San Severino, aperta al traffico la variante del Glorioso

25 Feb 2016
821 volte

Il Presidente Pettinari apre al traffico la variante del Glorioso che sposta più a nord est l'innesto tra la provinciale 502 di Cingoli e la 361 Settempedana. La nuova strada importante perchè crea una zona di rispetto intorno al Santuario del Glorioso e soprattutto perché decongesiona l'attuale incrocio alle porte di S.Severino Marche migliorando anche la viabilità della vallata sdel Potenza soprattutto per chi è diretto verso Macerata.

L'opera, consistita nella realizzazione di una bretella stradale di circa 1,5 Km. e di due rotatorie, rientrava nell’intesa istituzionale di programma Governo-Regione Marche per il post-terremoto.

I lavori, finanziati con i fondi statali della legge sul terremoto non vincolati dunque dal Patto di stabilità sono stati appaltati con un ribasso del 29,59% per l'importocomplessivo € 2.995.450 ,00 alla ditta Assisi Strade e la loro consegna è avvenuta nell'aprile del 2013. La loro realizzazione però non ha avuto un percorso agevole ma, al contrario, assai accidentato, il cantiere ha subito notevoli rallentamenti fino a rimanere totalmente fermi per molti mesi a causa di alcuni ritrovamenti archeologici.

Lo stop, era arrivato del tutto inaspettato dalla stessa Soprintendenza per i Beni archeologici delle Marche che in precedentenza si era espressa favorevolmente per la rimozione di tali resti archeologici.

La Provincia di Macerata nel luglio 2014 decise di presentare ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro il suddetto provvedimento della Direzione regionale che, di fatto, impediva la realizzazione della Variante così come prevista nel progetto.

Non era possibile modificare il progetto come chiedeva la Soprintendenza essendo una soluzione impraticabile sia a livello tecnico che economico. “Nonostante tutte le difficoltà che lasciavano supporre di trovarci di fronte ad un’incompiuta” - ci dice Pettinari – possiamo ora esprimere tutta la nostra soddisfazione. Un altro obiettivo centrato dalla nostra Amministrazione. Dopo il Campus scolastico di Camerino, il ponte di Montecosaro, la variante e ponte di Villa Potenza, il ponte di Colbuccaro, questa è la quinta grande opera pubblica ultimata in questa legislatura..

Prime autovetture

Brugnaro a Sciapichetti e Manzi:" Carcere, apportare migliorìe per detenuti e personale''.

24 Feb 2016
1207 volte

Interessante e proficuo incontro fra l'onorevole Irene Manzi, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti e l’Arcivescovo Brugnaro. 

L'invito è stato fortemente voluto  dall'arcivescovo Francesco Giovanni che ha ricevuto al Palazzo arcivescovile i due esponenti politici. Si è trattato di un cordiale incontro durante il quale sono state trattate tematiche inerenti il carcere di Camerino e problematiche riguardanti il territorio in generale.

Le vicissitudini del carcere e delle persone che vi sono detenute, stanno particolarmente a cuore a mons. Brugnaro che della casa circondariale camerte è anche cappellano militare.

Una struttura antica quella della casa di detenzione, ospitata in un ex convento riconvertito negli anni ’40 e per la quale nel corso del colloqui mons. Brugnaro ha evidenziato la possibilità di apportare importanti migliorìe, a favore dei detenuti a lunga o corta detenzione, e utilmente per il personale.

Tra i punti portati all’attenzione degli ospiti anche la difficoltà di accoglienza per soggetti psichicamente difficili e per esigenze sanitarie o cliniche particolari,

come per i casi di grave tossicodipendenza. “Il personale carcerario­ ha sottolineato Brugnaro­ diventa gravemente insufficiente, perché le prestazioni

sanitarie del territorio non sono adeguate per vicinanza o per globale competenza”.

Si è parlato anche della possibilità di creare un’ astenteria ben riparata e opportunamente attrezzata nel portichetto esterno della struttura (pronao

dell'antica chiesa di S. Francesco)cosicchè avvocati e famigliari, in attesa della disponibilità interna del personale, non siano costretti a stare all’aperto.

L’arcivescovo ha poi voluto evidenziare anche l’importanza dell’umanizzazione e il recupero sociale delle persone recluse, insieme all’opportunità di creare per loro

collegamenti rieducativi o di svago psico­fisico, sollecitando la collaborazione della società civile, del territorio tutto, dell'università e delle scuole di ogni ordine

e grado, così come delle arti educative e creative, nonché dello sport. In particolare all’assessore Sciapichetti ha chiesto un attenzione a livello regionale

per la promozione di iniziative di lavoro durante la detenzione, il tempo di vigilanza e post­pena. Si è parlato anche di preparazione e riconoscimento

economico adeguato per il personale del carcere e di prevenzione e sostegno per le famiglie dei detenuti. Dal canto loro sia l’on. Manzi che l’assessore

Sciapichetti, pur evidenziando di aver verificato anche di persona un miglioramento della situazione all’interno del carcere camerte e un’impressione

di grande cura in tanti settori, hanno promesso un’interessamento attento e fattivo. 

Carla Campetella

Scende dal pulmino e viene investito da un auto. Grave un ragazzo di Potenza Picena.

24 Feb 2016
1159 volte

Grave incidente sulla strada provinciale che da Potenza Picena conduce verso Porto Potenza in contrada Piane. Un Ragazzo di 16 anni Marco Fiorentini di Potenza Picena, mentre scendeva dal pulmino, che lo stava riportando a casa, è stato investito da una macchina, una Fiat Punto che sopraggiungeva, il conducente del veicolo, un ragazzo albanese di 27 anni, non si è accorto che il ragazzo stava attraversando la strada, l'impatto è stato violento e il giovane è stato scaraventato per diversi metri sull'asfalto ed ha battuto violentemente il cranio. Subito le condizioni del 16 enne sono apparse molto gravi. Soccorso dal 118, i sanitari giunti sul posto, hanno chiesto l'immediato intervento di un''eliambulanza che è atterrata pochi minuti dopo presso il campo sportivo Scarfiotti di Potenza Picena. Il ragazzo è stato trasportato all'ospedale di Torrette. L'episodio si è verificato intorno alle 13,45. Per i rilievi è intervenuta la polizia Municipale.  

 

 

Rogo di auto a Civitanova, arrestato un pluripregiudicato

24 Feb 2016
944 volte

I Carabinieri del Comando Provinciale di Macerata, a conclusione di una complessa ed articolata attività investigativa tesa ad individuare gli autori di numerosi incendi avvenuti lungo la costa, hanno arrestato Davide Nicolosi, pluripregiudicato, in esecuzione di una misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Macerata.

Secondo gli inquirenti Nicolosi, in concorso con altri due indagati, nella notte del 13 agosto 2015, aveva dato alle fiamme, utilizzando liquido infiammabile, un’ Audi A6 di proprietà di un addetto al servizio di sicurezza di una nota discoteca di Civitanova Marche.

Dalle indagini è emerso che l’incendio è stato commissionato per rancori personali verso il bodyguard, a seguito di una discussione avvenuta all’interno del locale notturno.

Foto3

Ancora un incontro tra papa Francesco e il vescovo Antonio

24 Feb 2016
1290 volte

Ancora un incontro tra papa Francesco e il vescovo di Cremona Antonio Napolioni.

L'occasione l'udienza generale in piazza San Pietro alla quale il vescovo Antonio ha partecipato insieme ad un gruppo di sacerdoti e fedeli della diocesi di Cremona, recatisi in pellegrinaggio a Roma per celebrare il Giubileo della Misericordia.

Al termine dell'udienza mons. Napolioni si è intrattenuto per alcuni minuti a colloquio con il Santo Padre per la seconda volta in pochi mesi. Don Antonio, infatti, aveva già incontrato papa Francesco quando, pochi giorni dopo la sua nomina a pastore della Chiesa cremonese, si era recato a Roma insieme all'arcivescovo di Camerino-San Severino Marche Francesco Giovanni Brugnaro.

Associazione Raffaello, un sogno divenuto realtà

24 Feb 2016
1613 volte

Una casa a Torrette per ospitare le famiglie dei bambini ricoverati nel reparto di oncoematologia dell'ospedale Salesi di Ancona. E' l'ultimo traguardo conquistato da Nazzarena Barboni, la mamma del piccolo Raffaello, scomparso 8 anni orsono per un male incurabile, anima dell'omonima associazione sorta per aiutare i bambini malati e le loro famiglie. Lunedì 22 febbraio il sogno di Nazzarena è divenuto realtà con la firma dell'atto notarile per l'acquisto di un loft a Torrette dove potrà essere ospitata una famiglia. "Acquistare la casa è sempre stato un sogno ambizioso, ora divenuto realtà – così Nazzarena Barboni – Ritengo di essere stato semplicemente un mezzo, in quanto l'acquisto è stato possibile grazie a coloro che mi hanno sempre sostenuta nelle attività dell'associazione. La casa acquistata è molto carina, funzionale e potrebbe già da subito essere utilizzata, ma voglio curarla nei minimi particolari. Deve essere calda e accogliente, come se dovessi viverci io". La nuova casa sarà inaugurata il prossimo 20 maggio, giorno in cui ricorre l'anniversario della morte del piccolo Raffaello.

Auto si ribalta a Sambucheto, gravemente feriti gli occupanti

22 Feb 2016
983 volte

Grave incidente stradale verificatosi lungo la strada che collega Sambucheto con Montecassiano. Per cause in corso di accertamento un'auto, con a bordo due persone, si è ribaltata uscendo di strada. I due viaggiatori sono rimasti imprigionati fra le lamiere dell'abitacolo e solo il pronto intervento dei vigili del fuoco ha consentito di estrarre i due, rimasti feriti in modo grave. Per uno dei due occupanti la vettura si è reso necessario il trasporto in eliambulanza all'ospedale di Torrette, mentre l'altro si trova ricoverato nel nosocomio maceratese.

Trovata morta nella sua auto Loriana Dichiara. Avrebbe ingerito farmaci

22 Feb 2016
855 volte

Hanno avuto un tragico epilogo le ricerche dell’avvocatessa di Montegiorgio (Fermo), scomparsa da casa il 15 febbraio scorso. Loriana Dichiara è' stata ritrovata morta nella sua auto (una Fiat Punto) nel parcheggio esterno della casa di riposo 'Pia Casa Hermes', in via Marconi a Loreto La donna si sarebbe suicidata ingerendo un potente sonnifero sciolto nell'acqua. Con tutta probabilità la vettura era lì da almeno 48 ore,eventualità che induce alla ricostruzione di un buco di più giorni. Il corpo della donna è stato trovato raggomitolato in posizione fetale sul sedile posteriore dell'auto.La professionista, che aveva 56 anni, ha lasciato anche un biglietto per spiegare le ragioni del gesto. Nel biglietto, Loriana Dichiara avrebbe scritto di non voler essere più curata per patologie di cui soffriva. Il biglietto si conclude con un semplice saluto: "Ciao". Sul posto i carabinieri di Osimo, diretti dal capitano Raffaele Conforti.

Rapina al Coal di Macerata, in una notte i carabinieri risolvono il caso

22 Feb 2016
989 volte

Mentre nella serata di sabato il supermercato Coal di Macerata si apprestava a chiudere i battenti, un uomo con il volto coperto da una sciarpa ed il cappuccio calato, ha fatto irruzione nel locale avvicinandosi ad una cassiera e, minacciandola con una pistola, le ha intimato di consegnare il denaro, allontanandosi poi a piedi.

Intervenuti sul posto i carabinieri hanno iniziato ad indagare, visionando anche le telecamere di sorveglianza. Così i militari sono riusciti ad identificare l'uomo, un giovane dell’est, poco piu’ che ventenne, conosciuto per i suoi trascorsi e che abita non distante dal supermercato. Hanno bussato alla porta della sua abitazione, scorgendo l'abbigliamento usato poco prima per la rapina, anche se della refurtiva nessuna traccia.

L'uomo è stato condotto in caserma e denunciato a piede libero per rapina aggravata.

Si ribalta con l'auto e resta incastrato fra le lamiere. Liberato dai vigili del fuoco

21 Feb 2016
793 volte

Incidente stradale nel cuore della notte lungo la strada statale Regina nel territorio di Potenza Picena. Un'auto, un'Opel Corsa, per cause in corso di accertamento si è ribaltata finendo fuori dalla sede stradale, con il conducente che è rimasto incastrato fra le lamiere dell'abitacolo.

Soltanto il pronto intervento dei pompieri del distaccamento di Civitanova Marche consentiva di liberare l'uomo trasportato in ospedale per accertamenti.

Dal carcere di Camerino una "Porta" aperta sul mondo

20 Feb 2016
1448 volte

Aperta dall’arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro, in occasione del Giubileo della misericordia, la Porta Santa del carcere di Camerino.

vescovocarcere

Un seme di luce e di speranza in una realtà così problematica e difficile. Il segnale di una misericordia globale e di attenzione per coloro che vivono nelle periferie esistenziali, come le chiama Papa Francesco. “ Una cerimonia commovente- ha dichiarato l’arcivescovo Brugnaro che è anche cappellano militare della struttura -. E’ stato un momento di grande grazia, vissuto soprattutto per me anche nel giorno precedente, quando molti dei carcerati, uomini e donne, hanno desiderato incontrarmi, fare la loro confessione e prepararsi adeguatamente. L’apertura della Porta Santa- ha aggiunto – è stata un’occasione davvero toccante perché il momento di preghiera è stato condiviso alla presenza delle autorità del carcere, del personale e degli educatori. C’erano le ragazze e i ragazzi della pastorale giovanile e soprattutto i simboli della GMG e cioè la nostra Madonna di Loreto e il Crocifisso di San Damiano partiti per Fermo, ma in cammino alla volta di Cracovia. La gente era molto ben preparata- ha sottolineato Brugnaro- ; abbiamo spiegato il senso della Porta, addobbata dal drappo rosso e ,nella preghiera, sono passate di là tutte le persone presenti.

Abbiamo compreso, e aiutato a far comprendere ai nostri detenuti, che siamo in comunione col mondo, perché il mondo intero ha bisogno di perdono. In tutto il mondo succedono i mali- ha continuato il presule- e la preghiera cristiana del Giubileo, non è una remissione di male solo spirituale, ma materiale: perdonare concretamente i debiti, rimettere tutti nella condizione di vivere nella giustizia. Ma l'uomo da solo non riesce a vivere nella giustizia, c'è bisogno della misericordia e del perdono che, come dice il Papa, è pienezza dell'amore di Dio.

In questo modo e con questa occasione, abbiamo dunque sperimentato un significativo momento di grazia”

carceremadonna

Da un luogo di reclusione una porta aperta sul mondo e una porta aperta del mondo verso il carcere Un segnale della società civile che si muove verso la struttura di detenzione “Certo- ha affermato l’arcivescovo- nonostante i tanti difetti che ha l'istituzione, la struttura stessa del carcere così antico, di fatto, sia il personale carcerario che tante persone dall'esterno alleviano la fatica dei carcerati, condividendo le loro aspettative, aiutandoli dal punto di vista delle procedure ma soprattutto, provvedendo anche per loro tutte quelle piccole necessità che materialmente sono importanti; dagli abiti al sapone, o nel preparare una torta per il loro compleanno. In questo modo credo che, tra chi sta fuori e chi sta dentro, non ci sia tanto la separazione della grata, quanto invece la gioia di un disegno di pace e di libertà

 

crocifissocarcere

Per l'Apericena, l'oliva "grossa di Croce" protagonista al Gusto del teatro

20 Feb 2016
980 volte

Ancora un evento al teatro di Caldarola, sabato 20 febbraio andrà in scena la terza serata della manifestazione "Il Gusto del Teatro". Evento giunto alla seconda edizione e voluto fortemente dall'attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Maria Giuseppetti e organizzata dalla Compagnia Valenti ed è un evento di Momenti del Gusto.
Ritorna sul palcoscenico la Compagnia Teatrale “Al Castello” di Foligno con Niente da dichiarare?, classico e sperimentato vaudeville di Hennequin e Veber, per regia di Claudio Pesaresi.  Tanti personaggi e tanti intrecci che con una storia semplice e leggera trattano il “trauma delle nozze non consumate”, argomento che nei salotti benpensanti e frivoli della nobiltà parigina del 1870, contesto in cui è ambientata la storia e che potrebbe ancora destare qualche imbarazzo e incomprensione.
Saranno presenti gli studenti del liceo Filelfo di Tolentino per il concorso di
recensione delle opere in cartellone: al termine della rassegna vi saranno tre premi, in materiale didattico, messi a disposizione dalla Libreria Del Monte. Eccellente pure il menù dell’apericena, che sarà servito nelle scuderie del palazzo Pallotta, con il sindaco Giuseppetti a fare gli onori di casa e a
presentare i tanti produttori che volentieri metteranno in mostra le bontà dei loro prodotti serviti a tavola  Chi parteciperà alla manifestazione, avrà il privilegio di assaggiare una varietà di oliva locale da mensa denominata: "OLIVA GROSSA" localmente detta Oliva Grossa di Croce. La frazione del Comune di Caldarola dove é maggiormente diffusa. Questa oliva locale non é solo preziosa, ma talmente rara che la Regione Marche nel progetto di censimeto della biodiversità Marchigiana l'ha indicata come varietà in estinzione. A sorpresa per chi vorrà, un mini corso di assaggio di olio, lo Strippaggio, la tecnica di assaggio organolettica degli oli di oliva.
Le olive sono state fornite dall'Azienda Agricola di Maurizi Maria Luisa di Pievefavera di Caldarola alla quale va ringraziamento particolare per aver dato la possibilità di assaggiare queste delizie . L' Associazione Coroncina vorrebbe, con l'aiuto degli olivicultori locali, promuovere e valorizzare questa autentica rarità e l'Apericena è uno dei momenti per lanciare questo prodotto.

Il presidente Grasso e Marco Travaglio a Camerino

20 Feb 2016
1088 volte

Il sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, ha ricevuto questa mattina a Palazzo Bongiovanni il magistrato Otello Lupacchini, ex giudice istruttore che firmò il mandato di cattura per i componenti della banda della Magliana ed oggi sostituto procuratore presso la Corte di Appello di Roma. Un incontro informale durato più di un ora ed utile per definire gli aspetti organizzativi di un importane appuntamento che si terrà proprio a Camerino.
Un convegno che si terrà il prossimo 11 aprile e organizzato dall’Associazione “Il Cortile di Edy” in collaborazione con il Comune e l’Università di Camerino e l’Associazione Caponnetto. Si tratterà, spiegano gli organizzatori, di un incontro dibattito sui temi della legalità, ma che riguarderà anche aspetti relativi al sociale e, in particolare, alle situazioni di marginalità. Nell’occasione, il magistrato Otello Lupacchini terrà una lezione agli studenti di Unicam su Arte e Criminalità. “La condivisione culturale tra istituzioni, classe politica e giovani impegnati in un  percorso formativo costituisce senza dubbio una esperienza di crescita e per questo ringrazio il dottor Lupacchini per aver scelto Camerino”.
Nel corso dell’incontro avvenuto questa mattina, il magistrato e la delegazione in visita a Camerino hanno avuto modo di apprezzare alcune delle ricchezze cittadine, dai musei civici fino al palazzo comunale, oltre, ovviamente, al Teatro Filippo Marchetti. E’ proprio a teatro, infatti, che si svolgerà l’evento in programma per l’11 aprile prossimo ed a cui sono attese le importanti partecipazioni del Presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso, e del giornalista Marco Travaglio.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo