Notizie di spettacolo nelle Marche

Avrebbe potuto avere ben più gravi conseguenze l’incidente stradale che ha visto coinvolto un anziano sacerdote di 71 anni nel territorio del comune di Bolognola. L’uomo, che è parroco a Piane di Falerone, stava percorrendo la strada provinciale verso la località Pintura per recarsi in visita ai ragazzi del campo scuola della sua parrocchia quando, per cause in corso di accertamento, il furgone Fiat Ducato sul quale viaggiava si è ribaltato. Sul posto, oltre ai sanitari del 118, i vigili del fuoco del distaccamento di Camerino che hanno estratto l’anziano parroco dalle lamiere dell’abitacolo e messo in sicurezza l’automezzo. Il 71enne, rimasto seriamente ferito, è stato trasportato in eliambulanza all’ospedale di Torrette dove è ricoverato. Fortunatamente non è in pericolo di vita.

Pubblicato in Cronaca

 

I Carabinieri hanno utilizzato anche un “drone” per verificare i sospetti sul giovane.

Mirati servizi sul territorio hanno permesso ai Carabinieri della Compagnia di Camerino di rinvenire una piantagione di marijuana sul terrazzo dell’abitazione di un 30enne a Pievebovigliana . Monitorando i luoghi adiacenti alla dimora del giovane del luogo, appunto sospettato di coltivare marijuana, al termine degli accertamenti, i militari hanno deciso di intervenire perquisendo l’abitazione. Per avere conferma dell’effettiva presenza delle piante, i Carabinieri avevano utilizzato un drone; le riprese della fotocamera del piccolo elicottero radiocomandato hanno confermato il tutto. Entrati nell’abitazione i militari hanno effettivamente rinvenuto sul terrazzo tre piante di marijuana alte circa un metro in piena fioritura. L’uomo aveva anche elaborato un rudimentale sistema di irrigazione che, attraverso un tubicino proveniente dal bagno della casa, alimentava le piante con acqua e fertilizzante, in maniera da garantire una crescita rapida e costante. Le piante sono state sequestrate e per il giovane è scattata la denuncia in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Pubblicato in Cronaca

"Orange" è l nome dell'operazione eseguita all'alba dai militari del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Macerata, che ha portato all'arresto di 5 persone in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare. In manette sono finiti Giuseppe Capuano, 42enne originario di Santa Maria Capua Vetere residente a Casette Verdini, e Josè Antonio Suru Marinez, 34enne dominicano residente a Macerata. Sono, invece, sottoposti alla misura degli arresti domiciliari Kamil Micolaj Paziewski, 36anni residente a Tolentino, Riccardo Burgioni, maceratese di 20 anni, e Emanuele De Caro, 21 anni, messinese di origine ma residente a Morrovalle. Secondo gli investigatori i 5 esercitavano attività di spaccio di cocaina e marjuana nell'intero territorio maceratese, ma la banda aveva anche ramificazioni nel Veneto.

Pubblicato in Cronaca

Una famiglia pachistana, che vive a Macerata, è rimasta coinvolta in un terribile incidente avvenuto nel bolognese sulla A14 Sud. Ad avere la peggio è stato il figlioletto di un anno e mezzo che viaggiava nell’auto dei genitori, una Alfa 156 vecchio tipo, senza essere seduto sul seggiolino di sicurezza, né indossare cinture. Il piccolo viaggiava insieme ai genitori, una coppia di origine pachistana, e i due fratellini più grandi quando, per cause in corso di accertamento, la vettura ha urtato il new jersey centrale, ribaltandosi poi più volte e arrestando la sua corsa dopo 100 metri.. Sbalzato fuori dall'abitacolo il bambino è stato soccorso dal 118, ed è attualmente ricoverato con prognosi riservata, all’Ospedale Maggiore di Bologna. La madre del piccolo, di 34 anni, ha riportato una grave lesione ad un piede; illesi invece il padre, di 35 anni, il fratello di 3 e la sorella di 6 anni. Dai rilievi della polizia Stradale, è emerso che nell’auto non erano presenti seggiolini di sicurezza per bambini e nessuno degli occupanti indossava le cinture di sicurezza. A dare l’allarme è stato un camionista; accortosi subito dell'incidente, l’uomo ha arrestato il proprio mezzo a protezione dell’auto, per impedire che altri veicoli in arrivo potessero travolgere il bambino finito sulla carreggiata e la vettura. La famiglia stava facendo rientro da Bologna a Macerata

Pubblicato in Cronaca

Anas e la controllata Società Quadrilatero Marche-Umbria hanno aperto oggi al traffico la direttrice Foligno-Civitanova Marche e il tratto umbro della direttrice Perugia-Ancona, alla presenza del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Complessivamente sono stati inaugurati 50 km di nuove infrastrutture che, con 18 gallerie e 30 viadotti, superano i dislivelli appenninici e collegano in modo diretto e veloce le due regioni, sostituendo i tracciati esistenti delle strade statali 77 “della Val di Chienti” e 318 “di Valfabbrica”, caratterizzati da percorsi tortuosi, con forti pendenze e in parte interni a centri abitati.

L’investimento complessivo per la realizzazione delle opere ammonta a circa 1,3 miliardi di euro.

 

pettinariinaugurazione

All’inaugurazione sono intervenuti, tra gli altri, il Ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio; il Presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli; la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini; il Presidente dell’Anas, Gianni Vittorio Armani e l’Amministratore Unico della società Quadrilatero Marche-Umbria, Guido Perosino.

 

pasquiperosino

“Oggi - ha affermato il Presidente di Anas Gianni Vittorio Armani - consegniamo al territorio umbro-marchigiano due nuove infrastrutture moderne e funzionali, dotate dei più avanzati sistemi tecnologici, per assicurare i massimi standard di sicurezza per la circolazione e un migliore comfort di guida, a servizio delle persone e delle imprese. Come spesso accade quando si realizzano grandi opere - ha aggiunto - l’iter è stato segnato anche da varie difficoltà di carattere sia tecnico che amministrativo, comunque superate in modo rapido e trasparente. Sono state realizzate opere tecnicamente molto complesse, con accorgimenti che hanno garantito il minimo impatto ambientale nel rispetto di un territorio di gran pregio. Le nuove arterie - ha concluso Armani - abbattono in modo significativo i tempi di percorrenza, aprendo scenari di sviluppo completamente nuovi per il Centro Italia, in quanto riducono il gap infrastrutturale consentendo collegamenti rapidi e diretti tra la costa e i centri urbani delle zone interne ma anche tra le infrastrutture della dorsale adriatica e la E45 verso Roma, migliorando anche gli spostamenti tra la due coste e i rispettivi porti”.

Prima di raggiungere la galleria La Palude per la cerimonia di inaugurazione il premier Matteo Renzi aveva  visitato lo stabilimento dell'Arena a Tolentino per la presentazione della nuova linea di costumi che saranno indossati dagli atleti italiani alle prossime olimpiadi di Rio de Janeiro.

 

renzicostume

 

reanzi saluto1

 

piermatteicapponiinaugurazione

Strada statale 77 “della Val di Chienti” (direttrice Foligno-Civitanova Marche)

Il tratto aperto al traffico lungo la direttrice Foligno-Civitanova Marche, in variante alla strada statale 77 “della Val di Chienti”, è lungo complessivamente 35 km e si estende da Foligno (innesto SS3 “Flaminia”) a Muccia (MC), dove si connette al tratto già esistente, completando e rendendo fruibile l’intero itinerario di 95 km fino a Civitanova Marche, dove a sua volta si innesta all’autostrada A14 e alla strada statale 16 “Adriatica”.

L’investimento complessivo per la realizzazione della direttrice ammonta a circa 1,1 miliardi di euro.

La sezione stradale è a due carreggiate separate, con due corsie per ogni senso di marcia da 3,75 metri ognuna, oltre a banchine laterali da 1,75 metri e spartitraffico centrale di almeno 2,5 metri, per una larghezza complessiva della piattaforma stradale di 24,5 metri.

Le connessioni con la viabilità secondaria sono garantite da 5 svincoli: Foligno (Innesto SS3 Flaminia), Colfiorito, Bavareto/Serravalle, Muccia Sud e Muccia Nord.

Il nuovo tratto comprende 13 gallerie per un’estensione complessiva di ben 21 km (pari a oltre il 60% del tracciato aperto). Tutte le gallerie sono realizzate a doppia canna (una per ogni senso di marcia). La galleria più lunga è la galleria “Varano”, di 3,4 km, nel comune di Serravalle. Tra le altre gallerie, le più lunghe si trovano principalmente nel comune di Foligno (3 gallerie su 6 di lunghezza superiore a 2 km). Sono inoltre presenti 9 gallerie artificiali, di cui 3 a canna singola in direzione Foligno, per un totale di 976 metri in carreggiata nord e 1,3 km per le canne della carreggiata sud.

Tutte le gallerie di lunghezza superiore a 1000 metri sono dotate degli impianti tecnologici di standard europeo che comprendono: rilevamento automatico degli incendi, pannelli a messaggio variabile, telecontrollo, colonnine SOS e bypass pressurizzati pedonali e carrabili per consentire l’evacuazione in caso di emergenza. Inoltre le gallerie sono realizzate con pavimentazione in calcestruzzo che consente maggiore durabilità e minori costi di manutenzione, risparmio energetico (minore necessità di illuminazione) e soprattutto resistenza al fuoco in caso di incendio.

Lungo il tratto aperto sono inoltre presenti 13 viadotti, per 2,2 km complessivi. I tratti all’aperto sono realizzati con dune in terra che abbattono l’inquinamento acustico e migliorano l’inserimento ambientale riducendo l’impatto visivo dell’opera.

Il nuovo tratto aperto consente una riduzione dei tempi di percorrenza di circa 40 minuti, passando dagli attuali 60 minuti a circa 20, con un accorciamento del percorso di 10 km e un abbattimento della produzione di anidride carbonica stimato in 20 tonnellate al giorno.

sindaci2inaugurazione

 

 

Pubblicato in Cronaca

Grazie all’intuito di un commerciante al quale si erano rivolti gli specialisti della 'truffa dell'asfalto', per sei uomini, uno di origine irlandese e cinque di origini polacche, è scattata la denuncia per tentata truffa in concorso. Un fenomeno particolarmente diffuso nel nord Italia. Un commerciante di Matelica è stato contattato da un uomo di origine anglosassone il quale, esprimendosi in italiano stentato, gli prospettava la possibilità di asfaltare il piazzale antistante la sua ditta asserendo di avere la necessità di smaltire una rimanenza di bitume derivante da un analogo lavoro effettuato in un altro cantiere. L’imprenditore, però, fiutando che potesse trattarsi di un inganno, ha contattato i Carabinieri, il cui rapido intervento ha permesso di individuare e bloccare un furgone Ford Transit con targa irlandese con a bordo 6 stranieri, un 42enne irlandese e sei polacchi di età compresa tra i 28 ed i 36 anni, tutti in Italia senza fissa dimora. All’arrivo dei militari l’uomo che aveva parlato con l’imprenditore è riuscito a dileguarsi a bordo di una Renault Clio di colore nero con targa francese. Per tutto il “team” di operai pronto ad effettuare i lavori è scattata la denuncia per tentata truffa aggravata ed il foglio di via obbligatorio per il Comune di Matelica, mentre sono in corso ulteriori accertamenti per individuare il complice che è riuscito a fuggire.

 

Carabinieri 640x406

Pubblicato in Cronaca

Ora l'invito è ufficiale. Sciolte anche le riserve delle ultime ore. Giovedì 28 luglio, alle ore 12, sarà ufficialmente inaugurata la superstrada 77 Valdichienti Civitanova Marche-Foligno. Alla cerimonia, che si svolgerà nel versante marchigiano dell'area della Galleria La Palude in località Casette di Cupigliolo nel comune di Foligno, proprio al confine con Cesi, sarà presente il premier Matteo Renzi che, oltre alla nuova SS. 77, darà il là anche all'apertura al traffico della SS. 318 "Tratti Pianello – Valfabbrica – Schifanoia".

Oltre al primo ministro saranno presenti il ministro alle infrastrutture Graziano Del Rio, i vertici di Anas e di Quadrilatero nelle persone del presidente Gianni Vittorio Armani e dell'amministratore unico Guido Perosino, i governatori di Marche e Umbria, Luca Ceriscioli e Catiuscia Marini, i presidenti delle provincie di Macerata e Perugia, Antonio Pettinari e Marco Vinicio Guasticchi, i sindaci dei comuni sul cui territorio il nuovo tratto stradale insiste, autorità militari e religiose. Finalmente giunge al suo epilogo un'opera infrastrutturale che aveva visto la luce oltre 40 anni fa e che ha subito una forte accelerazione dopo il sisma che colpì le due regioni nel 1997 grazie all'intuizione del Progetto Quadrilatero.

Dunque Marche e l'Umbria saranno più vicine grazie alla nuova arteria che velocizza i tempi di percorrenza e che consentirà ai viaggiatori che da Foligno vorranno imboccare l'autostrada A 14 al casello di Civitanova Marche di risparmiare ben 10 chilometri rispetto alla vecchia strada. Sono, infatti, 98 invece che 108 i chilometri che ora separano le due località.

Cogliamo l'occasione per ricordare due figure storiche di Radio C1 inblu e L'Appennino camerte, Luigi Cardarelli e Antonio Bittarelli, che fin dagli anni 70 del secolo scorso si sono battuti per il completamento di questa strada che finalmente consentirà alle nostre zone, specie la montagna, di essere più vicini al resto d'Italia, di non essere più una terra desolata, di nessuno.

Di seguito il programma della cerimonia:

(inizio ore 12:00)

Interventi:

Gianni Vittorio Armani

Presidente Anas S.p.A.

Catiuscia Marini

Presidente della Regione Umbria

Luca Ceriscioli

Presidente della Regione Marche

Conclude:

Matteo Renzi

Presidente del Consiglio

> Collegamento in diretta dai tratti di strada oggetto delle aperture <

Sarà presente:

Graziano Delrio

Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Pubblicato in Cronaca

 

Personale e mezzi del Comando dei Vigili del Fuoco di Macerata sono intervenuti  in Via Verdi a Corridonia, per spegnere un incendio che ha interessato due autovetture, una Fiat Grande Punto e  un'Alfa 33 alimentata a metano che si trovavano parcheggiate in strada. Le due auto sono andate completamente distrutte.

Nel rogo, le cui cause sono in corso di accertamento, è rimasta coinvolta anche una terza vettura. Si tratta di una Fiat Panda Natural Power, lambita dalle fiamme e rimasta lievemente danneggiata .

Incendio auto 2

 

Provvidenziale l'arrivo dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale  giunti sul posto con un' autopompa, un' autobotte, il cui intervento è valso allo spegnimento delle fiamme, a scongiurare l'esplosione delle bombole di metano alloggiate nell'Alfa 33, e, alla messa in sicurezza della zona

I Carabinieri indagano sulla natura del rogo.

Pubblicato in Cronaca

Da qualche tempo alcuni cantieri aperti tra i comuni di Maiolati Spontini e Castelplanio per il raddoppio della linea ferroviaria Ancona - Roma erano stati fatti oggetto di numerosi furti di gasolio, asportato dalle macchine operatrici lasciate ivi parcheggiate. Così i carabinieri hanno predisposto controlli che alla fine hanno dato i loro frutti. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, i militari hanno notato una vettura di colore chiaro, dalla quale sono scesi due uomini, che, dopo aver prelevato taniche e tubi di gomma, si sono diretti verso il cantiere. Raggiunta una macchina operatrice hanno iniziato a rubare gasolio. Così i carabinieri sono intervenuti cogliendo sul fatto i due, un cittadino russo (D.S. di anni 38) ed un cittadino kazako (Y.L.di anni 38), entrambi residenti a Jesi e con precedenti specifici. All’atto del fermo ai due sono stati sequestrati 150 litri di gasolio, appena asportato dalle macchine operatrici. Condotti in caserma i due uomini sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato e sottoposti ai domiciliari.

Pubblicato in Cronaca

Ancora un tragico incidente stradale ad insanguinare le strade del territorio di Corridonia. Il sinistro stavolta si è verificato in contrada Piane Rosse, lungo la strada che collega Corridonia con Petriolo, dove un'Opel Corsa, al volante della quale c'era una donna, si è scontrata con un camion prendendo fuoco. Ad avere la peggio la donna, Giuseppina Zamponi,pensionata di Petriolo, che è deceduta a causa delle ferite riportate. A nulla è valso il tentativo disperato di salvarla dopo che era atterrata anche l' eliambulanza alzatasi in volo dall'ospedale regionale di Torrette. Sul posto, oltre ai sanitari e alle forze dell'ordine, anche i vigili del fuoco del comando provinciale di Macerata che hanno provveduto a spegnere le fiamme e alla messa in sicurezza dei due mezzi.

 

incidentecorridonia

 

incidentecorridonia2

 

incidentecorridonia3

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 5

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo