Castelraimondo- Ripartono i centri estivi per bambini.

10 Mag 2017
396 volte

A Castelraimondo riprendono le colonie estive. Con la riattivazione del servizio rivolto ai bambini di età compresa tra i sei e i quattordici anni residenti nel comune, l’amministrazione dà un nuovo segnale di ripartenza e di ritorno alla normalità. I modelli di domanda sono disponibili presso l’ufficio dei servizi sociali in via Giovanni XXIII. “ Dal 12 giugno, in concomitanza con la chiusura delle scuole- spiega il vicesindaco e assessore ai servizi sociali Esperia Gregori- come negli anni passati, riprenderanno i centri estivi per bambini che andranno a coprire tutto il periodo delle vacanze e cioè dal 12 giugno al 31 luglio e dal 1 settembre al 14 settembre. Nel primo periodo il centro estivo (che sarà aperto dalle 7,30 alle 17,30) sarà a servizio dei ragazzini delle scuole elementari e medie, e a settembre il servizio sarà a disposizione anche dei bambini della materna. C’è insomma la volontà di andare avanti comunque- aggiunge la vicesindaco –e di mantenere una comunità sana, salda e coesa in quanto è dalla comunità che si riparte e si ha la motivazione per poter parlare di ricostruzione e di tutto il resto. Riteniamo che questo servizio, utile per i genitori, possa aiutare soprattutto i bambini a ritrovare un po’ di serenità. Non dimentichiamo che hanno avuto paura, hanno subito un trauma e per questo abbiamo avuto un supporto psicologico che continua ad essere presente, qualora le famiglie ne richiedano l’utilizzo”.

A Sefro la trota "sposa" il Verdicchio e i Primi

08 Mag 2017
137 volte

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la manifestazione di Sefro “La Trota e il Verdicchio” che, nelle giornate del 13 e 14 maggio, in collaborazione con Anci Marche, aprirà il Gran Tour delle Marche di Tipicità.

Una due giorni anche quest’anno ricca di eventi e di novità nata dal connubio tra la trota, simbolo cittadino essendo Sefro la capitale europea del pesce d’acqua dolce grazie alla presenza dell’azienda troticola Erede Rossi, e i Produttori del Verdicchio di Matelica che quest’anno soffia sulle 50 candeline.

Lazienda troticola Rossi 4

Nuove forze poi nella sinergia con le più importanti realtà del territorio. Oltre all’ormai consolidato dialogo con il partner scientifico Università degli Studi di Camerino e l’Istituto Alberghiero “G. Varnelli” di Cingoli, da quest’anno anche l’Accademia Italiana della Cucina, Pasta di Camerino e il Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo. Tra enogastronomia, tradizione, cultura e benessere la promozione di una delle realtà più affascinanti delle Marche in una celebrazione dei primi della classe, le eccellenze del territorio.

Sarà infatti il tema “La trota sposa i Primi”, intesi sia come i migliori che come la portata principale del pranzo a base di Pasta di Camerino, a traghettare la manifestazione nei due giorni.

Ruolo di primo piano anche quest’anno l’avrà l’Istituto Alberghiero “G. Varnelli” di Cingoli che già nell’anteprima del 4 maggio scorso, ha organizzato una giornata di scuola di cucina aperta a tutti i ristoratori della Consulta sulla preparazione dei primi piatti a base di trota. Durante la due giorni, invece, gli chef dell’Istituto Alberghiero suggeriranno alcuni piatti presenti nei menù dei ristoratori di Sefro.

Preparazioni a base di trota 1

È frutto della giornata del 4 poi anche la selezione operata dall’Accademia della Cucina, dei tre chef della regione Marche, Ilenia Rossi e Davide Pazzaglia del ristorante "Alla Lanterna di Fano, Emanuele Senzacqua del ristorante "Officina del Sole" di Montegiorgio e Marco Vegliò del ristorante "Il Galeone" di Fano, che si sfideranno durante la manifestazione in altrettanti cooking show presentati il sabato da Gioacchino Bonsignore, caporedattore del TG5 e curatore della rubrica “Gusto” e la domenica da Paolo Notari, giornalista Rai e conduttore della rubrica “Weekend” di Marcopolo Tv.

Torna anche quest’anno l’appuntamento con l’approfondimento attraverso il talk show del sabato mattina moderato da Gioacchino Bonsignore. “La trota sposa i primi, un territorio di numeri 1” sarà infatti un momento di approfondimento e dialogo tra i protagonisti dell’edizione. A partire dal sabato pomeriggio invece e sino al pomeriggio di domenica, la sfida fuoco e fiamme nei tre cooking show tutti ad ingresso gratuito e al termine dei quali ci sarà spazio per una degustazione. Altra protagonista della due giorni è la musica con le performances dei maestri della fisarmonica di Castelfidardo.

Poi ancora le visite al Bosco Incantato, ai musei della storia contadina, alla chiesa della Madonna dei Calcinari e al rifugio della Valle Scurosa, la pesca sportiva, le passeggiate a cavallo e quelle con gli asinelli pensate proprio per i più piccoli.

 

Un momento della degustazione 2

Il Ministro Lorenzin all'ospedale di Camerino " Impegno assoluto per vincere questa grande sfida"

06 Mag 2017
2494 volte
Il Ministro della salute Beatrice Lorenzin in visita all’ospedale di Camerino. Ad accoglierla sul piazzale del nosocomio c’erano insieme al sindaco Pasqui il Prefetto Preziotti, il Presidente della Provincia Pettinari, il Direttore di Area vasta Maccioni, il prorettore di Unicam Claudio Pettinari, i sindaci di Esanatoglia, Muccia, PieveTorina e San Severino.
ministro fuori
fuori
 
“ Guardateci con l’attenzione che questa terra merita- le prime parole del sindaco Pasqui- Camerino è una città che è completamente distrutta ma il suo cuore, la sua gente, i suoi contenuti, sono vivi; uno degli aspetti più significativi di questa terra è proprio il suo ospedale, un presidio e una struttura a servizio di un intero territorio, all’interno della quale c’è il lavoro quotidiano di professionalità eccellenti. Nonostante il dramma- ha proseguito Pasqui- noi ci siamo e ci siamo con grande forza. La sua presenza oggi testimonia che le Istituzioni ci sono state e ci sono vicine. Da cittadino vorrei già veder ricostruita la mia città ma le istituzioni nella consapevolezza dell’entità del sisma che ci ha colpiti possono dire solo grazie per il lavoro che fino ad oggi è stato svolto. Grazie al Governo, ai volontari, alle forze dell’ordine e a tutti quelli che si sono adoperati e si stanno tuttora impegnando con grande energia. ”.

lorenzin

“ Sono venuta con grande piacere in questo territorio e tra l’altro in un momento che possiamo definire “ a bocce ferme”- ha dichiarato il Ministro della salute- Dopo le fasi acute di ogni emergenza, è il momento in cui bisogna intervenire di più. Dopo la grande attenzione della fase acuta, dove la macchina si muove automaticamente,  è il momento in cui bisogna invece continuare a intervenire e anche con una visione a medio e lungo termine. Questo- ha aggiunto Lorenzin- è un territorio particolarissimo, colpito da una tragedia e da un logorante sciame sismico e questo edificio è simbolo di tanti aspetti. Non solo è un ospedale e un luogo di cura ma anche un qualcosa che ha retto al terremoto e rappresenta un esempio significativo di dove dobbiamo puntare e dove dobbiamo andare”.

reparti

Subito dopo il ministro Lorenzin ha visitato i vari reparti del nosocomio e tra questi il Pronto Soccorso, la radiologia, la Rianimazione, visionando anche la nuova apparecchiatura di risonanza contro i tumori al seno.

 Lorenzin Uscita

“ Un bell’ospedale tenuto benissimo, ma soprattutto sicuro- ha commentato a conclusione della sua visita il Ministro Lorenzin- Un presidio che è fuori dal centro storico e questo ha fatto la differenza; quando vollero realizzare questa struttura sembrava qualcosa di impopolare invece è l’esempio di come le decisioni importanti e strategiche vanno fatte e portate avanti. Un ospedale che è rimasto in piedi perché è stato realizzato in sicurezza e questo deve essere un obiettivo su tutte le realtà ospedaliere italiane, ma soprattutto degli operatori sanitari e delle amministrazioni locali, che vogliono mantenere vivo questo territorio e non desertificarlo. Per quanto mi riguarda come Ministro della salute- ha aggiunto- è molto importante che noi siamo vicini agli anziani e che applichiamo le reti della cronicità, soprattutto in territori come questi che sono nell’area del cratere e per i quali, dobbiamo fare anche degli sforzi in più rispetto a quella che è la normativa nazionale, motivo per il quale abbiamo fatto anche delle deroghe ad hoc per queste aree. Da parte nostra- ha continuato- c’è un impegno assoluto perché non possiamo immaginare che il nostro Appennino e delle zone così ricche, diventino zone desertificate o piccoli presepi. Noi dobbiamo farle vivere e dobbiamo vincere questa grande sfida e farlo anche immaginando dei percorsi forse diversi e innovativi rispetto a quelli che si sono fatti finora. Questo per una prospettiva futura e per l’economia di questi luoghi. Bisogna ripartire.”.
Lorenzin primo piano
“La richiesta specifica che ho sottoposto al Ministro- ha dichiarato al temine il sindaco Pasqui- è l’Ospedale di Camerino che già funziona benissimo ma va potenziato. Da tempo ripeto che non si tratta del presidio della “ Montagna” ma serve un territorio ed è soprattutto un fiore all’occhiello della sanità regionale ed oltre, per cui va tenuto in grande considerazione e a maggior ragione dopo quanto è accaduto. E’ la dimostrazione che è un reale punto strategico anche in situazioni drammatiche. Oggi ho capito con certezza che il Ministro è e sarà vicina alle nostre aspettative”.
A Matelica, il successivo impegno del Ministro della salute Lorenzin con la partecipazione al Convegno “Anziani fragili e terremoto”organizzato al Teatro Piermarini dal Comune di Matelica, dagli Ambiti Territoriali Sociali , Università di Camerino insieme ad Alzheimer Uniti onlus, associazione che si occupa di tutela dell’anziano affetto da demenza senile e Alzheimer con l’intento di riflettere sulla riorganizzazione dei servizi socio-sanitari nel post terremoto. Ultima tappa, la visita dell’ospedale di San Severino Marche con il taglio del nastro della nuova Tac.
“ La presenza del Ministro- ha dichiarato  a margine della visita il Direttore di A.V. Maccioni-  dimostra l’interesse per come sta andando avanti la sanità nel nostro territorio, non solo a Camerino, ma in tutta l’Area Vasta 3. Come è stato detto da più parti, noi non abbiamo fatto notizia fino ad ora perché, tutta la squadra degli operatori, dalla Direzione Generale all’assessorato e ai servizi regionali ci hanno messo in condizione di far bene ha prodotto come risultato una sanità che non solo “ non crolla” ma "non è crollata". Danni significativi ne abbiamo avuti a Tolentino ma quella città ha mantenuto tutti i servizi essenziali,  ( Distretto- Consultorio- Punto di  primo intervento – Assistenza territoriale; pur nelle mille difficoltà stiamo dunque dando risposte nel contingentamento delle risorse in quanto, bisogna fare i conti anche con le risorse economiche. Quello che noi cerchiamo di fare – ha proseguito- è di ottimizzare e razionalizzare risorse per riuscire a dare risposte a tutti, da Camerino a Civitanova Marche in un concetto di Area Vasta e di sussidiarietà tra i territori. Sappiamo che il Ministro Lorenzin pone attenzione particolare sugli anziani e io il primo intervento che ho guidato personalmente nella fase di emergenza, essendo impegnato altrove il Direttore della Centrale del 118, è stata la direzione del trasferimento in altre strutture dei 20 ospiti della Casa di Riposo di Castelsantangelo sul Nera. L’attuale ospedale di comunità di Matelica inoltre ancora vede ricoverate persone che  non possono trovare allocazione nelle Case di Riposo del territorio. Si capisce pertanto che siamo di fronte a tutto un sistema sinergicoin grado di dare risposte e anche al di là anche delle regole dettate dalla “normalità”. Siamo un sistema coeso, una terra eccezionale e lo abbiamo dimostrato anche in questa occasione drammatica, in cui tutti hanno fatto sentire la loro presenza, dalle istituzioni, al governo centrale, e i cittadini debbono stare tranquilli che strutture come l’ospedale di Camerino, a norma, antisismica, non verranno nella maniera più assoluta  smantellate”. 

saluto

 

A Porto Recanati una cena solidale per Camerino.

05 Mag 2017
1095 volte

 

Non si arresta lo slancio solidale di Porto Recanati a favore delle popolazioni terremotate. L’associazione di volontariato di Protezione Civile New Social Group organizza per questo sabato 6 maggio, presso lo Chalet Davide del Lungomare nord di Porto Recanati, una cena solidale con menù a base di pesce .e intrattenimento musicale L’iniziativa servirà a raccogliere fondi da destinare alla popolazione di Camerino. Alla cena sarà presente il sindaco Gianluca Pasqui e interverrà per un saluto anche il sindaco della città rivierasca. Si tratta della terza iniziativa del genere che l’associazione New Social Group organizza: un piccolo gesto concreto con il quale si vuole dimostrare attenzione nei confronti di comunità, ancora alle prese con forti disagi  “ Noi- spiega il presidente dell’associazione di volontariato Pasquale Telaro- abbiamo vissuto in prima persona l’ultimo dramma del sisma che ha riguardato l’entroterra maceratese. Quando è sopraggiunta la scossa più forte del 30 ottobre, ci trovavamo a svolgere il nostro servizio di Protezione Civile a Visso e abbiamo vissuto in diretta quello che è accaduto. Come associazione- aggiunge- siamo già stati impegnati in altre emergenze simili come l’alluvione di Senigallia e i terremoti dell’Emilia, della Toscana, de L’Aquila. La nostra è un’associazione di Protezione Civile, che fa capo direttamente alla Regione Marche e seguiamo le indicazioni che ci vengono dalla regione e dalla provincia di Macerata. Con questo tipo d’iniziative  intendiamo dare un segnale di vicinanza e, nel contempo, mantenere sempre alta l’attenzione sulle difficoltà della popolazione; la burocrazia ha i suoi tempi ma anche una piccola goccia di solidarietà può servire a mantenere vivo l’interesse verso comunità che hanno bisogno di un supporto notevole. Insieme alle istituzioni che debbono fare la loro parte, crediamo che sia di utile accompagnamento anche tutto quello che il volontariato in genere può proporre. Dopo la prima cena organizzata per la comunità di Muccia, seguita da un’altra iniziativa destinata all’Istituto Tacchi Venturi di San Severino Marche, abbiamo individuato Camerino come città cui destinare il ricavato della terza cena di beneficenza. Subito dopo ci metteremo al lavoro perché la nostra associazione si è prefissa di  organizzare una quarta analoga serata. Lo facciamo con il cuore- sottolinea Telaro-  perché teniamo a che le popolazioni possano uscire dal dramma e tornare alla normalità nel più breve tempo possibile. Ci rendiamo conto che una cena non potrà risolvere i problemi che attanagliano l’entroterra, ma ci sentiamo di partecipare convintamene con quel poco che possiamo dare.  E’ una piccola goccia che siamo felici di erogare nell’enorme catino della ricostruzione di queste terre devastate”. 

Costo della cena solidale a base di pesce con intrattenimento musicale 20 euro

Per motivi organizzativi chiunque volesse partecipare è invitato a prenotarsi al 340 7887815.

La Corsa alla Spada riparte. Non c'è futuro senza memoria

05 Mag 2017
1482 volte

Quando i pioppi cominciano ad emettere la”neve”, a Camerino è stagione di Corsa alla Spada. Per una manifestazione concentrata tra le mura cittadine, quest’anno è stagione diversa "Poco più di trenta secondi ad ottobre hanno sconvolto la vita di una città ma “ Non c’è futuro senza memoria” e la gente di Camerino vuole ricominciare dalla storia per costruire insieme il domani". Lo ha detto il presidente dell’associazione Giuseppe Corridoni aprendo la conferenza stampa di presentazione di quella che è "l'’edizione" zero” di un evento che va avanti da 35 anni. Una manifestazione seria , non una carnevalata- ha affermato- e per realizzare un buon prodotto occorre mettere a punto tanti particolari. Si è discusso anche animatamente ma, per andare avanti, bisogna capire e conciliare tante esigenze. Il nostro desiderio è che la gente torni a trovarci, anzi, che ci sia una partecipazione anche maggiore rispetto agli anni precedenti”. Nel prendere la parola, l’assessore comunale Antonella Nalli ha sottolineato la forza di una città intera “ Dietro l’organizzazione- ha spiegato- c’è l’impegno della città e noi come amministrazione saremmo niente senza la collaborazione delle associazioni. Ognuno- ha aggiunto- ha dentro il cuore delle piccole macerie più o meno grandi, ma dobbiamo fare del tutto per ripartire. Auspico la collaborazione fattiva di tutti; oggi più che mai dobbiamo essere uniti, dobbiamo prenderci per mano e andare avanti con grande energia”.

 La Corsa alla Spada edizione 2017 è dedicata ai camerinesi  e alla memoria di Riccardo Milani e Francesca Neri De Mesquita, due giovani tragicamente scomparsi a seguito di incidenti, i quali hanno collaborato attivamente alla manifestazione camerte, Sempre quest'anno ricorre il trentennale della morte del dr.Angelo Raponi al quale s deve un contributo fondamentale per la nascita della rievocazione storica.   

Signori della città per un giorno saranno i camerinesi Gianluca Broglia e la sua dolce metà Paola Paganelli

dUCHI

Nel corso della conferenza stampa, presentata anche una significativa novità che si deve al camerte Ernesto Riccioni, promoter della Zecca dello Stato. “ Non c’è futuro senza memoria- ha detto Riccioni. E non dobbiamo perdere di vista la storia affascinante della nostra città. Quattro oggetti valgono a sintetizzarla: una litografia realizzata a mano da Massimo Costantini su carta pergamena  che riproduce la Camerino del 1502; il conio in oro della prima moneta di Camerino, che andrà in premio agli atleti; una monetina riproduzione dell’originale de’Il grosso’ soldo in bagno d’argento perfettamente riprodotto; una piccola pubblicazione di cui sono autori Tiziano Ottavini, Fiorella Paino, Massimo Costantini, dal titolo “ La zecca di Camerino batte moneta per i da Varano” .

Monetina, libretto e pergamena, saranno in vendita presso la sede della Pro Loco al City Park al prezzo totale speciale  di 25 euro.

conf 2

Programma:

Si parte il 12 maggio con la Cena dei mille; il tradizionale banchetto che dà il via alle festività  è previsto a Le Mosse nei locali messi a disposizione dal Contram. Seguirà il concerto di Mortimer Mc Grave.

 Dal 13 al 21 maggio i terzieri apriranno le loro taverne in un unico contesto: il piazzale dell’ex Gioco del Pallone. Ogni terziere avrà una sua cucina che sfornerà gustosi piatti dalle ore 20 in poi.

Domenica 14 maggio a partire dalle ore 15.00, da San Venanzio alla Rocca, passando per viale Giacomo Leopardi si potrà gustare un bellissimo spettacolo itinerante di Tamburi e Bandiere con circa 350 figuranti che da tutta Italia raggiungeranno la città, per esprimere vicinanza con le loro spettacolari esibizioni ( delegazioni previste da Foligno, Torino, Faenza, Ascoli Piceno).

Mercoledì 17 maggio, vigilia della festa del patrono, si terrà l’Offerta dei Ceri. Corteo storico e cerimonia solenne della pesatura dei ceri si terranno nel porticato e nella piazzetta antistante la chiesa di Madonna delle Carceri. Nella stessa location è prevista anche l’accensione del focaraccio propiziatorio; saranno Scalla, Pennesi e Broglia, i tre veterani della Corsa e rappresentanti dei tre terzieri, a portare da San Venanzio la fiaccola che accenderà quelle dei trenta atleti che daranno il via al falò.

Giovedì 18 maggio giornata di Festa in onore del Patrono San Venazio Martire con celebrazioni religiose e festeggiamenti civili a cura della parrocchia, presso la Tensostruttura di via Le Mosse.

Il giorno successivo, dalle ore 8.00 fino alle 20.00, in viale Seneca si terrà la tradizionale fiera di San Venanzio.

Sabato 20 maggio presso il Gioco del Pallone in viale G.Leopardi è in programma nel pomeriggio l’Accampamento e Mercatino Medievale, mentre al City Park si terrà  la Corsa dei bambini. Lo stesso pomeriggio alla Rocca Borgesca, a partire dalle ore 17.30, gli Arcieri da Varano disputeranno il Palio di santa Camilla, Memorial Riccardo Milani. Durante la notte i terzieri si cimenteranno nelle tradizionali pitture delle piazze.

Gran finale domenica 21 maggio con il Corteo Storico, la staffetta Rosa e la Cors alla Spada.  Corteo e Corsa muoveranno da San Venanzio e, attraversando viale Leopardi, raggiungeranno il piazzale della Vittoria alla Rocca. L’uscita dei Signori della città, quest'anno Gianluca Broglia e Paola Paganelli,  è in programma a piazzale Oberdan. La Corsa alla Spada dei trenta atleti, sarà preceduta quest’anno dalla Staffetta Rosa  e dalla Staffetta dei Ragazzi, dopodiché saranno le gambe degli atleti a lavorare fino all’arrivo nella piazza dove sarà posizionata la Spada  offerta da Pasta di Camerino. A chiudere la manifestazione  (visibile da tre maxischermi  e dalle due tribune previste, l’una in piazza della Vittoria per una capienza di 150 posti, l’altra in piazzale Gioco del Pallone da 500 posti) sarà la premiazione dei Vincitori che si terrà nel prato superiore della Rocca. Per ragioni di sicurezza, alla premiazione potrà partecipare solo il corteo dei figuranti e una limitata schiera di popolani.

La spada, realizzata da un artigiano locale, sarà svelata in occasione della presentazione degli atleti il 17 maggio. Tra le importanti collaborazioni di quest’anno, quella con l’Istituto Santo Stefano che offrirà un apporto psico-terapico ai ragazzi impegnati nella gara.

Corsa alla spada: Gianluca Broglia e Paola Paganelli, duca e duchessa camerti doc

05 Mag 2017
3080 volte

Saranno i coniugi camerti Gianluca Broglia e Paola Paganelli a vestire i panni dei duchi "Da Varano" nell'edizione 2017 della Corsa alla Spada, la prima dopo il terremoto. Nonostante le ferite provocate dal sisma alla città ducale la manifestazione, sia pure con alcune novità, seguirà il suo programma tradizionale. Ad iniziare la settimana di festeggiamenti in onore del patrono San Venanzio la "cena dei Mille" che si terrà venerdì 12 maggio presso i locali del Contram. Apriranno tutte insieme anche le taverne nel piazzale del "vecchio" gioco del pallone. Mercoledì 17 l'Offerta dei Ceri che si svolgerà nella piazzetta antistante la chiesa della Madonna delle Carceri con i veterani della corsa Alberto Pennesi, Gianluca Broglia, Roberto Scalla, in rappresentanza dei tre terzieri, che partiranno con le fiaccole dal piazzale della basilica di San Venanzio per raggiungere gli atleti nel piazzale di Madonna delle Carceri e l'accensione del tradizionale falò. Poi domenica 21 maggio la conclusione con la disputa della Corsa e l'assegnazione del palio.

Bulgarnò: La solidarietà di una comunità giovane e viva

05 Mag 2017
712 volte

 Un incontro, un'amicizia e una serata unica e irripetibile quella vissuta domenica 30 Aprile in terra romagnola. L'incontro con Silvia Paolucci anima e “ motore “ di una comunità giovane e viva. La sorpresa di Francesco Zanotti fulcro vitale per i settimanali diocesani italiani e direttore del Corriere Cesenate.“Non piangere più: eri schiavo, ora sei figlio”. Questo il filo conduttore del concerto di solidarietà tenutosi nella parrocchia di Bulgarnò, piccolo centro della diocesi di Cesena, in favore della comunità diocesana di Camerino – San Severino Marche colpita dal terremoto dello scorso mese di ottobre.

Il concerto, con musica e testi recitati, è stato eseguito dal coro giovanile parrocchiale del piccolo centro della campagna cesenate. Lo scopo, per espressa volontà degli stessi giovani coordinati da Silvia Paolucci, quello di raccogliere fondi in favore delle popolazioni terremotate del centro Italia, in particolare, come detto, per la diocesi di Camerino a cui, come espressione del “popolo terremotato”, i giovani hanno voluto inviare un sentito e commovente messaggio carico di speranza: “sempre si può ripartire quando si hanno degli amici e la fede!”.

BULGARNO RAGAZZI IN CONCERTO

 

( nelle foto alcuni momenti del concerto diretto dal maestro Zanotti, intervallato da letture e meditazioni che hanno catturato l'attenzione dei numerosi fedeli accorsi per l'esibizione dei giovani ragazzi del luogo )  

RAGAZZI BULGARNO 2

 

“Un concerto bello e impegnativo da realizzare, frutto di tanta armonia senza la quale il concerto non sarebbe stato realizzato – le parole del parroco di Bulgarnò don Tonino che ha voluto ringraziare i “suoi” giovani – Canti non semplici e dal contenuto profondo che ci aiutano a vivere con maggiore intensità l'esperienza dell'amicizia e della fede”.

 

RAGAZZI BULGARNO 4

 

A rappresentare la diocesi di Camerino – San Severino Marche Mario Staffolani, che, dopo aver portato ai presenti il saluto dell'arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro, ha tenuto a ringraziare i giovani “coristi” per l'iniziativa complimentandosi con la loro esecuzione. “Chi canta e canta bene prega due volte – ha esordito citando S. Agostino – Oggi ho avuto la gioia di poter rientrare in una chiesa visto che nel nostro territorio quasi tutte le chiese sono state distrutte o sono inagibili. Un territorio che è stato colpito duramente dal terremoto – ha proseguito illustrando la situazione dell'alto maceratese – con molti paesi divenuti una grande zona rossa. Per questo vi ringraziamo per la vostra iniziativa di solidarietà, per la quale vorrei ringraziare anche Francesco Zanotti, un fratello più che un amico, che nei giorni immediatamente successivi al terremoto non ha mai mancato di farmi sentire la sua amicizia e la sua vicinanza. Durante il periodo della sua presidenza alla Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici ndr) il suo più grande insegnamento è stato quello di utilizzare, metaforicamente parlando, ago e filo per ricucire i rapporti che talvolta finivano per sfilacciarsi”. “Attraverso il nostro contatto quotidiano – ha fatto eco Francesco Zanotti – ho captato, per quanto fosse possibile, il dramma che si stava vivendo a causa del sisma. Così mi sono fatto tramite perchè questo concerto potesse contribuire ad aiutare una comunità così duramente messa alla prova”.

RAGAZZI BULGARNO 5 MOMENTO DI PAUSA

 

RAGAZZI BULGARNO CON FRANCESCO ZANOTTI

 

RAGAZZI BULGARNO GEMELLI ZANOTTI

 

RAGAZZI BULGARNO IN CONCERTO 3

 

RAGAZZI BULGARNO IN CONCERTO FOTOT 2

 

RAGAZZI BULGARNO IN CONCERTO

 

RAGAZZI BULGARNO NONNA ZANOTTI

 

RAGAZZI BULGARNO PARROCO E GENITORI ZANOTTI 

 

RAGAZZI BULGARNO CHIESA GREMITA

 

Filo diretto con il sindaco Pasqui. Scuole, attività commerciali,ufficio postale,salvaguardia del presidio ospedaliero.Clicca e ascolta

04 Mag 2017
1567 volte

 Iniziata dalle scuole la trasmissione " Filo diretto con il sindaco Pasqui" sulle frequenze di Radio C1inBlu. Il sindaco ha riferito che dopo la riunione interlocutoria tenutasi due giorni orsono nella capitale, in queste ore si sta discutendo di come ultimare il orogetto in via definitiva. Occorre definire in particolare l'aspetto della viabilità di accesso agli edifici scolastici che- ha precisato il sindaco- "sorgeranno nell'area di Madonna delle Carceri- San Paolo dove insistono i moduli della provincia di Macerata. " In quella zona se cercheremo di salvare l'attuale centro sociale, non sarà possibile evitare lo smantellamento dei moduli scolastici anche perchè la scuola Betti che andremo a costruire è una struttura che ha importanti dimensioni e ci servirà spazio".

Altra questione affrontata quella delle attività commerciali. Ribadendo il suo plauso e la sua vicinanza ai negozianti, parte fondamentale dell'economia della città. " Sono riusciti a portare avanti il loro percorso lavorativo anche se in una tensostruttura, ora si sta lavorando per dare a tutti i commercianti che vorranno continuare nella sistemazione successiva, la possibilità di poter decidere tra varie ipotesi. In un primo momento i commercianti hanno manifestato lìintenzione di ritrovarsi a lavorare in un unico contesto ma dopo mercoledì prossimo vogliamo sottoporre e discutere con loro il progetto che stiamo preparando per decidere insieme quale riterranno più giusto. Se tutti insieme confermeranno di voler proseguire insieme la loro attività in un unico contesto di certo- ha sottolineato il sindaco-  non andremo ad opporci alla loro volontà".Il primo cittadino ha anche posto l'accento sull'area dove andranno realizzate le strutture temporanee delle attività commerciali. Fugando ogni possibile timore di inutilizzabilità dell'area all'uopo individuata, ha inteso ribadire che si tratta di lotti autorizzati dalla Regione e messi a disposizione del comune, suscettibili dunque di essere espropriati e utilizzati.

Pasqui ha poi evidenziato che ad oggi dei 1800 cittadini iniziali ospitati nelle strutture alberghiere della costa, ne restano ancora 447 segno di una consistente riduzione degli sfollati che ancora vi alloggiano " E fa parte dell'impegno quotidiano- ha ribadito - cercare di ridurrne sempre più il numero". Preannunciata la visita del Ministro della sanità Lorenzin che sarà a Camerino sabato prossimo"Il nostro presidio ospedaliero è un fiore all'occhiello della sanità regionale con professionalità importantissime che vanno salvaguardate e ce la metteremo tutta".

Quanto all'ufficio postale sembra vicino lo sblocco della situazione e in breve si potrà arrivare a vedere attuato il posizionamento della sede mobile attrezzata presso il parcheggio della pizzeria Etoile in via Le Mosse. Diversi altri temi sono stati trattati su sollecitazione dei radioascoltatori. A conclusione della trasmissione il sindaco ha ricordato la convenzione firmata lo scorso venerdì a Roma con la Croce Rossa Italiana che prevede la realizzazione di una nuova struttura socio sanitaria, capace di ospitare fino a 35 anziani non autosufficienti.La stessa struttura, una volta superata la fase della post-emergenza,potrà trasformarsi in un centro polivalente rivolto a persone di tutte le età con spazi di formazione e per attività culturali, educative e ludiche.

 

Ascolta l'intera trasmissione

Camerino. Da Brivido Goloso a Artigiano del Gelato. La dolce seduzione continua e si rinnova.

04 Mag 2017
6901 volte

Da Brivido Goloso a Artigiano del gelato. Inizia da via Le Mosse 26/G la nuova avventura professionale di Claudio Verdolini e Stefania Quici. A Camerino tutti conoscevano già da 8 anni l’irresistibile mix di dolcezza della produzione Brivido Goloso, gelateria pasticceria artigianale in via Madonna delle carceri. In via Le Mosse è fresco d’inaugurazione il nuovissimo locale, ospitato nei locali dell’ex supermercato, accanto a Dada Zen.

degussta

Dalla passione per il gusto e dall’ingegno dei titolari è nato un nuovo punto vendita e laboratorio, in grado di offrire esclusive proposte della gelateria, grazie a nuove tecniche di lavorazione, sempre affidate all’alta qualità delle materie prime. La nuova tecnica consente di confezionare un prodotto mignon proposto in barattolini, contenitori a vaschetta o piccoli vassoi. “ Ripartiamo da Camerino con queste offerte originalissime - spiega Claudio Verdolini-Sulla base di quello che già facevamo, abbiamo avuto il tempo di riflettere su un progetto completamente diverso e innovativo. Sono trascorsi sei mesi dalla data del sisma che ha scombussolato anche le nostre menti. Pensa e ripensa abbiamo deciso di ripartire con un’idea innovativa sempre legata alla dolcezza e al mondo del gelato. Non avremmo potuto farlo nel laboratorio che avevamo e la nuova sistemazione ci dà invece la possibilità di sfruttare uno spazio per lavorare, molto più confortevole  e di sperimentare idee nuove. 

mascotte

 

                           Nella foto sopra,  la 'mascotte' di " Artigiano del gelato"

L’artigianalità  è la prerogativa che offriamo, utilizzando materie prime sceltissime come il latte Fresco di Alta qualità QM che lavoriamo con i migliori ingredienti”. Sempre pronti a stupire con un’infinità di golose delizie Claudio e Stefania confidano che il segreto del successo è mettere tanta passione in quel che si fa. “ Dal Battesimo, alle comunioni, dalle cresime ai compleanni, dai matrimoni alle lauree, in tanti hanno potuto apprezzare le nostre specialità – continua Claudio; inauguriamo una  nuova avventura commerciale, inserendo alcune novità come delle simpatiche composizioni,  da utilizzare come idea regalo ad una persona cara. La fantasia non manca e, anche e soprattutto in un periodo così complicato e difficile, siamo determinati a mantenere alta la qualità delle nostre proposte. Abbiamo trasformato il dramma in forza interiore e quello che ci ha aiutato è stato l’essere motivati; passato il primo periodo di esitazione ci siamo rimessi in carreggiata, decisi più che mai a ricominciare da Camerino. Per fortuna gli ultimi due mesi siamo stati molto impegnati nella riqualificazione dei locali dell’ex supermercato che oggi ospitano il nostro allestimento. Adesso ci auguriamo che le persone possano apprezzare il nostro sforzo”. 

composizioni

 Tra i gusti del gelato artigianale resta il“ Brivido goloso” che ha accompagnato per 8 anni l’attività precedente; nella nuova allocazione, ampi ambienti “”condominiali” consentono degustazioni al chiuso “ E’ uno spazio comune molto grande che permetterà, anche la possibilità di allestire compleanni, piccole riunioni, occasioni d’incontro al coperto” Per dare maggiore visibilità alla gelateria pasticceria “Artigiano del gelato”,  la web marketer Cristina Montefiori, ha pensato ad un originale contest promozionale: “ Selfie e vinci” è il concorso che dà la possibilità di vincere una coppetta gelato di due gusti da consumare ogni settimana per tutto l’anno. Per partecipare occorre scattarsi un Selfie con uno dei prodotti dell’” Artigiano del gelato”; pubblicare la foto si Instagram con l’hashtag #adg. Creazioni nella descrizione e taggare @artigianodelgelato.camerino. Il vincitore sarà quello che riceverà  più ‘mi piace’ entro le ore 12 di domenica 7 maggio.

vassoi

 

Claudio e Stefania

 

 

inaugurazione gel

com

tavoli

buffet

ingresso

Bollette elettriche, truffa ai danni dei terremotati

03 Mag 2017
7475 volte

Dopo i ritardi causati dalla burocrazia arrivano anche le truffe. Davvero sembra non esserci pace per i cittadini dell'alto maceratese colpiti duramente dal terremoto. Alcuni cittadini, infatti, segnalano telefonate di ignoti, sia su utenze fisse che mobili, che spacciandosi per dipendenti ENEL comunicano l'invio di bollette inerenti consumi di energia elettrica.

Una telefonata finalizzata a verificare se l'interlocutore "abbocca" alla truffa, così che successivamente la fantomatica bolletta viene spedita con allegato un bollettino postale con conto corrente "fasullo" ed intestato al malfattore o ad un prestanome.

In presenza di tali situazioni l'invito è quello di contattare, prima di procedere al pagamento, tramite i numeri verdi le società che inviano tali bollette in moda tale da verificarne l'autenticità, tenuto conto che per i residenti nei comuni del cratere sismico la spedizione delle bollette di energia elettrica e gas-metano sono state interrotte e che tali sospensioni, che sarebbero dovute scadere nel mese di Aprile, sono state prorogate per ulteriori 6 mesi.

Camerino- Solidarietà del " Camper Club Pesaro" a favore del nido comunale "La Coccinella"

03 Mag 2017
677 volte

Gesto concreto di solidarietà a favore dell'asilo nido comunale " La coccinella" di Camerino. Domenica 30 Aprile  una nutrita schiera di soci del " Camper Club Pesaro " è arrivata in città . Ad accoglierla l'assessore Antonella Nalli insieme ad una rappresentanza del personale dell'asilo genitori e bimbi. Donati alla struttura un pc portatile,giochi da interno,altalena e scivolo per il giardino.
Il pomeriggio e' trascorso in maniera molto piacevole,e ci sono stati momenti emozionanti grazie soprattutto al cuore dei donatori di Pesaro che hanno potuto vedere direttamente le condizioni in cui versa la citta' ducale dopo il terremoto.
Grande l'entusiasmo dei bimbi presenti che hanno da subito appprezzato I nuovi giochi.
Sentiti ringraziamenti sono venuti da tutto lo staff del personale del nido comunale per la riuscita "sorpresa"a favore dei piu' piccini del territorio camerte.

Camion prende fuoco in autostrada, illeso il conducente

03 Mag 2017
548 volte

Uno spettacolare incidente, fortunatamente senza conseguenze, si è verificato alle prime luci dell'alba lungo l'autostrada Adriatica A14 in direzione sud tra i caselli di Loreto e Civitanova Marche. Per cause ancora al vaglio degli inquirenti della Polstrada, prontamente intervenuta sul posto, un autoarticolato che trasportava profilati metallici è uscito di strada e dopo aver divelto diversi metri di guard rail si è incendiato. L’autista, unico occupante del mezzo, è stato trasportato dal personale del 118 al pronto soccorso di Civitanova per accertamenti. Sul posto anche i vigili del fuoco del distaccamento civitanovese e della centrale di Ancona che hanno spento le fiamme e messo in sicurezza lo scenario dell’incidente. Disagi per il traffico che è rimasto bloccato lungo la corsia sud dell'autostrada durante le fasi di spegnimento e messa in sicurezza.

 

fumo

 

resti

Camerino- Riaperta la pizzeria Cellocco a san Domenico

02 Mag 2017
5153 volte

Nuovo inizio per la Pizzeria Andrea Cellocco in via Ridolfini n.36. Festa di riapertura questo martedì 2 maggio per il locale che sin dal mattino è stato preso d’assalto da nuovi e vecchi clienti. Tante persone hanno voluto essere presenti per complimentarsi per questo segnale forte di ripartenza che Andrea e la sua famiglia hanno voluto dare.

Savannah

Andrea 2

 

“ Ricomincio da piazza san Domenico- dice emozionato Andrea- Pochi giorni fa mi è balenata questa idea di ripartire; era una forza che sentivo dentro e allora, non ci ho pensato troppo. In questi sei mesi di fermo ho lavorato lo stesso, mantenendomi in allenamento presso la pizzeria Etoile, dove mi sono trovato benissimo. In un primo momento- aggiunge Andrea- avevo pensato di delocalizzare altrove la mia attività di pizza al taglio e asporto, ma dentro di me sentivo questa forte spinta che mi riportava in via Ridolfini. Sono davvero felice perché oggi per questo nuovo inizio mi sono venuti a trovare tutti i clienti abituali e anche di più. Questo mi dà ancora più carica e amplifica il mio ottimismo”. In previsione della riapertura Andrea Cellocco aveva diffuso sui social il percorso da fare in auto per raggiungere il suo locale. “ Partendo da Madonna delle Carceri si sale verso l’arco di Porta Boncompagni e, prima di raggiungerlo, si gira a destra verso l’istituto di Chimica; da lì si procede verso il parcheggio meccanizzato e facendo tutto il giro del parcheggio e ritornando in alto, si procede a sinistra fino allo stop degli autobus, dirigendosi infine diritti verso il monumento Vitalini. Lì a pochi metri si può parcheggiare e raggiungerci a piedi, altrimenti si può comunque arrivare da noi anche in auto”.

C.C.

Inaugurazione Cellocco

Cellocco fuori

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo