvucci - , ritengo che Prezioso ne sia un esempio.

Nonostante le difficoltà di questo periodo economico, con il cuscino per occhi mi sono

rimessa in gioco. Così ci ha sempre insegnato nostra madre che nei momenti di crisi si è

sempre impegnata a dare di più. La potenzialità, del cuscino Prezioso, di diventare un

accessorio di alta moda, deriva dalla storia e dal patrimonio storico e culturale che ho

ereditato in Delsa.

L';obiettivo è, infatti, quello di aprirci ai mercati internazionali del lusso, come quello

Arabo e Asiatico che hanno mostrato già un notevole interesse. Gli allievi del corso che si

iscriveranno allo stage con Prezioso avranno l'opportunità di crescere professionalmente

in un clima creativo che guarda ai mercati esteri del lusso.

 

Delsa 2

Pubblicato in Economia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo