Custodia cautelare in carcere per il 50 enne di origine albanese Myzeqari Hxeuit: E stato   arrestato ad Esanatoglia nell’ambito di una complessa operazione che ha portato al recupero e sequestro di circa 153 grammi di cocaina,  150 dei quali non ancora tagliati e contenuti in panetti  e, il resto, suddiviso in più dosi già pronte per essere cedute. 

E’ il risultato dell’operazione The Wall protrattasi per tre giorni dal 17 al 19 ottobre scorsi,e che ha visto impegnati giorno e notte l’aliquota composta da circa una decina di militari;  un lavoro di squadra, coordinato dai Carabinieri della Compagnia di Camerino guidata dal tenente Roberto Cara e, con il fondamentale apporto della stazione di Matelica. Per i dettagli dell’attività svolta, nella caserma di Castelraimondo si è tenuta la conferenza stampa, presenti il tenente Roberto Cara , comandante della Compagnia Carabinieri di Camerino, il maresciallo maggiore Fabrizio Cataluffi comandante della Stazione di Matelica e il maresciallo Claudio Di Noia

IMG 20171130 110806108

Lo stesso comandante tenente Cara ha illustrato i particolari dell’operazione, conclusasi nella mattinata di ieri, con l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Macerata (titolare dell’indagine il Pm Rastrelli), a carico di Myzeqari Hxeuit, residente ad Esanatoglia, disoccupato e già processato per analogo reato nel 2011 presso il Tribunale di Camerino. 

Per occultare lo stupefacente, il cinquantenne aveva scelto le aperture di un muro di via Strada Nuova ad Esanatoglia; è quello che hanno scoperto e video ripreso i militari, in osservazione e appostamenti durati quattro giorni. L’uomo è stato più volte visto recarsi in zona a prelevare e occultare dai pertugi involucri e contenitori. In particolare lo scorso 17 ottobre, uomini delle dell’ordine in borghese, erano riusciti a recuperare due panetti con i 150 grammi di cocaina e, prima che qualcuno potesse sottrarli, avevano provveduto a sostituire gli stessi con analoghi panetti contrassegnati, della stessa forma e peso ma contenenti farina. Hanno quindi atteso l’arrivo della persona interessata, filmandone le azioni. Il 19 ottobre in un altro foro del muro i militari avevano individuato due custodie ovetti contenenti dosi già confezionate e, anche in questo caso, li avevano sostituiti con analoghi contenitori, attendendo che qualcuno si recasse a prenderli per filmare la scena.  Le attese non sono state tradite e dalle riprese effettuate si è potuta acquisire la valenza probatoria dell’azione delittuosa posta in essere dall’uomo, il quale, una volta accortosi che il contenuto non era più quello depositato, aveva gettato il materiale nella spazzatura.

IMG 20171130 111540733

Avendo già tutto il materiale probatorio a disposizione i carabinieri hanno dunque fermato e arrestato Myzeqari al centro del paese, provvedendo successivamente alla perquisizione domiciliare e al sequestro di tre telefoni cellulari utili per capire i movimenti dell’albanese,  nonché degli indumenti dallo stesso indossati nelle sue azioni davanti al muro e video ripresi.

IMG 20171130 112414630

    nella foto sopra lo stupefacente e il materiale sequestrato nell'abitazione dell'uomo

Gravi indizi a carico dell’albanese hanno indotto il Gip ad emettere ordinanza di custodia cautelare in carcere, rispetto alla misura degli arresti domiciliari. Il cinquantenne è attualmente ristretto nel carcere di Marino del Tronto (AP) in attesa dell’udienza di convalida degli arresti con l’interrogatorio di garanzia.

Con i due arresti eseguiti nei giorni scorsi nell’ambito di altre fruttuose attività, per i carabinieri della Compagnia di Camerino che hanno operato con tre differenti stazioni, si tratta di un altro significativo risultato raggiunto, in soli sei giorni, nel controllo del territorio.

E’ il risultato di un proficuo lavoro di squadra; grande impegno dei lavoratori sul campo e grande  disponibilità del Magistrato e della Procura di Macerata- ha detto in conferenza stampa il comandante Cara- E' un forte segnale anche per Esanatoglia dove, anche se  fisicamente non esiste una stazione di Carabinieri, ciò non significa che vigilanza e attenzione nonvengano mantenute alte e costanti" 

Quattro persone denunciate per detenzione di stupefacenti ed altri due per guida in stato di ebbrezza alcolica. E’ il risultato di una mirata attività di prevenzione e di contrasto alla criminalità attuata dai Carabinieri della Compagnia di Camerino condotta dal Capitano Vincenzo Orlando (nella foto a destra). La notte scorsa diverse pattuglie dell’Arma hanno controllato le zone ritenute maggiormente a rischio e sottoponendo a verifica alcuni esercizi pubblici di Camerino, Esanatoglia e Matelica.

Il bilancio è di un centinaio di persone identificate e durante i controlli ad Esanatoglia i Carabinieri di Matelica hanno sorpreso e denunciavano tre giovani 20enni del luogo trovati in possesso di 10 grammi di stupefacente ( Hashish e Marijuana).

Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di raccogliere importanti informazioni circa la provenienza della droga e alle prime luci dell'alba hanno identificato un 56enne disoccupato di Fiuminata, A.M.. Nella sua casa hanno rinvenuto circa 130 grammi di Marjiuana già pronta per l’utilizzo e di 30 piccole piantine, sempre di Marjiuana, in fase di crescita. Il tutto è stato sottoposto a sequestro e per l’uomo è scattata la denuncia per produzione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

erba

Per guida in stato di ebbrezza alcolica sono finiti nei guai anche due uomini, un operaio 50enne di Castelraimondo ed un impiegato 36enne di Camerino, sorpresi alla guida dei rispettivi veicoli con un tasso alcolemico nel sangue superiore ai limiti consentiti. Immediato il ritiro e la sospensione della patente.

Il capitano Orlando fa sapere che i controlli straordinari del territorio da parte della Compagnia di Camerino saranno sempre più intensi specie con l’approssimarsi della stagione estiva che fa sempre registrare un sensibile aumento di persone e veicoli in transito nelle giurisdizione.

La lunga notte delle amministrative. Urne chiuse alle ore 23 nei seggi dei comuni chiamati a rinnovare i consigli comunali e ad eleggere il sindaco. Nelle Marche si è votato in 29 comuni, due dei quali, San Benedetto del Tronto e Castelfidardo, con popolazione superiore ai 15mila abitanti e, quindi, a rischio ballottaggio. Di questi 4 sono in provincia di Ancona (Castelfidardo, Camerano, Cupramontana, Santa Maria Nuova), 5 in provincia di Ascoli Piceno (Sambenedetto del Tronto, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Force, Montegallo), 4 nella provincia di Fermo (Monte San Pietrangeli, Ortezzano, Petritoli, Rapagnano), 7 in provincia di Macerata (Bolognola, Castelraimondo, Esanatoglia, Morrovalle, Muccia, Portorecanati, San Severino Marche). la parte del leone l'ha recitata la provincia di Pesaro Urbino con 9 città chiamate ad eleggere il sindaco.

Nei 7 comuni della provincia di Macerata chiamati alle urne l'affluenza è stata del 61.59%, più bassa rispetto alla media nazionale. Il più alto numero di votanti a Muccia con l'83.1% dei votanti, mentre a Portorecanati si è recato alle urne solo il 58.75% degli aventi diritto.

Bolognola – eletto sindaco Cristina Gentili, 44 anni, amministratore di condominio, unica candidata è riuscita a battere il pericolo dell'astensionismo. Nel piccolo comune dell'entroterra ha votato il 61,78% degli aventi diritto contro il 94,92% delle precedenti amministrative. Sui 140 cittadini chiamati alle urne sono stati 76 i votanti con Cristina Gentili che ha ottenuto 55 voti, mentre 10 sono state le schede bianche e 11 le schede nulle.

Castelraimondo - confermato sindaco il primo cittadino uscente Renzo Marinelli con 1396 voti, al secondo posto Renato De Leone con 644, terzo Daniele Antonozzi con 527 consensi. 

Esanatoglia - Luigi Nazzareno Bartocci è il nuovo sindaco. Succede a Giorgio Pizzi nella carica di primo cittadino. Bartocci, vice sindaco uscente alla guida della lista "Per Esanatoglia", si è imposto con 534 voti contro i 408 ottenuti dalla lista "Nuova Esa" guidata da Claudio Modesti. Più distanziati gli altri due candidati Luca Dolce, che ha ottenuto 198 preferenze e Massimiliano Tronchi, con 123 voti ottenuti.

Morrovalle - voto plebiscitario per il primo cittadino uscente Stefano Montemarani che viene confermato sindaco della città. Nettamente battuto lo sfidante Francesco Acquaroli. Montemarani ha ottenuto 3195 voti, pari al 61% dei consensi, contro i 2045 voti conquistati da Acquaroli (39%) dei consensi. Lo scarto, dunque, è di 1150 voti

MucciaMario Baroni è il nuovo sindaco. E' stato eletto con 373 voti contro i 221 ottenuti dal primo cittadino uscente Fabio Barboni

San Severino Marche - per la prima volta nella storia la città sarà guidta da una donna. Rosa Piermattei è il nuovo sindaco. I settempedani hanno, dunque scelto Rosa Piermattei con 2203 voti, Massimo Panicari si è classificato al secondo posto con 1771 consensi. In terza posizione Piettro Cruciani con 1190 voti, mentre al quarto posto Francesco Borioni con 1086 preferenze. 

Portorecanati - E' Roberto Mozzicafreddo il nuovo primo cittadino. Alla guida di una coalizione di centro destra Mozzicafreddo ha avuto la meglio sugli altri candidati, in particolare su Giovanni Giri e Loredana Zoppi. Particolarità: il consigliere regionale Elena Leonardi è stata la meno votata tra i sei candidati.

Santa Maria Nuova (AN) - il nuovo sindaco è Alfredo Cesarini che ha avuto la meglio sugli altri due candidati Fabio Iencenella e Angelo Santicchio

Cupramontana (AN) - eletto sindaco Luigi Cerioni con l'83% dei consensi ottenuti sul 54% dei votanti. la particolarità è che la lista guidata da Cerioni ha ottenuto lo stesso numero di voti conseguiti nella precedente tornata amministrativa quando si era recato alle urne il 75% degli aventi dirittto

 

 

Al Teatro comunale di Esanatoglia il prossimo giovedì 28 aprile verrà presentato il progetto “Eat me”dedicato alla complessa tematica dei disturbi alimentari. Enti patrocinatori sono il Consiglio Regionale delle Marche e la Regione Marche. L''organizzazione dell'evento si deve all' Ambito Sociale Territoriale 17che ha deciso di appoggiare il progetto portato avanti da anni dal Centro Heta di Ancona e il cui obiettivo è aiutare i giovani e le famiglie a riconoscere e comprendere i sintomi del disturbo alimentare, permettere di fare una diagnosi precoce e a capire come affrontare la malattia, senza dimenticare che dietro a queste problematiche ci sono delle persone con le proprie fragilità e con la propria sensibilità..

“ Il progetto- spiega Gianluca Chiappa, presidente dell’AST 17- nello specifico è destinato alla realizzazione di un video che spiega tutte le problematiche legate ai disturbi del comportamento alimentare e realizzato dal Centro Heta di Ancona che, da anni e in maniera molto attiva, si occupa di queste problematiche, avvalendosi di proprie strutture diurne e di operatori che seguono molte persone della nostra regione che purtroppo soffrono di questi disturbi.

Per quello che riguarda l'ambito sociale- prosegue Chiappa- ci è piaciuto contribuire alla diffusione di questo progetto perché crediamo che questo come tanti altri settori dove purtroppo vengono alla luce nuove patologie che interessano i nostri concittadini, siano strettamente in linea con il piano di prevenzione della Regione Marche e quindi abbiamo cercato di dare il nostro umilissimo contributo aiutando il centro Heta alla diffusione di questo video e all'apertura di una discussione”.

Patologie come bulimia e anoressia interessano un numero sempre maggiore di persone, anche giovanissime, e, l’incontro di giovedì ad Esanatoglia, grazie agli interventi in programma, potrà offrire un’utile occasione di approfondimento.

“ In qualità di rappresentante dell’Università di camerino- aggiunge Chiappa-, interverrà la dott.ssa Valeria Polzonetti. Proprio nella sede Unicam di San Benedetto del Tronto c’è un dipartimento che si occupa di Scienza della nutrizione dove molti sono gli studenti coinvolti e numerose le attività. Nel corso della serata inoltre, grazie agli interventi dei rappresentanti del Centro Heta, avremo modo di confrontarci e di avere anche delle utili informazioni. Non dimentichiamo infatti che dietro a questi difficili disturbi, spesso ci sono anche situazioni familiari che andrebbero gestite da affrontate, anche se non è nemmeno facile far emergere queste situazioni. I numeri purtroppo ci dicono che nelle Marche sono circa 40.000 i casi conosciuti, persone che soffrono di questi disturbi e, con una importante tendenza al'abbassamento dell'età e anche con un forte interessamento della fascia minorile. Il che desta preoccupazione e, a nostro avviso, deve essere tra le attività degli ambiti sociali”.

 

 

“La gente dovrebbe capire che non centra l’esteriorità. Pensano che io sia anoressica,

sono quella cosa lì, solo se sono magra, quindi non ha senso aver ripreso peso, non ha

senso aver fatto tutta questa fatica, sono al punto di prima, non so chi sono, devo recitare

la parte di quella che sta male. Che salta i pasti, quindi anche se voglio farlo, perché la mia

disponibilità a stare meglio c’è, non riesco, perché non so chi sono…”. Caterina, tratto dal

documentario Eat Me.

Questa testimonianza mostra l’essenza del docufilm EAT ME, realizzato dal Centro Heta e

dalla Fanpia per focalizzare l’attenzione su uno dei temi più attuali e delicati della nostra

società moderna. Anoressia, bulimia, sono malattie che colpiscono il 4% della popolazione

italiana e che coinvolge bambini, giovani e adulti. E’un dato allarmante che è solo la punta

di un iceberg sommerso.

C’è ancora lavoro da fare affinché le istituzioni e l’opinione pubblica prendano

pienamente coscienza di questa malattia e per questo saremo ad Esanatoglia il prossimo

28 aprile, un territorio che sta dimostrando desiderio di conoscere ed approfondire.

L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Ambito Sociale Territoriale, sostenuto da

UNICAM e dalla Cooperativa Co.Gi.To. Interverranno Gianluca Chiappa Presidente    

Ambito, la Dott.ssa Valeria Polzonetti UNICAM, Federico Paino curatore del progetto. Alla

proiezione del video seguirà un dibattito con il regista Ruben Lagattolla, la psicoanalista

Cristiana Santini e la presidente dell’Associazione Heta Giuliana Capannelli.

La serata sarà presentata da Paola Giorgi.

La serata di Esanatoglia è inserita in un calendario di incontri che proseguiranno fino alla

fine di maggio e le cui date sono disponibili sul sito del Centro Heta

(www.centroheta.it/eatme): c’è la consapevolezza che la diagnosi tempestiva e

l’informazione siano le armi più importanti per sconfiggere il disturbo alimentare.

Sostenere questo progetto è un impegno che il Centro Heta e la Fanpia portano avanti

con grande partecipazione da parte dei professionisti, dei genitori e dei volontari.

Ma non basta, per completare il documentario Eat me e sostenere le spese di produzione

c’è bisogno del contributo di tutti. Per questa ragione dal 10 marzo è partita una

campagna di CROWFUNDING sulla piattaforma Ulule: http://it.ulule.com/eat-me. La

campagna sarà attiva fino al 7 giugno e c’è bisogno della collaborazione di tutti per

raccogliere i 10.000 euro necessari.

Vi aspettiamo ad Esanatoglia

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo