Notizie di cronaca nelle Marche

Lesioni nell’ edificio che ospita l'Istituto Comprensivo Ugo Betti di Camerino. Decisa la chiusura della struttura che ospita gli alunni delle scuole elementari, medie e i bambini dell’asilo L’Aquilone. L’ inizio di anno scolastico sarà in una sede diversa che a breve verrà decisa.

“ A seguito dei controlli dei tecnici è stata evidenziata una lesione leggera nell’ultima parte dell’edificio - spiega il dirigente Maurizio Cavallaro- ; ad essere interessata una parete verso la palestra e quindi, in teoria, a non risultare perfettamente agibile era solo l’ultima area dell’edificio. Il sindaco e l'amministrazione comunale hanno però fatto giustamente un ragionamento complessivo che ha tenuto conto dell’ accessibilità alla zona, della pericolosità, dei tempi necessari per la messa in sicurezza quindi, da questa mattina, siamo alla ricerca di nuovi posti per la scuola dell'infanzia l'Aquilone, per la scuola primaria Ugo Betti, per la scuola secondaria di primo grado Boccati e anche per la dirigenza, in quanto tutto lo stabile va comunque messo in sicurezza, cosicché, dovranno essere sgomberati di faldoni e fascicoli, anche i nostri uffici”.

Quello che ci si augura, preside, è che si riesca a trovare una struttura idonea per l'inizio dell'anno scolastico, fissato per il 15 settembre

“Esattamente. L’inizio anno scolastico cade di giovedì- afferma Cavallaro- e chiederò cortesemente anche ai genitori di pazientare nell’eventualità che i loro figli tornino sui banchi di lunedì. Stiamo comunque già vagliando diverse ipotesi; la più funzionale secondo noi è che la soluzione riguardi tutta la scuola primaria da una parte, tutta la scuola media dall'altra e tutto l’asilo dall’altra ancora, così da non smembrare tutta l'unità dei ragazzi e del corpo docente. Questa è pertanto la prima esigenza; abbiamo già allo studio alcune possibilità e, in poche ore, già per la scuola d'infanzia, penso di poter dire risolta la location. Già da domani dunque riusciremo a rasserenare un pochino gli animi. Certo la collaborazione che si chiede all’amministrazione , ai cittadini tutti - aggiunge il dirigente- è di valutare che siamo in un periodo di emergenza, per cui si tratterà di situazioni provvisorie, finché ovviamente, con la protezione civile e seguendo l’iter burocratico del caso, presumibilmente ( ad essere ottimisti) nel mese di marzo, potrebbero arrivare delle soluzioni migliori, quali container, prefabbricati in legno, con una stabilità insomma maggiore.

Da adesso pertanto- conclude Cavallaro - scatta la famosa fase dell'emergenza; per i nostri amici terremotati del Lazio e dell’ascolano è scattata l'emergenza con le tende, per noi delle scuole scatta l'emergenza su situazioni provvisorie. Pian piano in seguito aggiusteremo il tiro con situazioni che, assicuro, saranno dignitose. Sia il primo cittadino di Camerino che io personalmente siamo, non solo amministratori ma anche papà e comprendiamo bene la situazione e desideriamo la dignità di tutti. Però ci vuole un po’ di tempo, calma, proposte intelligenti. Tutto va ragionato al meglio . La priorità per noi e per i nostri ragazzi non è soltanto trovare un luogo fisico, ma forse dobbiamo cominciare a ritrovare un luogo dell’anima. Calma, sicurezza, tranquillità e naturalmente un pensiero a chi purtroppo sta peggio di noi”

Pubblicato in Cronaca

Da questo giovedì primo settembre sarà possibile riscuotere l’assegno mensile della pensione negli Uffici postali mobili di Visso, Arquata del Tronto, Amatrice, Accumoli e Norcia.

E' quanto comunica una nota di Poste Italiane.

A Visso l’ufficio mobile, posto nelle adiacenze della sede originaria in via Paolo da Visso, sarà aperto al pubblico osservando i seguenti orari: lun – ven 8,20 – 13.35, sabato 8,20 – 12,35.

I pensionati residenti nelle zone colpite dal sisma possono comunque ritirare la loro pensione anche presso i 13 mila Uffici postali d’Italia.

Pubblicato in Cronaca

Si è spenta all'età di 69 anni all'ospedale Torrette di Ancona Elvira Scattolini, mamma di Marco Moscatelli. Malata da tempo e in attesa di trapianto le sue condizioni di salute erano peggiorata e dalla giornata di domenica era entrata in coma irreversibile. Donna dal carattere forte Elvira era il punto di riferimento della sua famiglia, del marito Nicola e dei figli Marco e Lucia  che l'hanno amorevolmente assistita fino alla fine. Profondamente commossa anche tutta la comunità settempedana, insieme ai suoi amici, si stringe al dolore della famiglia Moscatelli che ringrazia il personale del reparto di oncologia dell'ospedale di San Severino, coordinato dal dottor Alesiani, e il personale dei reparti di ematologia e rianimazione dell'ospedale regionale di Torrette. La camera ardente è stata allestita presso l'ospedale di San Severino Marche. I funerali di Elvira Scattolini Moscatelli si svolgeranno questo venerdì 2 settembre alle ore 15.30 nella chiesa S. Maria della Pietà di Pitino.  

Pubblicato in Cronaca

Pesante il bilancio del terremoto  a Tolentino. Più di mille gli edifici che hanno riportato lesioni più o meno gravi e tra questi molti palazzi pubblici e immobili storici. Continuano intanto incessantemente le verifiche negli immobili privati effettuati dai tecnici incaricati dal Comune a seguito delle 1.000 segnalazioni fatte al COC dai cittadini che hanno riscontrato danni e lesioni alle proprie case a seguito del sisma. Proseguono anche  i sopralluoghi negli edifici pubblici.

Controlli accurati sono stati effettuati ancora una volta da parte dei Vigili del Fuoco al Palazzo Comunale. Nell’attesa delle verifiche tecniche disposte dal Ministero per la piena fruibilità degli edifici pubblici che saranno espletate dai tecnici della protezione Civile e del Ministero dei Beni Culturali, sono stati dichiarati inagibili l’ultimo piano e parte del piano nobile di Palazzo Parisani – Bezzi, fortunatamente pochi i danni nella parte delle Sale Napoleoniche. A Palazzo Sangallo inagibile il primo piano che ospita il Museo dell’Umorismo e le sedi di alcune associazioni cittadine, il secondo piano dove si trova il Circolo Cittadino e il terzo piano dove opera il Centro Teatrale Sangallo. Inagibile per lesioni anche l’Auditorium San Giacomo dove recentemente il Comune era intervenuto con migliorie, per garantire la sicurezza antincendio.

Pubblicato in Cronaca

 

Il terremoto che non ha risparmiato Camerino - e che ad oggi ha comportato circa 200

sfollati e 450 richieste di interventi per verifica di agibilità con circa 75 edifici dichiarati

inagibili - ha portato alla decisione di rinviare a primavera la manifestazione programmata

per sabato 10 settembre 2016, dedicata a Maria Grazia Capulli. In particolare nel luogo

della Rocca Borgesca che sarà dedicato alla giornalista del TG2, uno degli archi del

belvedere ha subito gravi lesioni ed è stato messo in sicurezza in attesa di essere

puntellato. La città camerte ha purtroppo subito gli effetti della scossa del 24 agosto e del

suo sciame sismico, con seri danni a quasi tutti gli edifici sacri cittadini, resi ora inagibili, e

danneggiamenti significativi in circa ottanta appartamenti. L’amministrazione di Camerino,

come da predisposizioni della prefettura di Macerata, ringraziando le personalità resesi

disponibili, tra cui Renzo Arbore, gli attori Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini, nonché

l’Accademia Italiana del clarinetto, diretta dal Maestro Vincenti, e gli scrittori Vito Mancuso,

Sandro Veronesi, Erri De Luca, ha ritenuto opportuno rimandare la giornata di memoria e

di omaggio a Maria Grazia Capulli, scomparsa nell’ottobre scorso.

 

Il belvedere che sarà dedicato a Maria Grazia Capulli

BelvedereUno

Pubblicato in Cronaca

“Si aggrava, con il proseguire dei sopralluoghi negli edifici pubblici e privati sul territorio comunale, il bilancio dei danni dovuti al sisma del 24 agosto”. A fare il punto della situazione il sindaco del comune di Pieve Torina Alessandro Gentilucci, che sta seguendo personalmente assieme ai tecnici comunali l'andamento delle verifiche sulle strutture. “Questa mattina con i tecnici regionali della Protezione Civile – spiega – abbiamo effettuato il sopralluogo negli edifici scolastici di competenza comunale. Sono state riscontrate problematiche di parziale inagibilità nelle strutture che ospitano la Scuola Materna e la Scuola Media, con qualche piccola lesioni sui canterti, anche se fortunatamente non ci sono problemi alla struttura portante, che è solida. Riteniamo comunque, soprattutto in funzione dell'utilizzo delle strutture scolastiche da parte dei nostri ragazzi, che fra poche settimane dovranno tornare sui banchi, che sia necessario un pronto intervento che metta in totale sicurezza l'edificio. Tutto dovrebbe tornare alla normalità in tempo per la riapertura delle scuole”.

Proseguono in queste ore i sopralluoghi alle strutture pubbliche e private.

Per il momento sono 15 gli sfollati che hanno dovuto evacuare le loro abitazioni. Sono diversi ad oggi gli edifici lesionati, più o meno gravemente. In questo momento la Sovrintendenza si sta prontamente occupando della messa in sicurezza del Campanile della Chiesa di Colle di Torricchio, che era a rischio crollo.

Pubblicato in Cronaca

Una rete criminale dedita al furto, manomissione e falsificazione di assegni è stata sgominata dai carabinieri di Jesi. L’indagine ha preso il via agli inizi del 2015, allorquando un’azienda jesina ha segnalato ai militari della locale Stazione la sparizione, che si protraeva oramai da alcuni mesi, di alcuni assegni spediti per posta ordinaria in favore di aziende creditrici con le quali intratteneva rapporti di lavoro.

Avviate le indagini, i carabinieri hanno scoperto una rete composta da 10 soggetti, tutti residenti in Campania, specializzata nella ricettazione e nella truffa degli assegni.

I truffatori, con la complicità di altri soggetti che materialmente si occupavano della sottrazione degli assegni, della riproduzione e della falsificazione dei titoli, apponevano i loro nomi come beneficiari, dopodiché si recavano presso un istituto di credito, aprivano un conto corrente e versavano l’assegno, il cui importo era sempre al di sotto dei 5.000,00 euro, permettendo così alla banca trattaria di non inviarlo a quella emittente, evitando così una verifica ulteriore sulla genuinità dell’assegno.

La banda attraverso questo sistema è riuscita ad incassare oltre 50.000,00 euro e a tentare di incassarne altri 50.000,00.

Ora i militari hanno inoltrato alla Procura della Repubblica di Ancona una copiosa informativa con la quale hanno imputato in capo ad ognuno dei 10 soggetti la responsabilità delle operazioni truffaldine.

Pubblicato in Cronaca

Il responsabile della Protezione civile regionale, Cesare Spuri, ha inviato oggi una nota ai sindaci dei comuni delle province di Fermo e Macerata per convocare rispettivamente due riunioni in cui valutare le diverse problematiche implicate dal terremoto. “Già da sabato – commenta l’assessore alla Protezione Civile – Angelo Sciapichetti – sono stati avviati i sopralluoghi su tutto il territorio regionale interessato dal sisma. L’attenzione si concentra sulle scuole e sulle strutture comunali. Se l’Ascolano ha ricevuto i danni più ingenti, anche molti comuni del Maceratese e del Fermano hanno riportato conseguenze di rilievo, anche sul patrimonio architettonico. Per questo il dirigente del Dipartimento di Protezione civile della Regione Marche, Cesare Spuri, avvierà in accordo con i sindaci interessati la valutazione delle criticità da affrontare. Il pieno coinvolgimento dei sindaci del territorio è prioritario per realizzare interventi mirati, rapidi ed efficaci”. Per venerdì 2 settembre è previsto l’incontro con i sindaci del Maceratese e per domenica 4 con quelli del Fermano.(f.b.)

 

Pubblicato in Cronaca

Camerino

Mentre proseguono senza sosta i sopralluoghi per accertare le lesioni nelle abitazioni private di Camerino che hanno subito danni, il Centro Operativo Comunale ha stabilito, nella riunione di oggi pomeriggio, di attivare il solo punto di accoglienza allestito presso il palazzetto sportivo polivalente delle Calvie.

Considerato che i posti letto a disposizione sono più che sufficienti per accogliere quanti ne hanno esigenza – ha affermato il vicesindaco Roberto Lucarelli – abbiamo ritenuto di far rientrare nella piena disponibilità di Contram gli spazi fin qui utilizzati e di attivare come punto di accoglienza il palazzetto polivalente delle Calvie”. Sin da questa sera, quindi, quanti intenderanno usufruire dei posti letto messi a disposizione dal COC dovranno raggiungere gli impianti sportivi delle Calvie o rivolgersi al comitato locale della Croce Rossa Italiana per il servizio di trasporto.

Intanto, sempre in sinergia con il comitato locale della Croce Rossa Italiana, è stato messo a disposizione di chiunque ne avverta la necessità un servizio di ascolto e sostegno psicologico.

Il servizio, completamente gratuito, si rivolge a bambini, adulti e anziani con lo scopo di accogliere il disagio emotivo che la popolazione sta avvertendo a seguito degli eventi sismici in corso.

Il punto di ascolto sarà attivato a partire dal 29 agosto e resterà operativo almeno per tutto il mese di settembre, presso i locali del Comitato di Camerino a.p.s. di via Giacomo Leopardi n. 35.

Il servizio sarà svolto dal dott. Aquilino Calce, psicologo-psicoterapeuta e psicologo volontario di Croce Rossa Italiana.

Per fissare un primo incontro è necessario telefonare al numero 331 7226715.

accoglienza

 

Castelraimondo

A Castelraimondo continua la sua attività di rilievo dei danni il Centro Operativo Comunale, coordinamento che in questi giorni si è occupato di gestire l'emergenza ed effettuare le verifiche post sisma. Fino a questo momento, sono state 7 le ordinanze di inagibilità emesse. In particolare le inagibilità hanno riguardato il Castello di Lanciano con l'annesso museo, la Chiesa di San Biagio e la Chiesa di Santa Barbara nella frazione di Crispiero, le due chiese dei cimiteri del capoluogo e di Crispiero, un'abitazione in Via Roma e un'abitazione nella frazione di Valeano. Sono al momento 4 le persone allontanate dal proprio alloggio a seguito della dichiarata inagibilità.

(Chiesa di S. Barbara)

Chiesa Santa Barbara

 

(Castello di Lanciano)

 

Castello di Lanciano

 

 

San Severino Marche

A seguito di una serie di sopralluoghi effettuati dai tecnici anche negli edifici sedi di istituti scolastici, l'Amministrazione comunale di San Severino Marche comunica che le strutture in questione non presentano danni strutturali ma solo modeste lesioni a tramezzi. L’ufficio Manutenzioni del Comune provvederà quanto prima al ripristino delle strutture. Fa eccezione l’Istituto Tecnico Tecnologico “Eustachio Divini” per il quale si rendono necessari accertamenti più approfonditi che verranno effettuati unitamente con i tecnici della Provincia che risulta proprietaria dell’immobile.

In riferimento all’edificio scolastico “Alessandro Luzio” si comunica che il plesso non ha avuto nessun danno strutturale né alle tramezzature. I tecnici hanno segnalato solo la venuta in vista del giunto tecnico tra l’ampliamento in cemento armato e la struttura principale in muratura che ha comportato la caduta di modeste porzioni di intonaco.

facciata4 500x250

Pubblicato in Cronaca

Tragedia nelle campagne di S. Angelo in Pontano dove è stato rinvenuto il corpo senza vita di un giovane di 38 anni che si ucciso con un colpo di fucile. Sulle cause del drammatico gesto, sembra cuasato da depressione, stanno indagando i carabinieri della compagnia di Tolentino, giunti sul posto insieme ai sanitari che non hanno potuto far altro che certificare la morte dell'uomo. Il giovane si è impossessato dell'arma regolarmente detenuta dal padre uccidendosi con un colpo sotto il mento.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 5

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo