Si dà fuoco davanti al cimitero di Pievetorina. Morto l'imprenditore Silvio Migliaccio

17 Feb 2016
2330 volte

Gesto estremo davanti al cimitero della località Appennino di Pievetorina. Silvio Migliaccio, un imprenditore di 47 anni, si è tolto la vita dandosi fuoco, dopo essersi cosparso di liquido infiammabile

Forse alla base del gesto, stando a quanto riferito dai familiari ai carabinieri della Compagnia di Camerino che conduce le indagini, vi sarebbero motivi economici legati all’attività gestita dall’uomo, la cui famiglia è originaria di Pievetorina.. A dare l’allarme è stata una persona, giunta nella zona quando la tragedia era già avvenuta. Al loro arrivo gli operatori del 118 non hanno potuto che constatare il decesso dell’uomo, morto carbonizzato. A quanto è dato sapere, sembra che poco prima il 47enne, che viveva a Cerreto d’Esi, si fosse recato in visita alla madre che, insieme alla sorella dell’uomo, vive ad Appennino,. Il primo ad esprimere il suo cordoglio e sentimenti di vicinanza alla famiglia è stato il sindaco di Pievetorina Alessandro Gentilucci

Maceratese denunciato per spaccio dai carabinieri di Jesi

17 Feb 2016
816 volte

Nell’ambito di attività di controllo del territorio tesa a contrastare reati contro il patrimonio, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Jesi hanno denunciato un 29 enne del maceratese.
Erano circa le 2 di domenica, quando un equipaggio nota aggirarsi  a piedi un giovane nei pressi del centro commerciale Gallodoro di Jesi. Poiché è apparsa alquanto sospetta  la sua presenza in quel luogo a quell’ora, i militari hanno proceduto ad un accurato controllo. Da una prima sommaria perquisizione, sono state rinvenute alcune dosi di hashish, alcune di cocaina, altre di marijuana ed altre ancora di polline di cannabis.
Ritenendo plausibile che il giovane presso la sua abitazione potesse occultare altre sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno esteso la perquisizione anche presso il suo domicilio, dove hanno  trovato ancora altre dosi di hashish ed una notevole quantità di  metadone (10 flaconi da 500 mg) non facente parte di un attuale piano terapeutico.
Date  la diversità delle sostanze rinvenute (circa 20 grammi in totale), peraltro già suddivise in dosi, nei confronti del giovane è scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Chiesanuova, violento frontale dopo un colpo di sonno.

16 Feb 2016
1203 volte

Scontro frontale sulla strada statale cingolana nella zona industriale di Chiesanuova di Treia. Coinvolte una fiat Punto alla cui guida si trovava un quarantenne di Chiesanuova che viaggiava in direzione di Macerata e una Panda ( nella foto ) condotta da un giovane di Avenale di Cingoli. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri di appignano intervenuti sul posto insieme ai Vigili del Fuoco di Macerata e agli operatori del 118. A quanto è dato sapere sembra che il giovane alla guida della Panda si sia addormentato al volante andando a scontrarsi contro la Punto. Una scena che ha fatto temere il peggio ai primi soccorritori.  

( nelle foto il luogo dell'incidente e l'arrivo dei soccorsi )

scontromacchina2

luogoincidente

scontromacchina2

Entrambi i conducenti soccorsi erano coscientie non avrebbero riportato gravi conseguenze. Il giovane di Avenale e l'altro ferito, sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale di Macerata

Tiro alla fune "mondiale" per la Polisportiva Serralta

16 Feb 2016
818 volte

La Polisportiva Serralta si veste di azzurro. E' il colore della nazionale di tiro alla fune alla quale la società settempedana dà ben 4 atleti in vista degli imminenti Campionati Mondiali della disciplina. Simone Montecchiari, Massimo Giommi, Roberto Tartabini, Lorenzo Mascioni(nella foto). Sono loro i “tiratori” del Giaguaro convocati per la rassegna iridata che prenderà il via questa settimana (dal 18 al 21) in terra di Olanda, a Volendam, e riservata alle categorie 640 e 680 kg. I quattro rappresentanti del Serralta sono già in viaggio per aggregarsi ai compagni di nazionale, fra cui diversi rappresentanti dei Cobra di Fermo, per poi raggiungere la terra dei tulipani dove si prepareranno per salire in pedana nei prossimi giorni. Ovvio che l'attesa e l'adrenalina da parte dei quattro sia ai massimi livelli in vista di un appuntamento così prestigioso e importante. Stessa cosa si può dire per l'intera Società gialloblù che esprime la massima soddisfazione per un evento che non ha precedenti né per Serralta né per questa attività che, partita sette anni fa, anno dopo anno è cresciuta in maniera esponenziale grazie ad un gruppo di giovani atleti che ha mostrato continui ed evidenti miglioramenti fino a raggiungere un livello di eccellenza in campo nazionale, come certificato in queste settimane nel Campionato Italiano dove, ad una giornata dalla conclusione, i gialloblù occupano il terzo posto assoluto in entrambe le categorie(640 e 680 kg). Giusto premio, dunque, per i ragazzi del Giaguaro che possono ora festeggiare un traguardo di prestigio. Simone Montecchiari, uno degli “anziani” della squadra(è stato sempre presente nel Giaguaro fin dalla prima stagione) parla di questa prima volta in azzurro. “Scontato dire che per noi è un grande traguardo. Poter vestire la maglia azzurra è un onore e un motivo di vanto, dato che non capita certo tutti i giorni. Rappresentare l'Italia ai Mondiali è una cosa che ci ripaga del duro lavoro svolto in palestra in questi sette anni e dei sacrifici fatti lungo il nostro percorso. La felicità e la soddisfazione per essere giunti a questo traguardo sono enormi. Sono contento per i compagni che saranno con me in Olanda, ma devo ricordare e fare i complimenti a tutta la squadra, perchè senza gli altri compagni non sarebbe stato possibile questo risultato. Ovvio che non si può non ricordare tutti coloro che in maniera diversa ci hanno appoggiato e ci hanno seguito sempre, fin dagli inizi. Perciò un grazie particolare va alla Polisportiva Serralta, ai collaboratori del nostro gruppo, agli sponsor, ai sostenitori e a tanti altri”.

Roberto Pellegrino

Il dramma della Siria. In classe a San Severino Asmae Dachan

16 Feb 2016
698 volte

La giornalista siriana Asmae Dachan, autrice di un’intervista esclusiva pubblicata nell’ultimo numero di “Panorama” a Riyad Al As’ad, leader del Free Syrian Army, domani (mercoledì 17 febbraio) terrà un incontro con gli studenti dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi” di San Severino Marche per spiegare il dramma che sta vivendo il popolo siriano. Asmae Dachan, che da anni ormai vive nelle Marche, è autrice di numerosi articoli giornalisti, interviste e inchieste ma anche di molti reportage fotografici sulla Siria. Il suo incontro con gli studenti rientra nell’ambito delle iniziative promosse dalla dirigenza dell’Istituto comprensivo settempedano, con la collaborazione anche dell’Amministrazione comunale. Alle ore 9,30 la giornalista parlerà agli studenti delle classi quarte e quinte presso la palestra della scuola “Luzio”. Successivamente incontrerà gli alunni della scuola media e del Consiglio dei Ragazzi, insieme al dirigente Sandro Luciani e ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale nell’atrio dell’Istituto comprensivo.

Il Consiglio comunale cittadino nell’ultima seduta, com’è noto, ha deciso di destinare il gettone di presenza dei partecipanti all’Assise a sostegno di una bella e importante iniziativa di solidarietà lanciata dal Consiglio Comunale dei Ragazzi. Si tratta di una raccolta fondi a sostegno di Aissatou Diallo, una giovane alunna frequentante la 1^C della scuola media. La ragazzina deve sottoporsi a Lione, in Francia, a una serie di interventi chirurgici per una gravissima forma di scoliosi. La sua famiglia non riesce, da sola, ad affrontare le notevoli spese che le cure richiedono. Chi intende contribuire alla giusta causa può rivolgersi direttamente alla dirigenza dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi”.

Intanto prosegue, è stata lanciata sempre dal Consiglio Comunale dei Ragazzi ed ha trovato pieno appoggio anche dalla Caritas vicariale, anche l’“Operazione Aylan”, una raccolta di abbigliamento, coperte, pannolini, alimenti per bambini, latte in polvere, materiale scolastico e giocattoli da inviare ai campi profughi fra Siria e Turchia, dove tanta gente in fuga dalla guerra si trova a vivere questo bruttissimo momento della propria vita. I materiali vengono raccolti a scuola e nella sede della Caritas. Chiunque può aderire, tenendo presente che viveri, vestiario e quant’altro saranno consegnati tramite l’organizzazione Onsur (www.onsur.it).

Nella foto: la giornalista Asmae Dachan

Onde gravitazionali. Unicam coinvolta

16 Feb 2016
713 volte

Tra gli scienziati della collaborazione internazionale “Ligo virgo” che ha dato l’annuncio dell’osservazioni delle onde gravitazioni previste da Einstein 100 anni fa, ci sono anche fisici dell’università di Camerino. Il Prof. Fabio Marchesoni, scienziato di fama internazionale nel campo dello studio del rumore nei sistemi fisici, fa parte da oltre due decenni del team scientifico che si è occupato degli aspetti teorici dell’antenna di VIRGO, l’interferometro installato nelle campagne pisane di Cascina che a partire da quest’anno tornerà ad unirsi alle altre due antenne di LIGO per raccogliere i segnali di onde gravitazionali.

Gli scienziati della collaborazione LIGO/VIRGO hanno analizzato i primi dati dei rivelatori statunitensi che nel settembre scorso hanno consentito per la prima volta l’osservazione diretta delle onde gravitazionali, increspature del tessuto dello spazio-tempo ampiamente descritte dal punto di vista teorico, ma mai osservate fino ad oggi. Parla di notizia strepitosa il rettore Corradini: ” Siamo molto felici di aver fatto parte di questo progetto che promette grandi rilevazioni sull’osservazione del mondo e sul nostro universo”- commenta- “La nostra università è fiera e orgogliosa di avere al proprio interno colleghi, ricercatori e scienziati di questo calibro. Nelle ultime ore – aggiunge il rettore Unicam- ho incontrato il presidente dell’istituto nazionale di fisica nucleare, per parlare di questo successo e di come rafforzare i nostri rapporti di collaborazione, di Esn e università di Camerino”.

Una conferma dunque della qualità eccellente della ricerca scientifica dell’ateneo

“E’ esattamente così- afferma Corradini- ; la fisica ha una lunghissima storia nelle sue varie sfaccettature e noi ne siamo orgogliosi. La questione interessante,- spiega - è che si sta in Italia e in Europa si sta riscoprendo la forte potenzialità delle discipline scientifiche, sulle quali la commissione europea sta facendo un lavoro veramente importante. Discipline scientifiche che stanno dimostrando sempre di più la loro grande forza anche nel mondo del lavoro. Le scienze sono affascinanti e garantiscono anche nuove professionalità, quelle che peraltro sono sempre più importanti nel mondo del lavoro. Quest’anno, - precisa il rettore- solo all’interno della scuola di scienze e tecnologia, abbiamo registrato 85 matricole in più e la fisica ha quasi raddoppiato. Stiamo dunque percependo sui nostri territori e nel nostro paese ancora una volta quello che la commissione europea dice di guardare con attenzione, e cioè la flessibilità e la freschezza delle scienze, in ogni istante, in ogni momento”.

Scappa dopo l’incidente ma viene smascherato dalla Polizia Stradale

15 Feb 2016
1060 volte

Provoca un incidente stradale con feriti, scappa e dopo 2 ore viene smascherato dalla Polizia Stradale.

Verso le cinque del mattino il conducente di un’autovettura, lanciato a folle corsa nel centro abitato di Civitanova Marche, omette di dare la precedenza ad una Fiat Punto condotta da una cinquantenne del luogo coinvolta nel sinistro.

L’urto, di forte entità, ha cagionato lesioni alla signora che è stata soccorsa da alcuni automobilisti in transito per poi essere trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Civitanova Marche, mentre l’autore del sinistro si dava alla fuga.

Sul posto è stata dirottata una pattuglia della Polizia Stradale di Camerino che, grazie alla presenza di alcuni indizi rinvenuti sul posto, ha intrapreso immediatamente un’attività di indagine, che ha condotto gli agenti a smascherare il fuggitivo. Si tratta di un venticinquenne della provincia di Ascoli Piceno che la pattuglia ha raggiunto a casa e svegliato mentre già dormiva nel proprio letto.

Il giovane, che ha ammesso le proprie responsabilità, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di “fuga in caso di incidente stradale”, “omissione di soccorso” e segnalato agli organi competenti per violazioni di natura amministrativa, con l’aggravante che è risultato neo patentato. Con molta probabilità, quindi, ne conseguirà anche la revisione della patente di guida.

Fuga di gas in superstrada al distributore della Tamoil

15 Feb 2016
594 volte

Domenica di paura lungo la superstrada 77 Valdichienti al distributore della stazione di servizio Tamoil sulla direttrice mare-monti per una fuga di gas provocata dallo strappo della tubazione di carico collegata ad un’autovettura partita inavvertitamente durante il rifornimento. In seguito alla perdita veniva divelta anche la colonnina a causa della partenza di una seconda vettura anch’essa collegata. L'intervento dei vigili del fuoco consentiva poi la messa in sicurezza dell'intera area.

Tenta il suicidio gettandosi nel fiume Potenza. Donna salvata da 3 Carabinieri

13 Feb 2016
2182 volte

Una donna nubile di 39 anni ha tentato il suicidio nelle prime ore del pomeriggio gettandosi nel fiume Potenza a Castelraimondo. La donna del luogo, probabilmente depressa per la recente morte della madre, ha deciso di farla finita lanciandosi nel corso d’acqua, nella zona vicina al cimitero della cittadina. Il suo gesto è stato visto da una signora che era alla finestra, la quale ha subito lanciato l’allarme. Tre militari di pattuglia della stazione locale dei Carabinieri, sono immediatamente intervenuti sul luogo e, individuata la donna che stava già per essere risucchiata da un vortice, non hanno esitato a gettarsi nel fiume, la cui profondità va dai 90 cm ai 2 metri. E’ così che i marescialli Ventrone e D’Afflisio , insieme all’appuntato Vincenti, sono riusciti a fare da scudo alla donna e a portarla in salvo. Quando sono sopraggiunti gli operatori del 118 e i vigili del fuoco, era già stata portata a riva. Trasferita in ambulanza all’ospedale di Camerino per le cure del caso, le condizioni della 39enne non sarebbero gravi. Avrebbe comunque riportato un principio di ipotermia agli arti inferiori.

Belforte più sicura. ,Istallato un nuovo sistema di video sorveglianza.

13 Feb 2016
869 volte

Una città più sicura per i cittadini e per i turisti. Il sindaco di Belforte del Chienti Roberto Paoloi e la sua amministrazione, hanno completato l’istallazione del sistema di videosorveglianza in ttutto il territorio del comune,

 

Sono state istallate undici telecamere che riusciranno a coprire tutti le maggiori arterie viarie d’ingresso e di uscita dal paese, istallato presso il comando dei vigili un sistema per la visualizzazione e la registrazione dei filmati che potranno essere in memoria per un massimo di una settimana e poi automaticamente cancellati come anche previsto dalla normativa nazionale.

Il sistema di videosorveglianza avrebbe come principale funzione quello di poter controllare digitalmente il territorio in modo da notare e segnalare persone o auto sospette che si aggirano a Belforte, particolarmente utile a seguito di numerosi  furti in appartamento dove sarà  possibile risalire a eventuali spostamenti risalendo all’eventuale targa utilizzata per compiere il crimine.

Sindaco di Belforte del Chienti Roberto Paoloni“ ( nella foto )

foto dialettiamoci

L’Amministrazione Comunale, a causa dei numerosi furti che hanno dovuto subire i nostri cittadini negli ultimi tempi e per meglio controllare il territorio da eventuali reati a cose o persone, ha deciso di investire in un importante progetto di videosorveglianza, dal costo di circa 22.000 euro, istallando undici telecamere che sono state disposte in tutto il territorio nelle vie di accesso e di uscita al paese ed ai vari quartieri. Il sistema è ovviamente ampliabile e così estendibile, saranno posti cartelli informativi che segnaleranno che il nostro Comune è dotato di videosorveglianza.

Ovviamente non riteniamo che a seguito di questo intervento non avverranno mai più furti nel nostro territorio grazie a quzssma crediamo che questo sistema possa aiutarci a meglio difendere le case e i beni dei nostri cittadini, questo progetto era inoltre inserito nel nostro programma elettorale e abbiamo mantenuto ciò che avevamo detto e scritto”

Matelica: giovane spacciatore arrestato. Sequestrato un chilo e mezzo di droga

13 Feb 2016
1308 volte

I Carabinieri della Compagnia di Camerino, coordinati dal Capitano Vincenzo Orlando, con un’operazione che ha visto impegnati i militari  delle stazioni di Matelica, Fiuminata ed Ussita, hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti un ragazzo di 26 anni di Matelica  Il giovane era appena uscito di casa, nella tarda serata di venerdi  e si stava recando a spacciare quando è stato fermato a bordo della propria auto. Sottoposto ad un accurato controllo il ventiseienne Christian COLA è stato trovato in possesso di un involucro in cellophan contenente circa cinque grammi di cocaina che aveva nascosto all’interno degli slip. I militari hanno anche rinvenuto nella tasca dei suoi pantaloni la somma di 1200 euro in contanti, considerata sicuro provento dell’illecita attività di spaccio e sottoposta a sequestro. Ritenendo che potesse detenere ulteriori quantitativi di droga, le attività  sono poi proseguite con  perquisizioni presso immobili in uso al giovane  Effettivamente, nel corso delle ricerche avvenute sia presso la dimora di residenza a Matelica che in quella di domicilio a Civitanova Marche, i Carabinieri hanno rinvenuto altri 15 gr. di cocaina, 200 gr. di Hashish, kg.1,100 di Marijuana, tre bilancini di precisione, varie sostanze da taglio e materiale per il confezionamento delle dosi. Come nascondigli il ragazzo aveva pensato bene di utilizzare la borraccia e la pompa della bicicletta,  gli scarponi da sci ed i giochi della play station.Dagli accertamenti condotti e non ancora conclusi, è emerso che il giovane aveva posto in essere una redditizia attività di spaccio.  Lo stupefacente sequestrato, destinato al mercato locale, gli avrebbe procurato un illecito guadagno di oltre 15.000 euro.  Per il ragazzo è quindi scattato l’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Da Belforte e Matelica a Sanremo per acconciare gli artisti e i cantanti dell'Ariston

12 Feb 2016
1611 volte

 La matelicese Samuela Marinsaldi e il parrucchiere Andrea Rilli di Belforte del Chienti, sono a Sanremo per acconciare gli artisti che stanno sfilando sul palco del 66°esimo Festival della Canzone Italiana.

La titolare del prestigioso salone di bellezza di Matelica e il rinomato parrucchiere di Belforte del Chienti sono stati chiamati alla corte di Carlo Conti. Per Samuela è la terza volta in Liguria e in questi giorni si deve spostare tra un camerino e l’altro, a volte  anche nelle suite degli alberghi più rinomati di Sanremo perché alcuni artisti preferiscono avere l’acconciatore direttamente in albergo. La giovane imprenditrice marchigiana firma con il suo stile le acconciature che abbiamo visto e  vediamo in diretta dal Festival. «Questo è  il terzo anno che partecipo alla kermesse sanremese e dopo un anno di pausa per impegni lavorativi, sentivo un po' di nostalgia. Essere a Sanremo accanto a tutti questi personaggi, è sempre un'emozione fortissima. Ho avuto modo di conoscere molti cantanti e alcuni li ho ritrovati anche in questa edizione, con dei look totalmente rivisitati come Arisa e Dolce Nera

( sotto nella foto la matelicese Samuela Marinsaldi con Patty Pravo )

 Con Patty Pravo

.  E tanti atri che si faranno notare grazie anche a degli stili che faranno moda nella prossima stagione. Vorrei fare i complimenti al mio amico Dario Baldam Bembo che lunedì ha ricevuto il premio  “Dietro le Quinte”, un meritatissimo premio alla carriera per lo straordinario contributo dato alla canzone Italiana sia come cantante che come autore”. E' grazie anche a giovani come lei che l'arte e la potenzialità della nostra regione viene messa in evidenza.

( sotto le foto del Parrucchiere Andrea Rilli davanti all'Aiston, originario di Camporotondo di Fiastrone e residente a Belforte del Chienti dove ha un salone di Parrucchieria.)   

rilliariston

 ( Andrea Rilli  in compagnia con Alessandro Bernabei )

rillialessandrobernabei

Caldarola, il castello Pallotta sotto i riflettori di Easy Driver

12 Feb 2016
1235 volte

La popolare trasmissione televisiva di Raiuno “Easy driver”(dopo la puntata del novembre 2013, dove sono stati mostrati gli interni del Castello Pallotta) è ritornata a Caldarola, questa volta per scoprire i magnifici giardini dello storico maniero.

Martedì 09 febbraio, una troupe del programma ha trascorso la giornata fra Civitanova Marche e l'entroterra maceratese. La trasmissione, la cui messa in onda è prevista per la prossima primavera, sarà dedicata ad un nuovo modello di moto “Triumph”. Come scenografia è stato scelto il giardino del Castello Pallotta di Caldarola che ha offerto un panorama unico: il ponte levatoio, l'antica gendarmeria e il pino di ClementeVIII, così chiamato perché piantato in onore della visita del Papa avvenuta nel 1598, hanno fatto da sfondo alla presentazione di questo nuovo modello di moto.

troupe castello 1

Il regista, Luca Bracali, si è definito un grande amante del nostro territorio e ha parlato dei motivi per cui ha scelto proprio queste zone per la sua trasmissione.

Perché avete scelto le Marche e, in particolare, perché avete scelto Caldarola?

“ Per il castello che è meraviglioso e per il suo giardino che è stato uno sfondo ideale per la nostra trasmissione.

Perché si sente sempre dire che le Marche sono una regione molto bella ma poco pubblicizzata e allora noi abbiamo voluto valorizzarla al meglio. Uno dei pochi territori che abbiamo in Italia dove il paesaggio è rimasto in armonia con le bellezze architettoniche. Luoghi ricchi di tranquillità e quiete dove si può vivere a contatto con la natura.”

Un viaggio consigliato anche agli amanti della moto?

“Sì, certamente. C'è da dire però che la moto è un veicolo fantastico ma ha un duplice aspetto: da un lato c'è la bellezza e il senso di libertà che trasmette, ma dall'altro bisogna stare attenti perché è un mezzo che va utilizzato con molta prudenza nel rispetto dei limiti e delle regole.”

A quale altro tipo di turista consiglierebbe un viaggio in queste zone?

“Alle famiglie, a chi ama la tranquillità e la natura. Bisogna ancora lavorarci, ma credo questa zona delle Marche sia perfetta per chi ama andare in bicicletta e perché no anche per chi ama fare passeggiate a cavallo.”

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo