Provinciali: il Pd sceglie Ornella Formica

06 Ago 2016
651 volte

Elezioni provinciali del 28 agosto. Fumata bianca del Partito democratico per il candidato presidente di Area Vasta. Al termine di una lunghissima riunione in sede di direzione provinciale del Pd è uscito il nome di Ornella Formica, sindaco di Colmurano al suo secondo mandato. " Dopo un ampio dibattito- si legge nel comunicato nel quale viene espressa soddisfazione per la scelta di una candidata donna, amministratrice capace che saprà guidare il nuovo processo dell'Area Vasta- la direzione provinciale del Partito Democratico, allargata ai sindaci e coordinatori di circolo, ha designato quale candidata presidente della provincia il sindaco di Colmurano". Ornella Formica è sostenuta dai sindaci e dagli amministratori di centrosinistra ma, per sua espressa volontà, ci sarà massima apertura anche alle liste civiche e alle forze di centro destra.

Auto dell'Asur finisce contro un albero dopo un volo di 10 metri. Non è grave la conducente

05 Ago 2016
858 volte

Incidente stradale lungo la provinciale 101 nel comune di Potenza Picena.Coinvolta una Fiat Panda dell’Asur 3, condotta da una dipendente dell’azienda sanitaria. La donna, per cause in corso d’accertamento, ha improvvisamente perso il controllo della vettura che è finita fuoristrada e, dopo un volo di circa 10 metri, è piombata su una quercia. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco della sede centrale del Comando di Macerata. Le condizioni della donna, soccorsa dagli operatori del 118, non sembrerebbero gravi.

Auto Asur 2

Poste italiane dedica un francobollo a Camerino. L'emissione e l'annullo speciale sabato 6 agosto

05 Ago 2016
3409 volte

C’è anche Camerino nella nuova emissione di francobolli che Poste Italiane dedica ogni anno alle mete turistiche, per una tradizione che dura ormai da 42 anni. Insieme a quelli di Albenga, Carovili e Sperlinga, il francobollo dedicato ad una caratteristica veduta paesaggistica di Camerino, sarà emesso sabato 6 agosto ed entrerà a far parte della serie tematica “Il Patrimonio naturale e paesaggistico”. Contestualmente all’emissione presso l’ufficio postale di Camerino avrà luogo l’annullo speciale. Autore della suggestiva foto è il camerte Pier Giovanni Buatti, mentre la rielaborazione è opera della bozzettista Tiziana Trinca.

francobollo camerino 768x653

 

La presentazione ha avuto luogo nel corso di una conferenza stampa tenutasi nell’ufficio postale di Camerino alla presenza del direttore provinciale di Poste Italiane, Antonio Grisostomi Travaglini, del sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, dell’assesore Erika Cervelli e del nuovo direttore dell’ufficio postale della città ducale Claudio Pernici. Saranno solo 600mila i francobolli autoadesivi dedicati a Camerino; ognuno ha il valore di 95 centesimi e ritrae, in particolare, una veduta della Chiesa della Ss. Annunziata. A commento dell’emissione è stato anche realizzato il rispettivo bollettino illustrativo con articolo a firma del sindaco Gianluca Pasqui.

 

 Buatti jpg

 Il geometra Piergiovanni Buatti autore della foto panoramica

 

 annullogif

                                                   L' annullo speciale

 

 

gruppo Poste

 

Le rubano la borsa dall'auto parcheggiata. Bottino 2000 euro

04 Ago 2016
655 volte

Topi d’auto a Civitanova Marche .Presa di mira da ignoti una borsa da donna incautamente lasciata dalla proprietaria all’interno della vettura, parcheggiata lungo viale IV novembre a Civitanova Marche, sul lungomare nord. La donna, una 40enne del luogo, si è poi allontanata dalla propria auto e la vista di quell’oggetto ha fatto gola a qualche malfattore che, dopo aver forzato la portiera dell’auto, una Polo Volkswagen, si è impossessatodella borsa. All’interno, oltre agli effetti personali della 40enne, c’erano anche monili in oro e denaro contante, per un bottino che si aggira sui 2000 euro di valore. Un’amara sorpresa per la donna, una volta tornata a riprendere la macchina. Non le è rimasto che sporgere denuncia ai carabinieri

Tenta il suicidio sparandosi con un fucile. Gravissimo un uomo trasportato in eliambulanza a Torrette

04 Ago 2016
886 volte

Dramma a Monte San Giusto. Un uomo ha tentato il suicidio sparandosi un colpo di fucile. Non si conoscono ancora i motivi che hanno spinto l’uomo a compiere il gesto, ma sta il fatto che le sue condizioni sono gravissime, tanto che i sanitari del 118 immediatamente arrivati sul luogo, un appezzamento di terreno nelle prossimità di via Carducci, hanno chiesto l’intervento dell’eliambulanza che ha provveduto a trasportarlo all’ospedale di Torrette. Indagano i Carabinieri .

Trasporto Pubblico Locale- Firmato l'accordo che sblocca le risorse

04 Ago 2016
593 volte

Le aziende di Macerata, Fermo ed Ascoli sono state le prime, nel pomeriggio, a firmare i contratti di servizio con la Regione, che dal primo aprile ha assunto le competenze che prima erano delle province. La firma consente alla regione di liquidare alle imprese le risorse già stanziate in bilancio per coprire il periodo dal primo aprile e consentire alle imprese stesse di pagare gli stipendi ai dipendenti. Inoltre la giunta regionale ha incrementato le risorse sul trasporto pubblico locale in modo da consentire una durata del contratto fino all'espletamento della gara prevista dalla legge nazionale.

L’esecutivo ha infatti dato il via libera a una variazione di bilancio che, assieme agli atti già assunti in precedenza, consente l’utilizzo di 42,7 milioni di euro, finalizzati al contratto di affidamento provvisorio del servizio di trasporto pubblico locale extraurbano su gomma. Interessati tutti i cinque bacini di traffico della regione Marche su cui operano le Società consortili attualmente esercenti. Il contratto avrà validità dal primo aprile 2016 fino all’aggiudicazione definitiva del servizio, a conclusione della prevista procedura di gara.

 

 

Sgarbi in visita notturna alla pinacoteca rapito dai nuovi colori

04 Ago 2016
692 volte

 

Visita notturna alla pinacoteca civica “Padre Tacchi Venturi” di San Severino Marche

per un ospite illustre, il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che della città è stato anche

sindaco in passato. Sgarbi è arrivato verso le tre di notte ed è rimasto nella prestigiosa

raccolta d’arte comunale per quasi due ore. A colpirlo ed affascinarlo alcune delle

opere in essa custodite, come la Madonna della Pace del Pinturicchio, tavola ritenuta

da molti il capolavoro dell’artista perugino per lo splendore dei colori e la ricchezza

del paesaggio ma anche i nuovi colori della pinacoteca. E gli è piaciuto anche tutto il

riallestimento curato dall’architetto settempedano Luca Maria Cristini. Ma i colori, in

particolare, hanno colpito l’occhio attento di Sgarbi che avrebbe espresso il desiderio

di riproporli per la mostra a lui dedicata dal titolo “Oltre il limite” che è in corso di

svolgimento a Castellabate, in provincia di Salerno. Alla richiesta di aprire le porte

della pinacoteca civica settempedana, nonostante l’insolita ora, non si è sottratto il

sindaco, Rosa Piermattei, che ha un ottimo rapporto con il Vittorio nazionale e che ha

avuto modo di conoscere e incontrare a più riprese in un’intensa due giorni

settempedana vissuta dallo stesso Sgarbi in occasione della mostra “Dal Cielo alla

Terra, Severino e altri eroi”. Del tour notturno del critico hanno fatto parte anche gli

ideatori di quest’ultima, Walter Scotucci e Gianluca Bonifazi, il pittore padovano

Massimo Pizzano e Alberto Rastelletti, titolare e chef di un noto ristorante

settempedano. Super blindato il blitz seguito da vicino dagli addetti alla sicurezza di

Sgarbi e dall’istituto di vigilanza che si occupa del sistema d’allarme della struttura.

 

 

Sgarbi

Rapito dai colori della pinacoteca Sgarbi ha trascorso molto tempo davanti ad alcune

delle opere più preziose come l’affresco con Storie di S. Giovanni evangelista dei

fratelli Lorenzo e Jacopo Salimbeni, il polittico di Vittore Crivelli e quello

dell’Alunno oltre alle opere di Allegretto Nuzi, Lorenzo d’Alessandro, Paolo

Veneziano, Bernardino di Mariotto. Di recente la raccolta è stata interessata da una

serie di lavori che hanno portato al riallestimento del nucleo originario, dove sono

conservate opere dal 1300 al 1500, e all’allestimento di quattro nuove sale, dove sono

state trasferite opere del 1600-1700 e dove è stata sistemata anche un’aula

multimediale. Il progetto e la direzione dei lavori sono stati affidati all’architetto

settempedano Luca Maria Cristini che, insieme al dottor Alessandro Marchi,

funzionario responsabile di zona per la Soprintendenza ai Beni Artistici e

Architettonici e al Patrimonio delle Marche, ha anche curato l’allestimento scientifico

delle collezioni. A dare il via all’idea dell’ampliamento del percorso di visita è stata

la mostra “Meraviglia del Barocco nelle Marche” tenutasi dal luglio 2010 al gennaio

2011 e che fu promossa proprio da Vittorio Sgarbi.

In Siria nel nome di Raffaello

04 Ago 2016
761 volte

L'Associazione "Raffaello" ha la sua aiuola a Camerino, precisamente quella situata all'incrocio che conduce verso l'ospedale S. Maria della Pietà. "Un'idea nata quasi per spirito di emulazione – confida Nazzarena Barboni, mamma di Raffaello e anima dell'associazione che porta il suo nome – Vedendo quanto fatto dalla sezione Avis comunale nella zona di Madonna delle Carceri, abbiamo deciso anche noi come associazione di adottare un'aiuola anzitutto per rendere visibile la nostra presenza anche a Camerino. In secondo luogo, essendo l'aiuola situata in una zona di passaggio frequente, visto anche la vicinanza all'ospedale, è un modo per pubblicizzare la nostra associazione. Infine, è un invito per tutti coloro che conoscono l'associazione Raffaello e che si trovano a transitare lungo questa strada a rivolgere un pensiero ai bambini che soffrono". Un impegno per l'associazione, ma anche un monito di riflessione per tutti. Un ulteriore impegno che coinvolge i membri dell'associazione dopo l'inaugurazione, avvenuta lo scorso 20 maggio ad Ancona, della "Casa di Raffaello", una struttura messa a disposizione delle famiglie dei piccoli ricoverati nei reparti degli ospedali del capoluogo dorico. Una forte presenza sull'intero territorio marchigiano per un'associazione che, grazie anche a contributi volontari attraverso il 5x1000 e quant'altro, riesce a portare avanti numerose iniziative a sostegno dei piccoli che soffrono. Ultimo in ordine di tempo, per l'immediato futuro, un progetto, sostenuto anche dall'Università di Camerino, che vedrà Nazzarena e altri membri dell'associazione "Raffaello" recarsi in Siria per portare medicinali ai bambini delle zone maggiormente colpite dalla guerra. "Per questo – continua Nazzarena Barboni – intendo ringraziare il rettore di Unicam Flavio Corradini e il pro rettore Claudio Pettinari per il sostegno che mi stanno fornendo. Ovviamente ciò avverrà nei prossimi mesi, una volta che saremo riusciti ad organizzarci appoggiandoci ad una delle organizzazioni umanitarie che operano nel Medio Oriente". Motivo di orgoglio e di soddisfazione per Nazzarena Barboni l'essere stata chiamata da Sandro Parcaroli, presidente di "Marche in vetrina", alla serata svoltasi a Castelraimondo per premiare la nipote del genetista Nazzareno Strampelli e, soprattutto, per parlare delle iniziative realizzate e in fase di progettazione, dall'associazione Raffaello.

 

L'aiuola dell'Associazione Raffaello

 

aiuola raffaello

 

 

aiuola raffaello1

Scontro frontale a Morrovalle- Gravi due bambini di 6 e 9 anni.

03 Ago 2016
865 volte

Terribile incidente in contrada Cunicchio a Morrovalle in prossimità di un incrocio. Il bilancio è di 5 feriti, 3 adulti e 2 bambini, rispettivamente di 6 e 9 anni, i quali in seguito allo scontro frontale  tra i due veicoli, hanno avuto la peggio; uno dei due è stato sbalzato fuori dall'abitacolo. Al vaglio dei Carabinieri di Civitanova Marche intervenuti sul posto insieme alla polizia municipale, la dinamica dello spaventoso impatto, avvenuto  tra una Fiat Panda e un furgone Fiat Qubo. Alla guida dell'utilitaria era un giovane di 23 anni di Morrovalle che, per cause in corso d'accertamento, si è scontrato frontalmente con il furgone, proveniente dalla direzione opposta. Alla guida del Qubo, un 45enne di Corridonia che viaggiava con la moglie il figlioletto e un amichetto di questi. Sul luogo dell'incidente è intervenuto personale sanitario del 118 e l'ambulanza della Croce Verde. Ferite non gravi per i genitori di uno dei bambini  trasportati entrambi in ospedale in ambulanza; più serie le condizioni dei bambini per i quali i sanitari hanno ritenuto opportuno il trasporto in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette. Anche il giovane alla guida della Panda ha riportato ferite non gravi e, per le cure e gli accertamenti del caso, è stato trasportato all'ospedale di Civitanova Marche.

Tamponamento tra 6 veicoli in superstrada 77 tra Corridonia e Morrovalle

03 Ago 2016
953 volte

Sei veicoli coinvolti in un tamponamento a catena sulla SS77 Val di Chienti al km 90 . L'incidente è avvenuto in direzione mare nel comune di Corridonia all'altezza dello svincolo per Morrovalle provocando disagi al traffico, con rallentamenti e code. Alcuni degli occupanti le auto,  rimasti feriti in modo lieve, sono stati trasportati in ambulanza all'ospedale di Civitanova Marche per le cure e gli accertamenti del caso. Nessuno di loro è grave. Sul posto per i rilievi sono intervenute due pattuglie della Polizia Stradale di Civitanova Marche e una pattuglia da Macerata per regolare la viabilità. Per rendere possibili tutte le operazioni di soccorso e gli accertamenti, il tratto compreso tra Corridonia e lo svincolo per Morrovalle, è rimasto chiuso per una buona mezz'ora. Poi è iniziato il lento deflusso delle auto e la circolazione è potuta tornare alla normalità

Paolo Vichi, concluso il pellegrinaggio di solidarietà per Fabrizio

03 Ago 2016
6146 volte

Partiti dal sagrato della basilica di san Nicola di Tolentino nella mattinata di lunedì 1 agosto Paolo Vichi e i suoi tre "scudieri", il fido Andrea Marucci, l'umbro Tiziano Severi Pierini, il "neofita" Paride Palermo, con Luciano Vita alla guida del pulmino di assistenza messo a disposizone dall'assessorato ai servizi sociali del comune di Tolentino, sono arrivati alla meta di San Giovanni Rotondo nel primo pomeriggio di mercoledì 3 agosto dopo 350 chilometri percorsi in 3 giorni con tappe intermedie a Pineto e Termoli. Si è così conclusa l'ennesima impresa di Paolo Vichi che con la sua handbike ha voluto raggiungere la tomba di san Pio da Pietralcina per aiutare Fabrizio, ragazzo tetraplegico amico di Paolo, ad acquistare un pulmino con pedana per potersi spostare in quasi autonomia. Emozione e gioia all'arrivo a San Giovanni Rotondo dove ad attendere Paolo c'era la sua famiglia e alcuni amici che lo hanno sostenuto nell'impresa. "E' stata un'avventura dura, ma nello stesso tempo emozionante - le prime parole di Paolo Vichi davanti al santuario di padre Pio - Ho vissuto l'ultimo tratto del percorso, 15 chilometri di salita dura, pregando e riflettendo. L'essere costretto dalla strada ad andare piano mi ha fatto pensare a come viviamo tutti i giorni immersi nella frenesia. Un'esperienza che mi ha portato anche a guardarmi dentro e per la quale non finirò mai di ringraziare i miei 4 angeli custodi". "E' stata dura, ma ce l'abbiamo fatta - dice Tiziano Severi Pierini - A conclusione di questo pellegrinaggio posso soltanto dire che sicuramente mi mancheranno i miei compagni di viaggio". "Un'esperienza che già ci emozionava prima della partenza - le parole di Andrea Marucci, compagno inseparabile di Paolo Vichi in tante avventure - Durante l'impresa ci siamo anche divertiti, vivendo l'esperienza con molta leggerezza nel senso che Paolo con la sua forza, con il suo humor è riuscito a trasmettere serenità anche durante i momenti più duri. Il messaggio che vogliamo lanciare è che tutti possiamo fare tutto in qualsiasi condizione ci ponga la vita". Ultimo in ordine di tempo ad aggregarsi al gruppo è stato Paride Palermo. "Non ero mai andato in bicicletta e ho comprato la bici soltanto 5 giorni prima della partenza - confessa candidamente - Conosco Fabrizio, cui Paolo ha dedicato la sua fatica, fin da bambino. Dopo aver conosciuto Paolo proprio grazie a lui e saputo della sua idea non ho esitato a prendervi parte. Speriamo che la nostra impresa serva ad aiutare concretamente Fabrizio".

 

Paolo Vichi al suo arrivo a San Giovanni Rotondo

vichi arrivo

 

I protagonisti dell'impresa

 

gruppo impresa

 

Foto di gruppo davanti al santuario di padre Pio

piazzale san giovanni rotondo

 

articolo precedente

Da Tolentino a San Giovanni Rotondo in tre giorni, facendo tappa a Pineto e Termoli prima di raggiungere la tomba di san Pio da Pietralcina. E' l'ennesima impresa realizzata da Paolo Vichi, ideatore insieme a Roberto Mancini, presidente dell'Asd Monti Azzurri, gruppo ciclistico cui Paolo è iscritto, del progetto Lesi Non Arresi. Dopo l'incidente stradale subito nel 2012 che lo ha costretto sulla sedia a rotelle, Paolo Vichi non ha abbandonato la sua innata passione per il ciclismo, continuando a "pedalare" sulla sua speciale handbike spinta con la forza delle braccia. Così, accompagnato dal fido Andrea Marucci e da Tiziano Severi Perini, amcio proveniente dall'Umbria, Paolo ha deciso di recarsi a San Giovanni Rotondo, partendo dalla basilica di san Nicola, per solidarietà. "Siamo felici per essere riusciti a sensibilizzare molti per questa nostra avventura – così Paolo Vichi – Un'inziativa pensata per aiutare Fabrizio, un ragazzo di Ortona che ho conosciuto quando ero ricoverato a Montecatone nel reparto per mielolesi, ad acquistare un pulmino con pedana per potersi rendere autonomo. Sulla pagina facebook "Un cuore per motore" si possono trovare tutte le coordinate per sostenere tale progetto. Ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno rendere, con il loro contributo, il nostro gesto ancora più significativo. Questa impresa la voglio dedicare alla mia famiglia e in particolare a mia figlia, cui ho sottratto tanto tempo per allenarmi. Una dedica anche a tutte le persone che amano la vita e non si chiudono nel dramma". "Una pedalata particolare – fa eco Andrea Marucci, uno dei ciclisti che accompagnano Paolo – per ringraziare padre Pio per alcune grazie particolari e per dimostrare che la disabilità non è un limite, ma è un grosso stimolo per compiere grandi imprese. L'idea di recarci a San Giovanni Rotondo è nata quasi per caso. Con Palo abbiamo iniziato a frequentarci in un gruppo di preghiera e piano piano è nata una profonda amicizia. L'ho accompagnato in varie tappe del "Tour Italian Hanbike" e da qui è sorta l'idea di fare qualcosa di grande in bici". "Vogliamo dimostrare che in ogni caso non ci sono limiti per fare determinate cose – fa eco Tiziano Severi Perini – Spero che questo evento sia il primo di una lunga serie, vista la forza di volontà invidiabile che ha Paolo. Ad unirci è stata sicuramente la passione per la bici, ma, visto il rapporto che ci unisce e i nostri comuni valori, credo che riusciremo a strutturare insieme diverse cose".

 L'incontro di Paolo con Fabrizio ad Ortona

 

vichifabrizio

 

vichifabrizio1

 

Termoli, arrivo della seconda tappa

vichitermoli1

 

vichitermoli1

 

L'arrivo a Pineto, a conclusione della prima tappa

arrivo pineto

 

Durante il tragitto lungo la statale Adriatica

pellegrinaggio tragitto

 

Paolo insieme ai suoi accompagnatori Andrea, Tiziano, Luciano, Paride

accompagnatori

 

 

Sul sagrato della basilica di san Nicola in attesa dell'arrivo di Paolo Vichi per la partenza

 

sagrato di san Nicola in attesa di paolo Vichi

 

Andrea Marucci e Tiziano Severi Perini, accompagnatori di Paolo nell'impresa

Andrea Marucci e tIZIANO sEVERI PERINI

 

Con il priore di san Nicola padre Massimo

Padre MASSIMO

 

Foto di gruppo prima della partenza

UN MOMENTO PRIMA DELLA PARTENZA

 

UN ATTIMO PRIMA DELLA PARTENZA

 

LA FOTO PRIMA DELLA PARTENZA

 

PADRE MASSIMO E I PARENTI DEI CICLISTI

A Camerino in arrivo 24 cittadini richiedenti protezione internazionale

03 Ago 2016
1150 volte

Camerino si prepara ad accogliere 24 cittadini richiedenti protezione internazionale. La prefettura di Macerata, nell’ambito dell’attività di ricerca urgente di nuove strutture in cui poter ospitare i profughi inviati sul territorio dal Ministero dell’Interno, ha avuto dalla società Gestione Orizzonti (all’uopo individuata tramite apposita gara pubblica), l’indicazione di una struttura idonea ad ospitare 24 cittadini extracomunitari. Dell’edificio sito in località San Michele, in passato sede di scuola elementare e da molti anni di proprietà privata, la stessa società Gestione Orizzonti ha autocertificato il possesso dei requisiti urbanistici, edilizi, di igiene e sicurezza e prevenzione incendi, previsti dalla vigente normativa.

A firma del prefetto di Macerata Roberta Preziotti la comunicazione è pervenuta al sindaco di Camerino Pasqui. Nel documento viene anche rappresentato che, in caso di necessità, determinata dall’ulteriore invio sul territorio di richiedenti protezione internazionale da parte del Ministero, l’immobile della località San Michele verrà utilizzato per l’accoglienza di 24 cittadini extracomunitari

pasqui

nella foto il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui

 

“ In maniera asettica, senza addentrarmi in umori o considerazioni personali- dichiara il sindaco Pasqui- dico che, con spirito assolutamente collaborativo e anche istituzionalmente obbligato, visto che noi siamo tenuti in questo momento di grande difficoltà, a dare il massimo sostegno e accoglienza laddove ci sia la necessità, e questo è uno di quei casi, è ovvio che come sindaco ho dato già indicazioni affinché i dati autocertificati trovino riscontro; non voglio mettere in dubbio ciò che si autocertifica, ma mi interessa la sicurezza di una città e l’essere certo che quanto autocertificato sia rispondente al vero e, laddove, ci dovessero essere degli errori preferisco comunque che gli uffici comunali nelle persone dei responsabili, vadano ad accertarsi che tutto sia in linea con i parametri di legge”

“ Ho già parlato con il comandante della Compagnia dei Carabinieri Vincenzo Orlando- aggiunge il primo cittadino- e naturalmente ho chiesto alla Prefettura, che si è resa subito disponibile, di essere assolutamente vicina alla nostra comunità per il sostegno necessario, soprattutto per i motivi di sicurezza ai quali tutti ci orientiamo e che dobbiamo mantenere alti. Questa è una terra che ha sempre avuto una sicurezza molto elevata e tale deve rimanere, per cui la disponibilità di questa comunità, -conclude Pasqui- deve trovare la disponibilità che mi sembra in prima battuta stia trovando da parte delle istituzioni, così da mantenere tutto in un regime di massimo rispetto dei valori e parametri di legge, riferiti ad una quotidianità basata sulla sicurezza”.

Contromano in superstrada semina il panico fra Muccia e Polverina

02 Ago 2016
14439 volte

Paura e spavento questa mattina nella superstrada 77 Valdichienti in direzione Monti. All'altezza del lago di Polverina una macchina scendeva da Foligno occupando la corsia di sorpasso contromano, nella direzione opposta al senso di marcia. Alcuni automobilisti hanno incrociato la vettura, dando immediatamente l’allarme alla polizia. Tra questi anche Nando Ferretti, che stava viaggiando da Camerino verso l’Umbria e che si è trovato la vettura proprio di fronte, rischiando un incidente. “Sono stati attimi di paura – confessa Nando Ferretti - Andavo in direzione Foligno quando ad un certo punto, uscito dalla galleria, ci siamo trovati di fronte una sagoma nera.

Era una macchina con sopra anche dei bagagli, sicuramente dei turisti.

Con un pò di fortuna, che in questi casi ci vuole, con una grande sterzata siamo riusciti a evitare l’impatto frontale, ma lo spavento è stato grandissimo. Abbiamo subito dato l'allarme e allertato il 113”.

Anche altri automobilisti avevano segnalato il pericolo al 113, ma le pattuglie della stradale non sono riuscite ad intercettare la vettura, una Ford, con il conducente che probabilmente accortosi dell’errore ha provveduto, alla prima uscita utile, a riprendere la giusta rotta.

Nella foto la galleria di Polverina dove in lontanaza si vede l'auto arrivare

autocontromanaingalleria

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo