Pieve Torina Miss Italia 02

Intensa attività di prevenzione finalizzata al contrasto di spaccio di sostanze di stupefacenti per la compagnia dei carabinieri di Tolentino che dopo alcuni accertamenti ha arrestato un cittadino di origine albanese ( C. L. ) del 1980 residente a Macerata, zona sferisterio.

Il 36enne disoccupato, gia' noto alle forze ordine è stato intercettato nelle vicinanze di Tolentino, i militari lo hanno accompagnato nella sua residenza di Macerata dove in casa dell'albanese hanno rinvenuto gr. 10 di cocaina suddivisa dosi, contante per euro 1.650,00 di provenienza illecita e frutto di spaccio. Inoltre i militari hanno sequestrato 1 bilancino precisione, materiale atto al confezionamento dell dosi.

Ma tanto per non farsi mancare nulla, in una stanza erano ben nascosti anche un machete con una lama lunga 30 cm, un coltello bowie con lama di 23 cm.

Tutto il materiale è stato sottoposto al sequestro penale e le indagini in corso.

Sempre a Tolentino nel corso della mattinata, presso uffici della locale stazione dei carabinieri, una vedova pensionata del 1930, residente a Tolentino, ha denunciato di essere rimasta vittima di una truffa mercoledì 9 agosto. La donna ha riferito ai carabinieri che intorno alle ore 10:00 ha ricevuto una telefonata da un sedicente avvocato che la informava di un incidente stradale accaduto a suo nipote, senza specificarne generalità, e chiedendo una somma di euro 5.000,00 per risolvere la pratica e che nella sua abitazione sarebbe passato un uomo di sua fiducia per ritirare l'importo richiesto.

L'anziana donna consegnava ad un ignoto signore, volto parzialmente travisato, la somma contate di euro 700,00 che sarebbe servito per il primo acconto.

Solo due giorni dopo, l'anziana signora ha scoperto che era tutto un raggiro e che l'incidente del nipote era stato solo il pretesto per il raggiro.

La zona dove abita la signora è priva di videosorvegliata, la donna ha cercato di ricordare il volto e che tipo di uomo era. Intanto sono scattate le ricerche e le indagini sull'episodio.

I carabinieri ricordano, soprattutto alle persone sole ed anziane, di non fidarsi del primo sconosciuto che suona alla porta e tanto più di consegnare denaro contante a sconosciuti.

- Per furto aggravato, venerdì scorso una cittadina romena del 1984, residente a Roma, disoccupata e incensurata, è stata denunciata per furto nel supermercato “ Ipersimply” in contrada Cisterna. La donna aveva sottratto beni per un valore complessivo di euro 150,00.

La refurtiva è stata restituita al supermercato e la donna consegnata al giudice che ora deciderà il provvedimento nei confronti della donna

- Delitto colposo, è questa l'accusa per l'operaio maceratese che il 31 luglio ha cusato l'incendio presso un fienile di San Severino Marche.

Dopo gli accertamenti eseguiti sul luogo dell'incendio i militari appuravano che l'operaio impegnato nelle opere di saldatura presso il locale di stoccaggio di paglia e fieno all'interno del capannone di proprietà della ditta “ Promozioni immobiliari srl” di Osimo, attualmente in uso dalla società agricola “Am4” di Treia, produceva scintille che innescavano l'incendio che ha mandato in fumo tutto il raccolto e procurato danni pari a euro 650.000,00 circa. Secondo gli accertamenti il capannone era assicurato. 

Crontolli da jesi

I militari della stazione dei carabinieri di Montecarotto, diretti dal Ten. Maurizio Dino-Guida,  hanno arrestato in flagranza di reato per furto M.P. quarantatreenne jesino con diversi precedenti specifici.

Alcuni residenti , intorno alle 21.45 segnalavano alcuni rumori sospetti in via Colocci n.6, immediatamente i militari operanti si dirigevano verso il luogo segnalato per verificare l’accaduto e appena giunti sul posto notavano una grossa pietra in strada e diversi vetri infranti a terra appartenenti a una finestra di una associazione culturale.

Sospettando che il malfattore potesse essere ancora all’interno i carabinieri decidevano di procedere silenziosamente per cercare di cogliere il ladro sul fatto e infatti proprio grazie alla loro particolare accortezza dopo essere saliti al primo piano dell’edificio, in una delle numerose stanze controllate, sorprendevano il soggetto intento a rovistare nei cassetti munito di una piccola torcia tascabile.

Immediatamente veniva bloccato e trovato in possesso di circa 100 euro e alcuni accessori per computer.

Portato in caserma per ulteriori accertamenti, successivamente veniva dichiarato in arresto per furto e condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari come disposto dal P.M. di turno in attesa del rito direttissimo.

 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo