Notizie di cronaca nelle Marche

Terminata la demolizione delle scuole, a Fiastra è tempo di rimozione delle macerie. Alla ditta Adriatica Strade subentra ora il Co.Sma.Ri. I rifiuti, infatti, non verranno trattati in loco, ma direttamente nel sito di conferimento in discarica. Ripulita l’area si potrà procedere con la verifica finale delle fondazioni esistenti, controllo necessario per le ultime integrazioni al progetto che la Civionics Tecnologies Srl sta apportando. Il comune, una volta entrato in possesso del progetto definitivo, sarà in grado di indire la conferenza dei servizi per approvarlo e di depositarlo al Genio Civile. Contestualmente l’Amministrazione Comunale definirà le pratiche amministrative che formalizzeranno, attraverso una convenzione, l’impegno assunto dalle aziende coinvolte per la realizzazione a titolo gratuito della scuola di Fiastra. Nel giro di un mese si potrebbe quindi essere in grado di avviare i lavori, della durata massima di quattro mesi. Come anticipato sarà una struttura in acciaio che, oltre ad essere particolarmente adatta a rispondere alle prescrizioni antisismiche, ha il vantaggio di essere costruita in officina con una sensibile riduzione dei tempi complessivi di realizzazione. Nel frattempo il comune ha accelerato le pratiche per la realizzazione del modulo polivalente da posizionare a San Lorenzo al Lago, per il quale è stata richiesta la procedura di urgenza. L’edificio infatti ospiterà temporaneamente le classi dell’Istituto F.lli Ferri garantendo il normale avvio dell’anno scolastico.  

 

(I lavori di demolizione)

DemolizioneScuola2

 

(Il progetto del modulo della nuova scuola)

ModuloPolifunzionale

Pubblicato in Cronaca

La lunga attesa è finalmente terminata e l’Ufficio Postale di Camerino raddoppia. Da mercoledì 31 maggio, infatti, a Camerino sono operativi due nuovi uffici: uno situato in località Le Mosse nel parcheggio prospiciente la pizzeria Etoile, l’altro posto in località Canepina. Una soluzione che permette di ovviare alle oggettive difficoltà viarie con cui gli utenti hanno dovuto fare i conti nel periodo di operatività dell’unico ufficio postale sito in via Leopardi. Buone notizie anche per i pensionati, che da giovedì 1 giugno potranno riscuotere il vitalizio presso i suddetti uffici. 

Pubblicato in Cronaca

I Carabinieri della Compagnia di Camerino, guidati dal Capitano Vincenzo Orlando, hanno effettuato un rapido blitz presso alcuni container per gli sfollati, realizzati nell’area di Vallicelle a seguito del sisma di ottobre, occupati da parte di molti studenti universitari. Oltre venti militari sono intervenuti simultaneamente bloccando le entrare e tenendo d’occhio le finestre per evitare che qualcuno potesse disfarsi di qualcosa. Diverse le stanze che sottoposte a perquisizione ed una quindicina gli studenti raggiunti dall’operazione. Nel corso delle perquisizioni, i militari dell’Arma, coadiuvati dall’unità cinofila del Nucleo di Pesaro con il cane Anita, nascosta nelle stanzette, spesso in barattoli di vetro, hanno rinvenuto circa 20 grammi di smarijuana, un bilancino di precisione, diversi trita erba e grinder, alcuni semi ed altro materiale per il confezionamento delle dosi, il tutto sottoposto a sequestro e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Macerata. Al termine delle operazioni, cinque giovani, tre donne e due uomini di età compresa tra i 20 e i 30 anni e di diversa provenienza geografica, stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ed altrettanti sono stati segnalati al Prefetto quali assuntori.

Pubblicato in Cronaca

Nozze d'argento per l'Infiorata di Castelraimondo, l'evento che trasforma il cuore del paese in un piccolo museo a cielo aperto, pieno di colori e oggi, dopo il devastante terremoto dello scorso ottobre, colmo di speranza. Un tappeto fiorito che farà da cornice alla grande voglia di rinascita con venticinque opere d'arte realizzate con i petali di novantamila fiori freschi. Una tradizione viva che per la sua 25à edizione presenta molte novità, come tiene a sottolineare il nuovo presidente dell'Associazione Infiorata Sandro Parcaroli. "Anzitutto vorrei ringraziare il sindaco Marinelli e i rappresentanti dell'associazione per avermi indicato quale presidente, incarico che ho accettato con molto entusiasmo. Subito ho iniziato a pensare a come poter dare un tocco innovativo a questa manifestazione che da 25 anni arricchisce Corso Italia nel giorno del Corpus Domini. La mission è stata quella di far conoscere questa manifestazione in tutta Italia, nella convinzione che le manifestazioni presenti nel nostro territorio sono un patrimonio della regione e dell'intero Paese. Solo in questo modo riusciremo a riportare flussi di turismo nelle nostre zone così duramente colpite". Ecco, dunque, l'idea di portare lo Sferisterio e gli spettacoli del Macerata Opera Festival sotto il Cassero. "Così – continua Parcaroli – la sera del 18 giugno, al termine della processione, ci sarà uno spettacolo, impostato dal direttore artistico Francesco Micheli, delle opere legate ai fiori, con la presenza di un coro di elevato livello". Elemento di novità, grazie al Gruppo Med Store, il legame con l'innovazione tecnologica. Dalla nuova immagine dell'lnfiorata, al sito dedicato passando per l'App con la tecnologia beacon. L'ultima frontiera del marketing di prossimità arriva a Castelraimondo per offrire ai visitatori un'esperienza unica e coinvolgente. "Finora – spiega il presidente - il quadro fiorito era descritto da un foglio con l'indicazione del tema e degli autori. Ora, invece, i beacon, scatoline di pochi centimetri che attraverso il bluetooth comunicano con gli smartphone inviando notifiche all'App dedicata, guideranno il visitatore tra i quadri di fiori e offriranno una descrizione dettagliata dell'opera stessa, oltre alla storia dell'associazione che l'ha ideata. Il tutto sul proprio telefono con una modalità al passo coi tempi che permette una navigazione dinamica durante il percorso con un'immersione a 360° sul territorio". "Un anniversario importante per la nostra Infiorata in un momento particolare per l'intero territorio che potrà anche segnare un momento di rinascita – le parole del sindaco Renzo Marinelli – Questo evento deve essere per tutti noi una spinta ad andare oltre, in un'ottica di collaborazione perchè soltanto restando uniti e operando tutti insieme riusciremo a superare le difficoltà. Noi ci batteremo in tal senso e questo sarà solo l'inizio".

Conferenza Infiorata Castelraimondo 10

Pubblicato in Cronaca

Gesto concreto di vicinanza e solidarietà a favore dell’Istituto Comprensivo Betti di Camerino.

Grazie all’iniziativa individuale della prof.ssa Clelia Pighetti Bonati, vedova del compianto professore di Chimica dell’università di Camerino, gli studenti delle scuole medie hanno ricevuto in dono una Lim.

La consegna ufficiale, ad opera della Tecnoufficio, è avvenuta nella mattinata di lunedì 22 maggio, presenti la presidente del Club camerte Lorella Picotti e Fiorella Paino, la governatrice dell’Inner Wheel distretto 209Maria Pia Luchetti e la segretaria Paola Cinelli.  Una giornata di particolare soddisfazione per il Club di Camerino,  operativo e attivo da molti anni con numerose iniziative di interesse culturale e sociale.

Accolta dagli applausi e dai sentiti ringraziamenti dei ragazzini e del personale docente, la Lavagna Interattiva Multimediale rappresenterà un utile supporto integrativo per la pratica didattica. Ad illustrare il significato e il motivo dell’iniziativa benefica, è stata la stessa presidente Picotti  “ A febbraio – ha spiegato- ho ricevuto una lettera contenente un assegno. A spedirla era stata la signora Clelia Pighetti Bonati, la quale, in ricordo di suo marito e del legame forte con la città, ha voluto che la somma fosse utilizzata specificatamente per acquistare una Lim da donare ai ragazzi, ritenendo che fosse un utile strumento per il loro apprendimento. La signora Clelia ha vissuto molto poco nella nostra città ma nel 1989 è stata tra le fondatrici e prima presidente del locale Club Inner Wheel. A Camerino è venuto a mancare suo marito, al quale tra l’altro è intitolata un’aula dell’ateneo. E’ dunque in nome di questo profondo collegamento con la città, che la signora Clelia, si è sentita felice di fare qualcosa di utile a favore dei giovani e per il loro futuro.

A lei che vive a Milano- ha concluso- manderò le foto della consegna, trasmettendole la grande emozione che avete provato nel ricevere il regalo”

segretaria

     la segretaria del Distretto 209 Innner Wheel Paola Cinelli con un'alunna

“ Non è l’unica iniziativa, fatta per il territorio da parte di tanti club d’Italia.- ha ricordato la governatrice Maria Pia Luchetti- Poco tempo fa sono stata personalmente a consegnare un assegno ad un allevatore e ad una famiglia bisognosa e questo, grazie alla sensibilità che le persone economicamente hanno avuto nei confronti delle zone disastrate. Sono particolarmente felice di essermi trovata qui a portarvi questo dono- ha aggiunto rivolgendosi ai ragazzi della scuola, - Posso dire di essere  doppiamente contenta in quanto prima di venire da voi, mi sono intrattenuta a colloquio con il Rettore di Unicam Flavio Corradini.

Molto presto infatti, riusciremo a realizzare qualcosa di importante anche per l’ateneo. A livello nazionale e anche con il contributo di Club internazionali, quali  Francia e Inghilterra, l’Inner Wheel è riuscito i a raccogliere una somma da destinare alla sede provvisoria degli uffici e del rettorato del Campus, per la realizzazione di opere che possano migliorare le condizioni di lavoro del personale, e, lo faremo entro il mese di giugno. Doppia gioia dunque in questa giornata per il futuro vostro e dell’università”. 

arrivo Lim

Pubblicato in Cronaca

Riparte, dopo mesi di forzata inattività, la storia della rinomata Pasticceria Braghetti di Camerino.

E’ la storia di una famiglia laboriosa e tenace, da 50 anni nel settore con una professionalità che nel tempo, a suon di dolcezze, ha saputo conquistare grandi risultati.

Quel piccolo locale di piazzale della Vittoria, mèta di tutti i cittadini, resterà solo un dolce ricordo; completato il trasloco dei macchinari da lavoro, presumibilmente alla fine del mese di maggio, Giorgio Braghetti e tutto il suo staff sono pronti a ricominciare a sfornare tutte le loro specialità, dal nuovo laboratorio e punto vendita, approntato nell’edificio che ospita la sede del Gruppo Mediolanum in via D’Accorso.

“La salvaguardia di una tradizione è l’obiettivo principale di questa nuova avventura - afferma Giorgio- Ci dispiace davvero lasciare i locali del piazzale della Rocca che erano diventati punto di riferimento della nostra clientela dal 1970.

Per un’attività che è in vita da 50 anni- continua Braghetti- non è stato facile; in questo lungo periodo un minimo di produzione abbiamo ugualmente continuato a portarla avanti, grazie al laboratorio di mio fratello Emilio. Adesso è arrivato il momento di ricominciare con lo spirito che ci ha sempre contraddistinto e con maggiore determinazione. La sede della nostra attività si sposta dunque nella parte a valle dell’edificio di via D’accorso.

Raddoppiamo lo spazio in un ambiente confortevole, con arredi nuovi e con la possibilità di un ampio parcheggio e tavoli all’esterno. A darci più energia è anche l’affetto della clientela che in questi mesi non ha fatto che cercarci e stimolarci a ripartire. Abbiamo fatto tutto da soli con le nostre risorse, proprio per ricominciare il prima possibile– aggiunge il titolare - La nostra clientela potrà pertanto ritrovare tutto l’assortimento di pasticceria di sempre, pasticcini e torte di tutti i tipi, preparazioni salate, servizio buffet e dolci per ogni occasione di festa. E’ un nuovo inizio- conclude- ci crediamo fortemente e lo affrontiamo con la professionalità di sempre, per dare forza alla rinascita di tutta la città”.

Carla Campetella

smantellamento Braghetti

Smantellamento locali in piazzale della Vittoria

Pubblicato in Cronaca

Angeli della solidarietà a sostegno della polizia municipale di Camerino. Partita dall’Emilia Romagna, la gara di solidarietà che ha coinvolto più privati cittadini, è arrivata a destinazione proprio nel giorno della festa del patrono. Gli amici della vicina regione, hanno consegnato a Camerino  un Suv Dacia Duster. Con il coordinamento della Protezione civile regionale e in particolare di Gianni Scamuffa che si è fatto da portavoce, Doriano Corbelli di San Mauro Pascoli ha radunato “il cuore” di tanti cittadini romagnoli, attivatisi per l’ennesimo gesto concreto di aiuto in una gara di solidarietà che ha coinvolto la concessionariaMoreno Motor Company" di Faenza. Per la consegna della vettura, come rappresentante dell’azienda, è intervenuto Andrea Dotti.

” L’esigenza e l’urgenza di intervenire a favore del popolo laborioso dei marchigiani - ha dichiarato Doriano Corbelli- è stato il motore principale della nostra azione solidale che è la venticinquesima che riusciamo a mandare in porto. Da buoni confinanti – ha aggiunto- comprendiamo le difficoltà e dove può arrivare l’aiuto. Sono riuscito ad aggregare tante persone della mia zona e del bolognese, che avevano a cuore la situazione difficile dei territori terremotati e a dare una mano in tante situazioni”.

 Quattro giorni dopo il terremoto del 24 agosto Corbell, che di professione fa il fioraio,  era già ad Arquata del Tronto “ Faceva molto caldo e con il mio furgoncino ho portato alla gente del campo di Pescara del tronto  11 ventilatori. Lì ho conosciuto Gianni Scamuffa della Protezione civile Marche– ha proseguito- E’ stato lui ad indirizzarci su quello che realmente necessitava alla popolazione; diversamente, non esistendo possibilità di deposito avremo creato soltanto ulteriori difficoltà. Nell’occasione ci siamo scambiati il numero di telefono ed è così che siamo riusciti a consegnare al campo molte altre donazioni, secondo quello che serviva, come un televisore da 75 pollici per la tenso struttura degli sfollati, e poi roulotte e casette di legno  E’ nato dunque un bel rapporto con la segnalazione di piccole esigenze per le quali la solidarietà della gente di romagna è riuscita a fare del suo meglio”  

“ L’idea- ha spiegato Gianni Scamuffa- è nata facendo una chiacchierata amichevole con gli agenti della polizia municipale camerte. E’ emersa la necessità di un mezzo e si è scommesso che l’avremmo comunque trovato.Con l’aiuto di Doriano abbiamo subito attivato una catena di solidarietà e con un po’ di pazienza quello che serviva è arrivato a destinazione, così come in tante altre occasioni per le quali il coordinamento di Doriano si è rivelato prezioso. Un’azione solidale mirata a far arrivare qualcosa di veramente necessario, piuttosto che donazioni in ordine sparso che talvolta non sono fruttuose o comunque non risolvono realmente le necessità del territorio. In questo caso si è trattato di una sorta di richiesta a chiamata evidenziando quello di cui c’era realmente bisogno”.

“ Doriano ci ha interpellati dicendoci di aver raccolto una somma di denaro da utilizzare per donare una vettura alla polizia municipale di Camerino- ha raccontato Andrea Dotti della Moreno Motor Company-   Mi sono preso a cuore questa esigenza e grazie alla mia azienda, che ha partecipato all’azione, grazie anche al marchio Dacia, siamo riusciti a rendere concreto il tutto. E’ un’azione che ho fatto con il cuore e sono contento di essere qui oggi per esprimere tutta la mia vicinanza” 

Dacia gruppo

“ Il Comune di Camerino – ha osservato il vice sindaco Roberto Lucarelli- ha ricevuto bellissimi segnali di vicinanza da parte di tante comunità. In un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo- ha aggiunto- qualsiasi manifestazione d’affetto e solidarietà è particolarmente gradita Quello di oggi è un ulteriore gesto significativo. Nella fattispecie, la donazione di un mezzo a favore della polizia municipale di Camerino è di grande utilità; in questi anni infatti il parco macchine in dotazione denunciava i suoi anni. Gli agenti stanno tuttora utilizzando per gli spostamenti le auto del sisma del 1997. In questi mesi, - ha sottolineato-  il corpo di polizia municipale ha svolto un servizio esemplare, spiegando le sue forze su tanti fronti e senza soluzioni di continuità. Colgo l’occasione per ringraziarli tutti personalmente e a nome di tutta l’amministrazione comunale”

“ Una bellissima coincidenza l’aver ricevuto questo graditissimo regalo proprio nel giorno della festa di san Venanzio.- ha detto il comandante Andrea Isidori-  Un dono arrivato da parte di chi sta dimostrando concretamente di esserci vicino e non possiamo far altro che abbracciarli e ringraziarli di cuore per un’iniziativa che non è mai scontata; talvolta- ha aggiunto- la solidarietà è soltanto a parole ma in questo caso è nei fatti. Un plauso e un ringraziamento a coloro i quali hanno fatto sì che questa iniziativa andasse a buon fine “.

 

Pubblicato in Cronaca

Giornata di importanti presentazioni per la manifestazione Corsa alla Spada e Palio. Svelati il trofeo  della XXXVI edizione e il nome degli atleti che se lo contenderanno.  Un capolavoro la spada 2017 che simboleggia la rinascita. Donata dall' azienda Pasta di Camerino e realizzata dall' artigiano Gianpiero Carradori titolare della ditta Tecnofer di Camerino è una vera opera d'arte.

Gruppo

Un segno di speranza nell'imponenete portaspada che racchiude la città di Camerino dalla quale  nascono spighe di grano.  Grano che, e' tra gli ingredienti che quotidianamente vengono utilizzati dalla rinomata azienda alimentare camerte   Diciassette spighe di grano  perchè 17 maggio è il giorno della sua presentazione, nell'anno  2017, lo stesso in cui vede la luce il nuovo stabilimento di produzione di Pasta di Camerino. Presenti anche Gaetano e Mara Maccari, titolari dell'azienda leader che ha sede in località Torre del Parco. Un richiamo al loro cognome nell'iniziale che l'artigiano fabbro ha voluto imprimere sulla parte alta dell'impugnatura.

Commossso Gianpiero Carradori nell'illustrare il lavoro e l'impegno che ci ha messo. " Sono stati giorni difficili - ha detto- Debbo ringraziare mio figlio perchè l'ispirazione l'ho avuta da un suo disegno e l'altro figlio mi ha aiutato a completarla".

disegno

Nella foto Mara Maccari e Gianpiero Carradori mentre mostra il disegno di suo figlio

 

Hanno preso la parola a seguire i capogruppo degli atleti dei tre terzierii  La gara- hanno dichiarato-  quest'anno è forse anche più impegnativa; il percorso  è per la maggior parte in pianura  e l' ultimo tratto in salita". Partenza da piazza san Venanzo e arrivo alla Rocca passando per viale Giacomo Leopardi, gli atleti hannno assicurato che ce la metteranno tutta. " Saremo in trenta, e non importa chi di noi vincerà, perchè a vincere sarà Camerino"

atleti me e so

 

atleti mu

spada in mano M

Spada in Mano G

Pubblicato in Cronaca

Singolare incidente stradale a Camerino in via Gentile da Varano nei pressi dei laboratori della facoltà di Geologia. A restare coinvolta una vettura di Poste Italiane utilizzata da uno dei portalettere impegnati nel servizio di recapito della corrispondenza. L'auto, che ra stata posteggiata ai margini della carreggiata in una strada in pendenza, improvvisamente si è sfrenata, ha superato il cordolo posto al margine della strada stessa terminando la sua corsa "appoggiandosi" al tetto dell'edificio dell'università. Tanto spavento, ma fortunatamente nessuna conseguenza neè per il conducente, che era già sceso dalla vettura, nè per coloro che in quel momento si trovavano a transitare lungo la via.

 

auto poste avanti

Pubblicato in Cronaca

Amicizia e solidarietà in un trionfo di colori e di emozioni per la prima edizione di “Tamburi e bandiere nel Ducato”.

Dopo il grande successo della Cena dei mille e l’apertura delle taverne dei terzieri, ancora un evento da incorniciare per Camerino e per l’edizione numero 36 della Corsa alla Spada e Palio. A due passi dalle sue profonde ferite, la città ha accolto l’abbraccio corale di tante comunità, ognuna con la sua storia e fermamente decisa ad esserci, per dare fiducia a ricostruire la nostra.

Da piazza San Venanzio fino alla Rocca borgesca, il lungo corteo composto da sbandieratori e tamburini, ha scandito ad ogni passo la forza del cuore che batte, resiste e amplifica le sue energie. Radici storiche e tradizioni lontane si sono unite in uno scambio solidale ricco di grande vitalità.

Corteo 1

corteo 2

Occhi lucidi tra il numeroso pubblico, nell’ammirare lo spettacolo itinerante delle quindici delegazioni che, tra volteggi e suoni, hanno regalato il gran finale delle loro esibizioni sul prato gremito della Rocca. Ad assistere allo spettacolo anche una cospicua rappresentanza del corteo in costume della Corsa alla Spada, accanto ai tamburini di Emma Magini e agli Arcieri de Varano.

Arrivo rocca

Prima di raggiungere il cuore della città, nel piazzale antistante la basilica di San Venanzio si era rinnovata l’antica tradizione dell’accensione della lampada votiva del Santo Patrono. Alla presenza del sindaco Gianluca  Pasqui e del parroco don Marco Gentilucci, le delegazioni dei comuni di Raiano e San Venanzo, con i loro primi cittadini hanno consegnato l’olio, ricevendo in cambio l’acqua attinta dalla fonte del Santo, da portare come reliquia nei rispettivi comuni dell’Abruzzo e dell’Umbria.

Tamburi

 

Accolto da calorosi applausi lo spettacolo combinato di bandiere e percussioni dei vari gruppi, ad ognuno dei quali è stata consegnata in ricordo una stampa d'arte su filigrana, opera autentica di Massimo Costantini raffigurante lo Stato di Camerino e le sue fortificazioni nel 1502 e "il grosso" moneta in vigore nell'età dei Da Varano, realizzata per l'occasione quale riproduzione tipologicamente fedele all'originale. Nell'effige sono riportati  lo stemma varanesco e il santo patrono Venanzio. Gli stessi omaggi, erano stati donati poco prima ai sindaci di Camerino, Raiano, San Venanzo e al parroco Gentilucci.

bandiere arancioni

Spirito di aggregazione e saldi segnali di amicizia, per un pomeriggio dai forti sentimenti che, come ha tenuto a sottolineare il presentatore Stefano Falcioni “ resterà sempre impresso nella nostra memoria”. Una dedica speciale per  le due giovani vite spezzate di Riccardo Milani e Francesca Neri De Mesquita e un  forte abbraccio ai due gruppi dei tamburini di Visso  e delle Sbandieratrici della Sibilla, cui le problematiche del sisma, non hanno permesso di essere presenti all'evento

Bandiere 1

figuranti

“ Un pomeriggio davvero emozionante- ha commentato il presidente Giuseppe Corridoni – Sicuramente miglioreremo la manifestazione in alcuni particolari che abbiamo già individuato. Con i collaboratori si è ad esempio pensato nel futuro di inserire l’accampamento e il mercatino alla Rocca che per quest’anno saranno sistemati al Gioco del Pallone. Mi sento di ringraziare per l’organizzazione soprattutto Riccardo Reversi e Andrea Frollo che hanno portato a Camerino 250 persone che hanno percorso per noi due chilometri di strada a piedi per offrirci uno spettacolo bellissimo. Grazie anche a Filippo Boccacci e Ernesto Riccioni per la loro preziosa collaborazione. Anche a me è venuto da piangere nel toccare con mano tanta amicizia.

Camerino deve vivere - ha aggiunto Corridoni-  Questi sono aspetti che fanno parte della nostra tradizione, della storia che non dobbiamo mai dimenticare. Da questo dobbiamo trovare la spinta per continuare a vivere e a lottare. Molto toccante la cerimonia dell’accensione della lampada votiva a San Venanzio; significative le parole di don Marco e del nostro sindaco  Pasqui e, non da meno,gli interventi dei due sindaci di Raiano e San Venanzo, due comunità che probabilmente saranno unite a noi in un gemellaggio. Ci sono state vicine oggi ma credo che lo saranno anche in futuro. Le delegazioni delle due comunità sono volute restare con noi per  assistere anche allo spettacolo della Rocca; in particolare, il sindaco di San Venanzo è rimasto letteralmente affascinato dall’anfiteatro naturale dei nostri giardini, oggi particolarmente suggestivo per l’atmosfera creata dall’ondeggiare delle bandiere, dallo squillo delle chiarine e dal rullio dei tamburi. Siamo contenti di essere riusciti a trasmettere un effetto complessivo molto coinvolgente”.

 Pubblico

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo